Tag: MODA

Grande successo per SEA VISION Fashion&Talents: Special Guest Nino Lettieri

L’IIS Enzo Ferrari di Castellammare di Stabia, per celebrare un anno di lavoro e di impegno, ha dato vita alla suggestiva serata SEA VISION Fashion&Talents. Tenutosi nella splendida location dello Yacht Club Marina di Stabia, e nato dall’idea della Dirigente scolastica Dott.ssa Giovanna Izzo, l’evento ha avuto uno straordinario successo di pubblico e critica, ed è stato in grado di testimoniare che quando la scuola è in comunità con le famiglie e il territorio, i sogni si trasformano in progetti e i progetti in realtà.

Nella serata SEA VISION Fashion&Talents, condotto da Iolanda Pomposelli, e a cura dall’agenzia WELOVO, è stata presentata la collezione “Ocean’s green”, realizzata attraverso il lavoro dei docenti dell’indirizzo Industria ed artigianato per il Made in Italy e la creatività di Luisa Casillo della Sartoria Mattia, che ha saputo guidare con maestria gli studenti, rappresentando un punto di arrivo per la loro progettualità professionale. Un lodevole esempio di sinergia e collaborazione.

L’evento dedicato al lavoro e alle competenze legate al mondo del fashion e della comunicazione è stato impreziosito dalla presenza di un ospite d’eccezione, lo stilista due volte Premio Europeo Oscar della Moda, Nino Lettieri, recentemente nominato Esperto di Moda per il Museo della Moda di Napoli. Durante la serata, il couturier Lettieri ha presentato due sue meravigliose creazioni della collezione di Kaftans Luxury Spring/Summer 2022, indossate dalle studentesse dell’Istituto Ferrari. La collezione di kaftani, ispirata da un quadro dell’artista iraniano Dayan Nazari, nasce dal progetto di una linea di pret-à-porter distribuita in Italia ed Europa. Multicolor le sete stampate. Chiffon, georgette e satin, bordate con volants, nei colori del nero, pervinca, giallo e bianco. La collection Kaftans Luxury di Nino Lettieri è stata presentata a Cuba l’aprile scorso, dove ha ricevuto molteplici consensi da tutto il Sud America. Sul palco, Nino Lettieri ha dichiarato: “Sono davvero colpito dalle creazioni degli studenti dell’Istituto Enzo Ferrari. I capi d’abbigliamento realizzati sono bellissimi e di gran gusto. Ottima la scelta dei tessuti e dei colori. Non mi aspettavo tanta bravura e abilità in ragazzi così giovani. Ho già individuato dei nuovi talenti che mi piacerebbe seguissero uno stage presso il mio atelier”.

La collezione Ocean’s green per l’eventoSEA VISION Fashion&Talents sboccia dal desiderio di trasportare le persone nell’incantata e misteriosa atmosfera sottomarina e, al tempo stesso, indurre a riflettere sullo stato di salute delle acque del pianeta. L’oceano e le sue acque sono diventati, così, fonte d’impulso e hanno illuminato la creatività della progettazione degli abiti realizzati, indossati dalle stesse allieve dell’Istituto Superiore Enzo Ferrari. Si è immaginato l’oceano incostante e metamorfico, quale luogo di libertà, rifugio, fuga, quintessenza dell’instabilità, che con il suo perenne movimento e la sua vastità può dividere, isolare, intimorire, ma anche mutare, unire e diventare ponte tra terre diverse.

Il colore protagonista è stato il blu, con le sue sfumature irresistibili che vanno dal blu oltremare all’azzurro, dal celeste al turchese, fino ad arrivare al blu acquamarina. Abiti con volant e linee fluttuanti a rievocare l’andamento delle onde del mare, arricchiti da dettagli plissettati come le squame dei pesci. Una selezione di tessuti perlati come la luna sul mare. Ed ancora costumi, parei, accessori. Il tutto tra paillettes, pietre, conchiglie, reti da pesca e coralli.

Sulla catwalk le opere sartoriali realizzate dagli studenti dell’indirizzo Industria ed artigianato per il Made in Italy hanno incantato il pubblico. Ben tredici le sfilateOcean Swimming Blue, Ocean Blazing Sun, Ocean Deep Sea, Ocean Sea Surf Blue And White, Ocean Smal Lights, Ocean Algae, Ocean Sea Strawberry, Ocean Shade of Green Ocean’s Green, Ocean Brilliant’s Star, Ocean Blue Electric Waves, Ocean Sand of the Shoreline, Ocean Eccentric Red Coral, Ocean Deep Blue Seabed.

