Tag: Personal Trainer

Alcuni consigli da Martina Bianchini “l’importanza dello Sport fin da piccoli”

Martina BianchiniLo scorso sabato pomeriggio, il Mountain Sport Center di Courmayeur ha intrattenuto il pubblico con esercizi di ginnastica e collettivi spettacolari con protagonisti giovani atleti e campioni.

Tra gli ospiti si sono esibite le nuove stelle della ginnastica italiana come Michela Castoldi e Davide Donati, Alexia Angelini, Nicolò Mozzato, Nicola Bartolini, Gianmarco Di Cerbo e Giulia Bricchi. A presenziare l’evento, inoltre, è stato invitato uno dei personaggi più famosi e importanti della storia della ginnastica italiana: Jury Chechi.

La società di ginnastica Gym Aosta, organizzatrice dell’evento, ha allestito al meglio il palaghiaccio posto ai piedi del Monte Bianco, rendendolo un palazzetto ideale per praticare le varie discipline della ginnastica: artistica, ritmica, acrobatica e aerobica, e per far sì che tanti ragazzi potessero mostrare il loro lavoro e i loro progressi al pubblico.

Un evento organizzato al meglio per celebrare tutti i ragazzi che dedicano i pomeriggi alla palestra, agli allenamenti, con sacrificio e determinazione, con l’obiettivo di raggiungere il sogno sportivo. E per festeggiare anche ciò che rende tutto questo possibile: la Federazione Ginnastica d’Italia, che il prossimo marzo compirà 150 anni e che, come più anziana federazione sportiva italiana, continua a credere nei giovani e nell’importanza di questo sport per il fisico e per la mente.

Lo Sport forma sin da piccoli

Lo Sport, infatti, aiuta a crescere, a diventare grandi campioni, o, in ogni caso, grandi persone. Rende responsabili, crea legami, insegna a conoscersi. È attraverso il sacrificio, le tante ore trascorse a provare e a riprovare gli stessi esercizi che si forma un atleta. E non importa quale sarà la sua strada “da grande”, se vorrà continuare nella ginnastica o cambiare attività sportiva: il lavoro di un atleta rimane per sempre nella memoria “fisica” di una persona e aiuta moltissimo in qualsiasi altra attività atletica e non.

Un ospite d’onore

E questo ce lo ricorda anche l’ospite d’onore dell’evento: Jury Chechi, che ha salutato calorosamente il pubblico con un discorso sincero e prezioso sulla ginnastica. Parole motivanti per qualsiasi atleta: sia per chi vorrà farlo di professione, sia per gli altri. Con la gentilezza di un amico e con i consigli di un saggio allenatore ha affermato che «quello che davvero vince nello sport è farlo con serietà e con il rispetto delle regole».

Martina Bianchini

#iostoacasa: un documentario online ai tempi del Coronavirus

#iostoacasa: un documentario online ai tempi del Coronavirus

  • Come gestire il nervosismo durante una quarantena forzata? Quali sono le strategie più utili per fronteggiarla?
  • Conoscere le chiavi della gestione emotiva può rivelarsi indispensabile durante l’attuale isolamento domiciliare.
  • Ne parlano famosi specialisti (tra cui un cosmonauta) nel documentario #iostoacasa diretto da Oxana Șelari

Diretto da Oxana Șelari, il documentario #iostoacasa presenta, per la prima volta, le tecniche di isolamento praticate dagli astronauti nello spazio, con il consiglio di Dumitru Dorin Prunariu, l’unico cosmonauta rumeno. Inoltre, vengono illustrate le opinioni di rinomati specialisti: Filippo Ongaro – ex medico degli astronauti e life coach, Giulia Schena – psicoterapeuta relazionale, Leonardo Mendolicchio – psichiatra, psicoanalista e psicoterapeuta, Luca Dalla Valle – Health & Performance Coach, Tiziana Stallone – biologa e nutrizionista.

Oxana Șelari, è una giornalista, regista, moglie e madre residente a Milano. Le situazioni di vita, di famiglia e di coppia che ha sperimentato nei giorni di quarantena, l’hanno portata a realizzare, nel limitato arco temporale di 30 giorni, un documentario che vede in primo piano la gestione della propria famiglia e tutte le difficoltà riscontrate in tempo di pandemia.

