Tag: SORA

Sora, ladri scatenati devastano anche la cameretta di una bimba

Una delle stanze messe a soqquadro
di Roberta Pugliesi
Violato il “focolare” di un’altra famiglia. Uno o più malviventi si sono introdotti in un’abitazione di Sora scassinando una finestra. Una volta dentro hanno messo a soqquadro tutte le stanze, anche quella della piccola bimba. I ladri hanno aperto i cassetti di tutte le camere, anche del bagno e della cucina, mettendo ogni cosa sotto sopra. Ingente il bottino che ammonta a diverse migliaia di euro. Non si sono fermati nemmeno dinanzi ad una culla ed ai giocattoli di una bimba. Dopo l’amara scoperta la denuncia alle forze dell’ordine. Purtroppo è solo l’ultimo di una serie di colpi messi a segno o tentati nelle ultime settimane e cresce la rabbia della gente. Oltre al danno patrimoniale c’è soprattutto la violazione dell’intimità della casa con il trauma psicologico che difficilmente si supera. La gente chiede più controlli e sicurezza.

Questa notte, a Sora, la cicogna ha fatto uno scherzo ad una coppia di giovani.

Sora – Donna partorisce in strada nella notte

Erano circa le tre di questa notte quando una giovane mamma, al nono mese di gravidanza, avverte che il lieto momento sta per avvicinarsi. Insieme al marito decidono di recarsi presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale SS. Trinità di Sora. Salgono sulla loro auto ma, all’altezza di via Marsicana, la donna si rende conto che non si può più aspettare.

L’uomo ha, quindi, accostato l’auto sul ciglio della strada e proprio lì è venuto alla luce un bambino. I tre sono arrivati al Pronto Soccorso con il bambino nato e poggiato sul grembo della madre con ancora il cordone ombelicale attaccato. La giovane mamma ed il bambino hanno, quindi, ricevuto le cure necessarie e stanno bene. Una bellissima notte a lieto fine…

La sala teatro della Asl ospitava l’incontro organizzato dall’associazione Ver.Bene. Medici, pazienti, operatori e familiari insieme per unire le forze

La sala gremita, persone in piedi, allievi infermieri, operatori sociali, medici, psicologi, cittadini insieme agli utenti delle comunità terapeutiche e ai loro familiari. Questa è la scena che si presentava agli avventori del convegno “La salute mentale come bene comune e risorsa sociale” presso la ASL che patrocinava attraverso il Dipartimento 3D diretto dal Dr. Fernando Ferrauti, assente per impegni imprevisti. Il cambio di programma legato alle assenze di Ferrauti e Pellecchia, tuttavia, non ha inficiato la qualità dell’iniziativa. Maria Grazia Fanfarillo, presidente Ver.bene, è stata il trait d’union di interventi di persone portatrici di competenza diverse, ma tutte ugualmente appassionate al tema e sensibilissime rispetto alle difficoltà di utenti con disagio psichico e familiari. L’on. Casati ha regalato il racconto di come si è appassionato al tema della salute mentale sino ad avere l’esigenza di stilare una legge ad hoc; l’avvocato Del Giudice ha fatto una breve storia delle leggi fino a Basaglia; il dott Morabito e Patrizia Monti hanno espresso la loro idea di cura della persona; Giovanni Fiori e la stessa Maria Grazia Fanfarillo hanno portato l’esperienza dei familiari esperti e competenti che agiscono insieme agli operatori. L’atmosfera calda, solidale a tratti commossa ha favorito la possibilità di alcuni presenti di narrare un pezzetto di loro storie personali. La presidente dell’associazione ha espresso con una breve frase le sue conclusioni su questo incontro: “Ver.Bene è orgogliosa del suo lavoro”.