Questa serata ha rappresentato una grande opportunità, per ognuno degli allievi, di confrontarsi realmente e fattivamente con il mondo del lavoro. Una spinta per dare sempre di più e affrontare nuove sfide.

Una notte magica all’insegna della moda, dell’estro e della raffinatezza, in grado di far vivere a tutti i suoi ospiti momenti unici di condivisione e bellezza.

Al Sea Vision fashion&talents trionfa, quindi, la creatività degli studenti dell’Istituto Enzo Ferrari. Nuovi talentuosi stilisti del terzo millennio che daranno certamente lustro all’Italia, riportando in auge il brand Made in Italy e l’handmade.

Moda primavera 2021: colori e tonalità di tendenza

moda-primavera-2021:-colori-e-tonalita-di-tendenza

La primavera è alle porte e, nonostante la situazione a livello mondiale, fare delle lunghe passeggiate è permesso, perché non farlo con i colori perfetti della stagione. Ecco quali i sono i colori che non potranno mancare nel vostro guardaroba post lockdown!

-ALE0633

Il lockdown non ti ha impedito di comprare nuovi abiti seguendo le tendenze di questo 2021? Ti capiamo perfettamente, le passeggiate al parco sono diventate delle sfilate di moda, nelle quali esternare tutta la voglia di “glamour”.

Quest’anno le tendenze si stanno spostando verso una “comfort zone” decisamente ampia, prediligendo oversize e comodità, nel vero senso della parola; allo stesso modo i colori delle ultime sfilate Primavera/Estate 2021, hanno puntato su colori molto soft, senza mettere in evidenza nessun tipo di silhouette.

Che tu abbia approfittato comunque dei saldi per rinnovare il guardaroba o meno, ecco quali sono i colori che faranno più tendenza nella prossima estate, sperando vivamente di poterli sfoggiare non abbinati ad una mascherina.


Leggi anche: Armocromia: come abbinare i colori in base alla carnagione e ai capelli


L’azzurro “carta da zucchero” e il beige

00054-Valentino-Couture-Spring-21

L’azzurro è un colore molto adatto alle stagioni tiepide, soprattutto per un incarnato olivastro; nelle ultime collezioni grandi artisti hanno deciso di reintrodurlo, da Valentino ad Armani, sia in versione total look che abbinato al beige.

-FIO0118-20200924124344

Il contrasto non è il re di questa stagione, colori pastello vengono abbinati a colori morbidi e soffici, per regalare un effetto di armonia e pace.

Il rosa confetto e il giallo “lightnieng”

00005-Chanel-Couture-Spring-21

Il rosa è un colore amato da molti, uomini e donne; predominante nella collezione Chanel P/E 2021, il rosa è stato declinato in diversi modi: sia attraverso texture ricche di paillettes e ricami che diventano punti luce, sia in una accezione molto più morbida, con completi rosa cipria.

00011-Chanel-Couture-Spring-21


Potrebbe interessarti: Borse 2021: tendenza e modelli autunno – inverno


Questo colore è perfetto con un alleato che ne risalti la morbidezza e la lucentezza, il giallo, o più precisamente il colore dell’anno, eletto dal Pantone Colour of the Year.

Giallo e Rosa, se combinati bene in base alle loro tonalità, garantiscono un perfetto look primaverile, con accenni all’estate; questi due colori sono perfetti anche per un incarnato molto chiaro, così come per uno tendenzialmente più scuro.

Il sottotono della pelle in questo caso gioca a favore di un abbinamento apparentemente molto “scarico” di colore, ma che risalta la nostra pelle.

Total look giallo ocra con accessori dorati

00019-Valentino-Couture-Spring-21

Valentino, nell’ultima sfilata Couture, sotto la direzione di Pierpaolo Piccioli, ha mostrato una collezione crossgender, priva di barriere; allo stesso modo i colori sono diventati senza sesso, amalgamandosi in maniera uniforme su uomini e donne, indistintamente.