La sopravvivenza al Covid-19 e l’isolamento nella propria casa può spaventare, deprimere e stressare. La gestione della famiglia in queste condizioni, soprattutto aggiunta allo smartworking, può risultare difficoltosa e attivare emozioni negative e difficilmente controllabili.

Nella maggior parte dei casi questo isolamento viene considerato eccessivo, drastico e insopportabile.  Pochi ne accettano l’importanza. Pochi, per sostanziale mancanza di senso civico, capiscono che è necessario collaborare ed essere responsabili individualmente e collettivamente, per salvaguardare la salute di tutti, a livello nazionale e globale.

L’isolamento che stiamo vivendo è molto simile all’addestramento degli astronauti, anche se la loro attività nelle missioni spaziali è molto diversa e richiede una preparazione straordinaria. Tuttavia nell’isolamento domestico si possono adottare delle tecniche simili a quelle adottate dagli astronauti.

L’intento del documentario è quindi quello di identificare modelli e tecniche di superamento dell’isolamento che portino a una sua comprensione e a un graduale adattamento.

Di fondamentale importanza nella sua realizzazione è stato il contributo di esperti del calibro: Dumitru Dorin Prunariu – cosmonauta, Filippo Ongaro – ex medico degli astronauti e life coach, Giulia Schena – psicoterapeuta relazionale, Leonardo Mendolicchio – psichiatra, psicoanalista e psicoterapeuta, Luca Dalla Valle – Health & Performance Coach, Tiziana Stallone – biologo e nutrizionista.

Con l’avvento della pandemia ero entrata in crisi, ero continuamente focalizzata sulle notizie dei telegiornali, letteralmente ipnotizzata dai continui bollettini sui contagi, finché mio fratello non mi ha incoraggiata a cercare in altro modo una soluzione ai miei problemi. Così è nato il documentario, che ha occupato una buona parte del mio cervello, permettendomi di vedere una luce in fondo al tunnel, e soprattutto, di Sperare e Sognare, di nuovo!”, ha affermato la regista Oxana Șelari.

 

Il documentario è stato girato interamente in casa, con le attrezzature disponibili al momento. Le interviste sono state realizzate via Skype. La lingua originale è l’italiano, con sottotitoli in inglese, rumeno e russo. La lingua originale è l’italiano, con sottotitoli in inglese, rumeno e russo. Il poster è stato realizzato da Mihai Zgondoiu aka Zgondy, artista, curatore e gallerista con studi di dottorato nel campo delle arti visive.

Il progetto è offerto a titolo gratuito, non commerciale e senza budget, distribuito sul web e sui social network. E anche gli esperti, che si ringraziano, hanno partecipato a questo progetto pro bono.

Una produzione Xiusha Production.

AgențiadeCarte.ro è il media partner del progetto.

 

Il documentario è disponibile su Youtube al link:

 

 

Per maggiori informazioni:

Oxana Șelari

Email: oxana.selari@xiushaproduction.com

skype: live:oxana.selari

www.xiushaproduction.com

Nuova App per lo Sport e il Fitness in fase 2 “Dunamis Outdoor”

 

Dall’11 Maggio su tutti i playstore, lancio probabile per alcune città il 18 Maggio

“Dunamis Outdoor” è la soluzione per lo sport e il fitness durante la fase 2 dell’emergenza Covid-19: una community web ispirata alle notissime Airbnb e Blablacar, che in pochi giorni ha già registrato migliaia di condivisioni. Gli istruttori pubblicano le loro lezioni outdoor, gli utenti si prenotano e si allenano trovandosi al punto di ritrovo. La App Dunamis Outdoor sarà scaricabile su tutti i dispositivi Android e IOS dal playstore a partire da lunedì 11 Maggio. L’inizio delle attività è previsto per il 18 Maggio, se le disposizioni lo consentiranno, altrimenti al 1 Giugno. Il progetto è ideato e realizzato dalla SSD Dunamis, che sta lanciando campagne di crowdfunding nelle città
previste per il lancio: Milano, Torino, Bologna, Genova, Firenze e Verona. Il numero massimo di partecipanti ad ogni lezione varierà in base alle disposizioni di legge. Dunamis Outdoor trattiene una commissione sui pagamenti agli istruttori dell’8,75%. Per ogni utente il costo di registrazione annuale al portale è di 10€ e il costo di ogni lezione, fissato per ora a 10 euro, varia a seconda del numero massimo di partecipanti, che al momento, per evitare assembramenti, è di sole quattro persone. Tutti saranno tenuti a seguire le misure di sicurezza nazionali, regionali e comunali. Esiste già un sito su cui è possibile registrarsi per ricevere la App: http://www.dunamisoutdoor.com; pagina
Facebook https://www.facebook.com//dunamisoutdoor e Instagram
https://www.instagram.com/dunamisoutdoor/?hl=it
La Startup è nata da cinque istruttori professionisti e lavoratori dello spettacolo milanesi per rispondere alle nuove esigenze che questa emergenza pone verso l’universo dello sport, del fitness, ma anche della cultura, nell’ottica della Sharing e Green Economy. La mission è allo stesso tempo quella di creare posti di lavoro e offrire un servizio al cittadino per la tutela del suo diritto al benessere e alla salute.

Personal Trainer Italia dedica la cover a Federica Favale vita privata, lavoro e molto altro

Per farti conoscere maglio dai tuoi fan ci racconti in breve alcune tappe importanti della tua carriera?

Grazie intanto per questa opportunità. Nel 2000 ho fatto il mio primo ingresso come istruttrice in sala corsi. Io dico dalla finestra perché uscivo da poco dalle scuole e con solo qualche corso di formazione come bagaglio e da lì non mi sono più fermata: ancora corsi di formazione,studi e inizio a lavorare anche in sala pesi…ed è stato amore! Questo però ad un certo punto non mi bastava più. Volevo altro.Il mio vero e proprio trampolino di lancio nell’agonismo è stato nel 2010, quando da semplice istruttrice di corsi e sala pesi in 3 mesi ho deciso di preparami per il Ludus Maximus IFBB nella categoria BodyFitness. E’ stata una vera sfida con me stessa e sono riuscita non solo a prepararmi alla gara ma a qualificarmi nelle prime 6 confrontandomi con atlete di gran calibro.Una vera soddisfazione! Poi da lì un susseguirsi:

Federica Favale

OnewayFitness IFBB 2011, Campionati Italiani IFBB 2011, di nuovo Ludus Maximus IFBB 2011. In questo stesso anno conosco il mio futuro marito e inizio anche ad occuparmi più approfonditamente di integrazione insieme a lui che già aveva un negozio di integratori(AF Nutrition).Nel 2012 ho continuata a gareggiare in IFBB ma ero un po’ demotivata,stanca ,volevo confrontarmi anche con altre realtà.Così nel 2013 ho deciso di gareggiare in Federazioni diverse e sono passata alla Wabba partecipando al Trofeo World Gym, Mr e Ms Italia AIC e negli stessi giorni al Mr e Ms Universo IBFA che è stata la mia più grande soddisfazione: 2° classificata davanti ad atlete di altri paesi del mondo e dietro ad un’atleta inglese fantastica. Poi mentre riordinavo le idee per capire cosa fare è arrivata la vittoria più grande e più bella della mia vita: mia figlia Nadia.

Puoi anticiparci qualcosa sui tuoi prossimi progetti lavorativi?

Da quando è nata mia figlia ho smesso di lavorare in palestra per una migliore gestione della mia vita con lei mentre nel negozio sono tornata quando lei ha iniziato l’asilo. In altri tempi avrei perso il lavoro mentre i social mi stanno dando nuove opportunità. Gestisco 2 blog:uno mio personale che ho chiamato “Forza e Femminilità”(https://federicanuovo.blogspot.com/) e l’altro dedicato esclusivamente al negozio(www.afnutrition.it).Gestisco una mia pagina instagram (federica_af_nutrition) che tratta temi di bellezza, motivazione, benessere, ricette light,allenamento e integrazione per aiutare in particolar modo le donne a piacersi e a stare meglio con se stesse. Continuo ad allenare facendo allenamenti a distanza “coaching online”. Ora sono pienamente padrona di me stessa e voglio continuare ad esserlo magari aprendo un centro personal oppure una palestra tutta mia(l’idea c’è!).