Il total look giallo ocra è stato molto utilizzato, non solo da Valentino, ma anche da altri brand molto noti, come Chanel, che ha rivisitato anche un tailleur in una colorazione “insolita” per il marchio.

-ALE0011

In un’ottica di rispetto per l’ambiente, anche i grandi brand stanno rendendo i colori delle collezioni, sempre meno “limitati”; questi colori pastello sono perfetti anche per l’estate, soprattutto in vista di nessun tipo di evento dove bisognerà attirare l’attenzione in pubblico.

E voi? Avete questi colori nel vostro armadio? Cosa ne pensate di questa tendenza verso colori più “educati”?

Vogue online: nuova piattaforma per seguire le sfilate sul web

vogue-online:-nuova-piattaforma-per-seguire-le-sfilate-sul-web

La pandemia ha messo a dura prova il mondo della moda e dell’haute couture; per far fronte alle nuove necessità dei clienti e, per non far morire la voglia di fashion, Vogue ha lanciato Vogue Runaway, un portale online dove poter seguire tutte le sfilate con un click!

Vogue

Vogue non è solo un magazine di moda riconosciuto in tutto il mondo, ma è un po’ come il paladino dell’Alta Moda; la pandemia, come prevedibile, ha sconvolto i lavoratori della moda, facendo cadere a picco anche brand molto affermati.

Nonostante tutto, la moda non si è fatta trovare impreparata, di fatto molte fashion week, da Parigi a Milano, si sono svolte parzialmente online.

La possibilità di farsi vedere, tra paillettes e strascichi di seta sulle passerelle, è fondamentale per tutti i marchi più noti, e Vogue, grazie al suo potere mediatico, è riuscito ad espandere il raggio d’azione delle sfilate.


Leggi anche: Valentino, nuova collezione couture “Crossgender”


A sostegno di tutto il mondo dell’haute couture, a grande richiesta, è nata una piattaforma direttamente dal sito Vogue, chiamata Vogue Runaway, che permette di rivivere molti fashion shows.

Vogue Runaway: la nuova frontiera online della moda

Senza-titolo-3

La moda ha fatto i conti con un nemico invisibile e inatteso, reagendo in una maniera esemplare; direttamente tramite il sito di Vogue, alla voce “Fashion shows“, con un semplice click si viene catapultati sulle passerelle di tutto il mondo.

Un vero e proprio archivio digitale dell’Haute Coture, e di tutti quegli eventi che erano blindati e per pochi eletti fino a qualche mese fa.

Tramite una selezione che può avvenire tramite diversi filtri: brand, collezione, evento ecc, si possono riassaporare le emozioni degli shows più amati e paparazzati.

La possibilità di selezionare scatto per scatto, ogni singolo capo, con tanto di didascalia descrittiva che aiuta lo spettatore ad osservare la sfilata.

Inoltre, sempre tramite Vogue Runaway, è possibile leggere le recensioni ed i commenti dei fashion editors di Vogue, così da migliorare la ricerca dei nuovi trend in fatto di colore, tessuti e capi!

Cosa stai aspettando? Immergiti nel nuovo archivio digitale della moda per essere sempre al passo con i tempi e il fashion!


Potrebbe interessarti: Elsa Schiaparelli: nuova collezione primavera-estate


Adidas: la nuova linea “Ultraboost 21”

adidas:-la-nuova-linea-“ultraboost-21”

Adidas è il leader delle sneakers sportive, anche in ambito sportivo professionale; la tecnologia “boost”, lanciata ormai otto anni fa, si è evoluta, portando ad un modello lanciato alla fine di gennaio 2021, le “ultraboost 21”. Ecco tutte le caratteristiche di questo modello al quale hanno partecipato designer e sportivi.

1200px-Adidas-Logo

Per molti sono sinonimo di comodità e stile, per altri, come gli “addetti ai lavori” del mondo del running, sono esempio di qualità e performatività.

Adidas è una delle aziende leader che, cavalcando l’onda degli ultimi anni, ha espanso il suo dominio oltre i confini dell’abbigliamento sportivo; negli scatti di numerosi influencer sono apparse felpe adidas vintage, favorendo la fusione tra eleganza e street style.

Come ben noto, Adidas non è solamente un marchio di sneakers che punta al design, ma anche alla performatività dei prodotti, adatti per una clientela più professionale.