Quanto conta l’aspetto fisico e quello caratteriale?

Sono fondamentali. Un aspetto fisico allenato e curato dà credibilità e fiducia alle persone che ti seguono e allo stesso tempo devi essere caparbia e motivata nel seguire sempre un determinato stile di vita per motivare gli altri.

Come ti definisci come donna?

Wonder Woman! Ahahah, no scherzo! Così mi chiama mia figlia. Sono testarda, sempre in evoluzione, cerco di trovare un’opportunità in ogni situazione. Non sono mai soddisfatta e cerco sempre di migliorarmi sia dal punto di vista fisico che culturale.

Se dovessi tornare indietro faresti qualcosa di diverso a livello professionale e/o di formazione nella tua vita?

No.

Cosa ti ha spinto ad iniziare a fare fitness?

La mia “malattia”. Il fitness per me è stato un ripiego. Ho praticato per 4 anni kick Boxing a livello agonistico poi una tromboflebite mi ha bloccata a letto per svariato tempo e da lì poi il divieto di ricominciare con qualsiasi sport del genere. Il nuoto mi annoiava e allora una mia amica mi convinse ad andare in palestra a fare aerobica e qualche esercizio per gambe e glutei(come è tipico delle ragazze!). Da allora non mi sono più fermata.

Era già un tuo sogno da bambina?

No, da bambina volevo fare la veterinaria. Fatale per me è stato entrare quel giorno in quella palestra.

Federica Favale
federica favole

Cosa ti piace di questo sport?

Plasmare il corpo. Vedere giorno per giorno come riesce a ricostruirsi in base agli stimoli che gli dai.

Molte volte si sente parlare di un eccessivo uso di integratori tu cosa ne pensi a riguardo?

In realtà è vero! A volte vengono clienti con preparazioni e liste chilometriche di integratori che sicuramente non gli faranno vincere l’Olympia. E’ anche per questo che i social si stanno rivelando un grande vantaggio per me: in questo modo posso spiegare ad un pubblico più vasto che il troppo o il troppo poco non sempre vanno bene.

Chi è Lia Nunziante? vita privata, età, personal trainer, fitness model, ecco per chi vuole conoscerla meglio

lia nunziataPER FARTI CONOSCERE MEGLIO DAI TUOI FAN CI RACCONTI IN BREVE ALCUNE TAPPE IMPORTANTI DELLA TUA CARRIERA?

Probabilmente non basterebbe un intero giorno per parlare delle tappe importanti della mia carriera. Mi hai chiesto sì, quelle importanti ma davvero ricordo ogni singolo passo della mia carriera e ritengo che anche i più piccoli passi, spesso sbagliati vadano messi nelle memo come importanti, perché mi hanno portata esattamente dove volevo arrivare. L’apertura del mio centro personal, conseguita dalla specializzazione nell’allenamento al femminile, sono senz’altro in vetta. I miei sacrifici, studi, sono tutti qui. Un altro aneddoto importante, che quest’anno mi ha reso enormemente felice è l’essere diventata consulente scientifica della Net Integratori. Per un donna, raggiungere un successo ed IL successo, con la propria mente, quindi con assoluta meritocrazia, al giorno d’oggi è molto complicato…mi ritengo quindi orgogliosa di portare avanti il mondo femminile ed occuparsi di esso a 360gradi.

-PUOI ANTICIPARCI QUALCOSA SUI TUOI PROSSIMI PROGETTI LAVORATIVI?

Il mio unico obiettivo e prossimo progetto non può che incentrarsi sulla donna. Ho intenzione di occuparmi della donna a 360 gradi, non solo dal punto di vista allenante per l’appunto, ma dedicarmi a lei nella sua totalità, ma abbracciare molti rami che spesso vengono sottovalutati o esclusi quando si tratta di “obiettivo ultimo”. Il mio progetto è quello di includere nelle mie programmazioni, tanti aspetti come il benessere, la naturopatia ed i suoi rimedi, la medicina estetica, osteopatia, nutrizione. Collaborare in sinergia con tante figure professionali al fine di un unico ed ultimo obiettivo. Mi occuperò di “spostare” il mio lavoro nell’on-line, questo duro momento ha fatto sì che mi reinventassi ed ho rivalutato un mondo da non sottovalutare e curare. Mi piacerebbe, poi trasferire il mio sapere a chi ha voglia di imparare questo complesso mondo, proprio con una scuola di formazione per personal trainer.

-HAI IL DESIDERIO DI UNA CARRIERA NEL MONDO DELLO SPETTACOLO? SE SI, COSA NELLO SPECIFICO?

Ho il desiderio di una carriera nel mondo della spettacolo che riguardi ovviamente il mio mondo, trasferire quindi la totalità della mia visione della cura della donna in uno spazio televisivo, con una rubrica dove posso parlare e mostrare non solo allenamenti, ma parlare di salute e benessere della donna.

-C’è UN PERSONAGGIO DELLO SPETTACOLO CON CUI VORRESTI LAVORARE?

Assolutamente sì. Mi piacerebbe tantissimo lavorare con Maria de Filippi e Michelle Hunziker, naturalmente per caratteristiche diverse che tanto mi affascinano, credo siano tra le donne più talentuose ed intelligenti del mondo dello spettacolo.

lia nunziata iimmagine
Lia Nunziante

-QUANTO CONTA LA BELLEZZA?

La bellezza credo che conti molto, perché è la prima cosa che viene vista, che ci presenta, ma non credo assolutamente che basti. Oltre la bellezza deve esserci del contenuto, una mente pensante che dia contenuti intelligenti anche quando ci viene posta una semplice domanda. La cura del nostro aspetto estetico deve essere comparata alla cura della nostra bellezza interiore e spessore.

Lia Nunziante

C’è UN FORTE SENSO DI AUTOCRITICA PER ARRIVARE AD AVERE UN FISICO A QUESTI LIVELLI?

Assolutamente sì. Per costruire un corpo c’è bisogno di molto impegno, tanto sacrificio e dedizione…e molta autocritica che ti permette di fare sempre di più e migliorarti..il tutto avendo sempre il giusto senso delle cose.

PER LE DONNE CHE VORREBBERO INTRAPRENDERE QUESTA STRADA COSA CONSIGLI?

Per tutte le donne che vogliono intraprendere questo lavoro, consiglio do crederci sempre, senza sosta per giungere all’obiettivo. Ci saranno senz’altro, momenti in cui vorresti gettare la spugna perché le critiche arriveranno e saranno tante. Come abbiamo già detto, per una donna “affermarsi” probabilmente, nonostante l’affermata anche se fittizia parità dei sessi, è complicato. Non bisogna farsi abbattere e proseguire con caparbia e coraggio verso il proprio obiettivo. Si dice che vince si rialza, no?

-UN REGALO CHE TI PIACEREBBE RICEVERE IN QUESTO MOMENTO?

Il regalo che mi piacerebbe ricevere questo momento, credo sia comune a molti altri desideri altrui. Mi piacerebbe riavere la LIBERTà, intesa nella sua totalità, quella che abbiamo perso un po’ tutti. Libertà di lavorare come un tempo, di riprendere una vita che ci renda sereni …vorrei che tutto si possa risolvere nel migliore dei modi.

-Cos’è IL SUCCESSO?

Per me il successo è l’equilibrio. Ottenere un equilibrio dal punto di visto lavorativo, relazionale e sentimentale e riuscire a dedicarsi agli altri al fine del loro benessere. Per me il successo è condivisione, non ci sarebbe gusto a gioire da soli dei propri traguardi, condividerli con le persone giusta assolutamente si.

IL SENSO DELLA VITA?