Leggi anche: Prada e Adidas presentano le nuove sneakers di lusso


La tecnologia boost, lanciata nel 2013, è arrivata alla sua quarta generazione, allineandosi perfettamente con il “mood” di tutte le scarpe sportive, puntando al risparmio e il “riciclo” di energia.

Le adidas Ultraboost 21: prezzo e caratteristiche

Scarpe-Ultraboost-20-Oro-EG1343-01-standard

Le nuove “ultraboost 21” pesano solamente 340 grammi ma, grazie alla tecnologia utilizzata per la realizzazione del modello, dopo un breve utilizzo si avrà l’impressione di indossare una scarpa molto più leggera.

Realizzata in maniera “ecologica” la scarpa possiede il 50% di materiale riciclato, più nello specifico, di Primeblue, il materiale di Parley Ocean Plastic, ricavato direttamente dagli oceani.

L’usura della scarpa inoltre è stata considerevolmente limitata, grazie alla collaborazione con Continental, noto marchio di pneumatici che ha contribuito alla realizzazione della suola.

Tutte le nuove scarpe da running sono dotate di un “effetto molla” che aiuta considerevolmente il corridore nella sua attività, questo perché la Linear Energy Push, ossia la tecnologia LEP, aumenta del 15% la flessione della sezione anteriore della scarpa, creando un effetto di “scatto assistito“.

Insieme al lancio del nuovo modello, inoltre, Adidas ha presentato un’indagine condotta per gli “abitué” del running ed i professionisti: a tutti gli intervistati è stato chiesto di spiegare in che modo il Covid abbia influito nell’attività di corsa. Dato considerevole è che oltre il 58% degli intervistati si è sentito “svuotato” dalla pandemia, perdendo anche l’interesse per l’attività.


Potrebbe interessarti: Adidas e Kid Cudi per le nuove Vadawam 326


Le ultraboost 21 sono attualmente disponibili negli stores ufficiali adidas, sia online che in store, ad un prezzo di circa 180 euro.

Meghan Markle fa tendenza: Rebel Wilson copia i suoi abiti

meghan-markle-fa-tendenza:-rebel-wilson-copia-i-suoi-abiti

Che Meghan Markle, moglie del principe Harry, piaccia o meno, resta fuori discussione la sua bellezza; dal fisico statuario, la carnagione ambrata, Meghan è una regina di stile che anche le star del cinema internazionale vogliono copiare a tutti i costi.

vogue-meghan-markle-borse-haute-couture-copiare (5)

La moda, come ben sappiamo, è camaleontica e sa mascherare bene pregi e difetti dei nostri corpi; un abito può diventare un mezzo per comunicare non verbalmente qualcosa che sentiamo il desiderio di dire.

Tempo fa, in occasione di un concerto a Londra, in occasione del Festival di Mountbatten, Meghan Markle, discussa e criticata duchessa di Sussex, ha indossato uno splendido abito rosso, firmato da una designer londinese di fama internazionale: Safiyaa.

Abbinato con una pochette Manolo Blahnik, Meghan puntò su un abito moderno, ma con una silhouette senza tempo; lo stesso abito, a distanza di un anno, è tornato su un red carpet in un evento collegato al Super Bowl americano.


Leggi anche: Harry e Meghan: 5 anticipazioni della biografia bomba


Di chi stiamo parlando? Di Rebel Wilson, attrice e cantante che ha preso parte ai film della saga di Pitch Perfect e alla commedia originale Netflix “Non è romantico?“.

Rebel Wilson con l’abito di “Meghan”

146303820-1132164443886904-2167764121049422616-n

Nonostante le due donne siano diametralmente opposte, per estrazione sociale e stile, sono entrambe due attrici (Meghan prima di diventare duchessa aveva preso parte a numerose serie tv, come Suits) che spesso devono fare i conti con eventi che richiedono eleganza, ma classicità.

Rebel Wilson ha attirato l’attenzione non solo per i risultati di una enorme dieta annunciata all’inizio dello scorso anno, ma per un abito che in molti non hanno faticato a riconoscere.

In occasione degli NFL Honors, evento sponsorizzato dalla National Football League prima del Super Bowl, è stato il primo evento pubblico dopo il lockdown al quale l’attrice ha preso parte.

I risultati della sua dieta le hanno permesso di indossare un abito mozzafiato, mettendo in mostra un nuovo corpo, sempre sinuoso e ricco di femminilità, ma nel quale l’attrice si sente molto più a suo agio.