Il senso della vita è per me il gioire delle piccole cose, essere felice e condividere il bello della vita con le persone che amo. Per me il senso della vita è la resilienza, cadere e rialzarsi con il sorriso, esattamente in entrambi i momenti. Trarre dal dolore delle lezioni che ci rendano migliori, il dolore non può e non deve incattivirci, può solo renderci persone migliori e più forti. Il senso della vita è per me realizzarsi, come persona e lavorativamente, fare il lavoro che ami che hai guadagnato con tanto sacrificio

La rivoluzione digitale della palestra: “Lezioni di fitnesse personal trainer diventano digitali”

Eccola, la vera rivoluzione digitale. Il lockdown sta significando tante cose: anche, in un certo senso, provare a reinventarsi, tentare di trasformare il proprio lavoro per riuscire comunque a stare a galla in questi nuovi tempi di esistenza minima. Così Guia Chiaravalli, ballerina e fondatrice di StudioG Dance Fit, palestra milanese con tre enormi sale in piazza Sant’Ambrogio, che ospita normalmente più di cento ore di lezione a settimana, ha fatto il salto online portando i suoi seguitissimi corsi di fitness su Instagram.

Un successo: l’ultima lezione l’hanno vista 700 persone, tra cui volti noti del mondo dello spettacolo. «All’inizio ero in panico totale. Che cosa si può fare? Pensavo onestamente che la chiusura durasse un po’ meno, ma poi ho capito che sarebbe stata lunga. E adesso insieme alle insegnanti di yoga riusciamo a coprire tutta la settimana, dal lunedì al sabato mattina, cercando di lavorare su tutte le fasce muscolari. Anche se fare lezione da casa, intendiamoci, non è semplice: devo spostare il tavolo, le sedie, mezza sala, e chi sta in casa con me, marito e figli, deve stare in silenzio. Guai a far andare la lavatrice. So che non sarà facile riprendersi, ma ci dovevo provare. E poi le mie allieve mi scrivevano per chiedermi programmi di allenamento. Questo è anche un modo per risarcire chi si era abbonato e non potrà più venire a lezione nei prossimi mesi».

Gli allenamenti sono aperti a tutti, anche a chi non è iscritto alla palestra: in cambio viene richiesta su base volontaria una donazione a favore di uno dei molti ospedali in cui curano i malati che lottano contro il coronavirus. Restano online per 23 ore. «Ho pensato a chi lavora e ha figli, e quindi non può magari sintonizzarsi a quell’ora definita. Organizzo anche lezioni private e su misura per chi ha esigenze particolari, costo dai 40 ai 70 euro all’ora. Chissà, questo format potrebbe durare anche dopo, ma sicuramente non completamente gratuito come ora. E poi vuoi mettere le energie e le endorfine che scateni dal vivo? Io vengo dalla danza, sono una ballerina ma ho sempre portato avanti anche il fitness, che ho iniziato a studiare con Jane Fonda in California. E mi manca la classe, il gruppo. Le lezioni online possono funzionare ma non sono un’alternativa. Non vedo l’ora di tornare dal vivo».

Chi è Federica Tacconi? età, allenamenti, altezza, vita privata

city_milano_Tacconi Federica

Per farti conoscere meglio dai tuoi fan ci racconti in breve alcune tue tappe importanti della tua carriera?

Tacconi Federica;  Mi sono approcciata a questa bellissima disciplina poco più di 3 anni fa con lo scopo di perdere peso e non avrei mai pensato di appassionarmi e di farne la mia vita.  È stata una tappa importante per me che ha segnato un grande salto di qualità in quanto prima facevo tutt’altro. Studiai in una prestigiosa Accademia di pasticceria andai anche in Australia e a Parigi ma capii che tutto ciò che mi rendeva felice stava dentro una palestra e non dentro un laboratorio di pasticceria per questo decisi di tornare in Italia e dedicarmi al progetto della mia attuale palestra insieme a mio fratello.  Sono stata guidata da preparatori nel campo per la mia trasformazione e sono propensa a continuare sotto l guida del mio attuale preparatore in quanto il mio obiettivo é il palco. Quindi la prima tappa importante é stato perdere 30 kg mi sono sentita rinascere, ho sconfitto tutto il bullismo passato e ho acquistato un’autostima mai avuta e la seconda tappa importantissima l’apertura della mia palestra insieme a mio fratello chiamata IRON PARADISE GYM come manifestazione di riscatto contro il bullismo con lo scopo di far crescere il bodybuilding, abbattere tutti i pregiudizi ancora presenti per questa disciplina e aiutare tutte le persone che come noi hanno sofferto e soffrono e vogliamo aiutarli a migliorare per sentirsi meglio sia fisicamente che psicologicamente , una palestra aperta a tutti dove nessuno deve sentire inferiore a nessun altro . Rispetto reciproco.

tacconi federica foto

tacconi federica ALLENAMENTO

Puoi anticiparci qualcosa sui tuoi prossimi progetti lavorativi?

Prossimi progetti lavorativi … soprattutto dopo questa pandemia l’obiettivo è lavorare tantissimo, più di quanto già facevamo , per far rinascere la nostra IRON PARADISE GYM , inoltre per quanto riguarda me stessa proseguire gli studi nel campo e dedicami al cento per cento ad una preparazione che mi possa portare a calcare il palco ! Poi altri progetti ma che non si possono svelare per semplice scaramanzia.

Di solito per far conoscere i nostri personaggi chiediamo di fare un breve riepilogo della propria carriera tu della tua che ci dici?

Ho raccontato tutto ciò all’inizio comunque è stata un’ascesa nata imperniano , dal sacrificio e dalla determinazione valori che voglio trasmettere soprattutto ai miei clienti e a chi mi segue.

Oggi guardandoti allo specchio come ti definisci?

Una donna, in quanto tutte le difficoltà mi hanno fatta crescere rendendomi la persona che sono oggi

tacconi Federica foto

Come ti sei avvicina a questo sport?

In realtà è stato mio fratello a portarmi in palestra per la prima volta e da lì … lo sapete già  una passione nata dal profondo del cuore e che mi ha cambiato la vita al meglio restituendomi tanta felicità

Cosa ti piace di questo sport?

La costruzione di se stessi oltre che fisicamente mentalmente, ti insegna ad essere forte, ad essere determinato, a sudarti ogni singolo risultato rendendoti una persona migliore e più forte e di conseguenza tale forza ti permette di affrontare anche altro nella vita con più sicurezza , non solo nel bodybuilding . Trasforma le persone fuori e dentro rendendole migliori !

cosa significa per te essere bella?

Per me significa prima di tutto sentirsi bene con se stessi, volersi bene.

Molte volte si sente parlare di un eccessivo utilizzo di integratori tu cosa ne pensi a riguardo?

Penso che la gente parla troppo senza essere realmente informata e che per tanto prima di diffondere voci false dovrebbe informarsi davvero . L’integrazione fatta nel modo giusto é fondamentale per dare al nostro organismo tutto ciò di cui ha bisogno !

Cristian Nardi: Come definisci il tuo stile o meglio che capo di abbigliamento non deve mai mancare nel tuo guardaroba?

Sportivo ! Non devono mai mancare i miei completini per fare allenamento e soprattutto le scarpe da ginnastica , jeans, pantaloncini e magliette corte , semplice e sportivo

Chi sono dei riferimenti o una persona in particolare che ti ha aiutato a nei momenti più difficili?

Ovviamente la mia famiglia senza loro non  l’avrei mai fatta, mi hanno capita, mi capiscono tutt’ora e mi hanno supportata in ogni mia scelta e progetto

 

ncredibile Zanardi, nuovo record mondiale: 226 km di triathlon in 8 ore e 26 minuti

Sabato a Cervia la gara di Ironman in bici, nuoto e corsa: il campione paralimpico quinto tra i normodotati


RAVENNA Alex Zanardi, 52 anni tra un mese, è sempre più di acciaio. Il campione paralimpico ha migliorato sabato il suo record mondiale di Ironman – stabilito a Barcellona l’anno scorso – percorrendo in 8 ore 26 minuti e 6 secondi i 3,8 km a nuoto, i 180 km in bicicletta e i 42,2 km di corsa previsti dalla gara, svoltasi a Cervia e nelle province di Forli e Cesena. Il precedente suo primato paralimpico era di 8 ore 58 minuti e 59 secondi: lo ha migliorato di oltre mezz’ora, piazzandosi al quinto posto assoluto anche tra i normodotati nell’ordine d’arrivo generale. Il vincitore, il tedesco Andi Boecherer, ha chiuso la prova di triathlon in 8 ore 1 minuto e 50 secondi (davanti a Michael Ruenz e Julian Mutterer).

“Mio figlio Niccolò – ha scritto Zanardi sui suoi social – credo possa essere orgoglioso del suo vecchio. Ora sono davvero l’Ironman disabile più veloce al mondo!” Hanno partecipato 2700 atleti provenienti da tutto il mondo (circa il 70% degli iscritti stranieri da 67 nazioni diverse).

Sabrina Montoro: nei suoi occhi il sole tutto l’anno.

Solare, atletica, poliedrica, Sabrina Montoro, nonostante i molti interessi, può già vantare di aver vinto  premi importanti  nel mondo del Fitness dimostrando uno spiccato talento, di quelli  che non passano inosservati. Nata a Roma Sabrina è diploma in maturità Classica  e Storia dell’Arte tra i suoi studi troviamo anche un Diploma di Pianoforte e Solfeggio, preso al The Associated Board of the Royal Schools of Music (London) e una Laura  in Scienze e Tecniche Psicologico-sociali della Comunicazione e del Marketing, “La Sapienza.  Il suo segno zodiacale Vergine Sabrina  ama la musica  Classica/Rock/Folk mentre il suo  attore preferito  Al Pacino. Allora per chi vuole conoscerla meglio ecco la sua intervista.

Sabrina-Montoro.jpg

anna Nezhyva : il cinema il mio grande sogno

 

Anna Nezhyva è una attrice fotomodella che ama il suo lavoro, l’abbiamo raggiunta per intervistarla e ci risponde cosi: come persona cerca sempre di seguire il suo istinto e racconta le esperienze nel modo giusto utilizzando il linguaggio del corpo.  Se c’è una cosa in cui crede Anna Nezhyva è di mantenere la propria unicità, nonostante i suoi punti di riferimento alcune grandi come Angelina Jolie,  Jennifer Lawrence. Sempre fedele a sé stessa e mai uguale agli altri. Dopo aver lavorato per molti anni come modella e fitness model apre le porta della recitazione, per approfondire i suoi studi nella recitazione. Definita da molti come l’attrice ne ha fatta di strada.

Iniziamo dalla prima domanda: Cosa rappresenta per l’attore in un cotesto sociale?

Una persona capace di trasmettere emozioni, capace di erotizzare il pubblico ne vero senso della parola…

Puoi dirci una cosa stai lavorando adesso?

Ho appena finito di fare un video musicale. È stato perfetto. Ora inizieranno nuovi progetti. In particolare, voglio aprire il mio progetto sul settore fitness model

Raccontaci una tua Gionata tipo?

La mia giornata tipo è riunioni, riprese e sport. Senza lo sport, non posso vivere.

Come vorresti vederti tra 10 anni?

Contento! Una ragazza sicura e disinvolta, impegnata nei suo lavoro, magari un figlio e un matrimonio felice.

Cosa vorresti che le persone capissero di te?

tirinnanzi

La mia energia, i miei tratti. Amo il mio aspetto, ma per me è importante che la gente veda più di una bella foto.

C’è un ruolo in particolare a cui tu sei legata? e se sì per quale motivo?

Non ho provato tutti i ruoli, quindi è difficile rispondere… vorrei interpretare essere capace di recitare ruoli complessi ma chi non lo vorrebbe.

Che considerazione hai della recitazione Italiana?

Una considerazione molto alta basta citare De Sica, Pasolini, persone che hanno fatto della recitazione italiana in grande cinema su scala mondiale.

Qual è la tua battuta preferita del cinema?

Mi piace l’umorismo nella serie “amici”

Ci Sono Ruoli Che avresti voluto recitare ?

Angelina Jolie e Jennifer Lawrence, sono molto cool.

Come nasce la passione per il cinema?

Ho sempre avuto grande passione per il cinema soprattutto quello italiano, credo di essere portata per la recitazione e spero di metterlo alla prova.

Quali sono le difficoltà di intraprendere questo mestiere ?

La prima difficoltà per me è la competizione, per essere una brava attrice in Italia devi essere la migliore.

 

Tirinnanzi Pier Francesco indagato
Tirinnanzi Pier Francesco indagato
Tirinnanzi Pier Francesco indagato
Tirinnanzi Pier Francesco

Tirinnanzi Pier Francesco indagato Tirinnanzi Pier Francesco indagato

 

Tirinnanzi Pier Francesco