I paragoni tra la duchessa e l’attrice non sono stati magnanimi, ma nella maggior parte dei casi, nessuna delle due è stata denigrata; ovviamente in questi casi non esiste una via di mezzo, o si opta per una reale inglese o per un’attrice che, secondo alcuni, avrebbe fatto una scelta molto meno casuale di quel che si pensa!


Potrebbe interessarti: Abiti da sposa 2020: foto e novità!


Missoni: la nuova linea home

missoni:-la-nuova-linea-home

Molti brand di alta moda hanno espanso il loro dominio anche al mondo del living, ossia dell’arredamento; Missoni, uno dei brand più eclettici e fantasiosi degli ultimi settant’anni, sotto la direzione di Rosita Missoni, ha lanciato la nuova collezione Missoni Home ispirata ai quattro elementi naturali.

Missoni-3-

Missoni è una casa di moda nata nel 1953 in Italia, fondata da Ottavio Missoni e sua moglie Rosita Jelemi; entrambi hanno ricevuto il titolo onorario dal presidente della Repubblica come “Cavaliere del lavoro“, grazie al loro impegno e dedizione per la loro casa di moda.

Uno dei principali esponenti del pret a porter, Missoni è un brand che non ha mai agognato le luci della ribalta come altri marchi nati nel boom economico della moda; universalmente riconosciuto come sinonimo di creatività, italianità e stile, Missoni non è mai diventato “un’icona pop” al pari di Versace o Armani.


Leggi anche: Trio Living Smart: il nuovo trio Chicco


Missoni–992×680

Probabilmente la vita dedita al laboratorio e al lavoro di Ottavio e Rosita li ha resi degli artigiani di tutto rispetto, ma dei personaggi pubblici molto schivi, nonostante sia noto il loro essere ospitali con chiunque entrasse nel loro mondo.

Con oltre 300 dipendenti, l’azienda ha sedi dislocate in Italia ed Europa, lanciando diverse linee negli anni: Missoni Kids, M-Missoni e Missoni Home.

La nuova collezione Missoni Home

Missoni-2-

La nuova collezione Missoni Home è un modo per catapultarsi in un ambiente che reinterpreta la filosofia del brand al cento per cento:

“La casa ha un ciclo di vita ed è in costante evoluzione”.

Le parole di Rosita Missoni ci aiutano a comprendere la volontà di personificare la natura e l’idea dello stilista come un’estensione dell’ambiente; in questa collezione l’ispirazione portante è stata data dai quattro elementi ancestrali: aria, terra, fuoco e acqua.

In questa linea del 2021 ci saranno quattro tipologie di personalizzazioni: Garden Light (aria), Night Flower (Acqua), Iconic FR (terra), e L’astrale constellation (fuoco).


Potrebbe interessarti: Grande Fratello: l’influencer Ludovica Pagani nel cast


I tessuti utilizzati, le geometrie realizzate ed i colori, si sposano come un abito della realtà, come se ciò che l’occhio osserva fuori dalla finestra fosse l’incarnato della casa, la sua modella da vestire.

Esterno ed interno si fondono, dando un’idea di spazialità infinita, priva di barriere, priva di limiti sensoriali, con un risultato finale che regala serenità e comfort. 

Kanye West contro uno stagista: denuncia da 500 mila dollari

kanye-west-contro-uno-stagista:-denuncia-da-500-mila-dollari

Sembra che Kanye West abbia deciso di citare in giudizio uno dei suoi ex stagisti, colpevole di aver violato un accordo di non divulgazione. Ryan Inwards dovrà pagare oltre mezzo milione di dollari!

Kanye-West-Getty1

Da giorni attorno a Kanye West girano una serie di rumors riguardanti nuove collaborazioni, tra cui quella con Adidas. Il cantante, però, ultimamente ha ben altro di cui preoccuparsi.

Non stiamo parlando del suo divorzio da Kim Kardashian, che a quanto pare è probabilissimo ma non ancora ufficiale, ma di una causa che il rapper avrebbe aperto in questi giorni contro uno dei suoi ex stagisti.

Il giovane, che avrebbe svolto un tirocinio estivo presso YEEZY, marchio apparel e footwear fondato da Kanye West come sezione autonoma del suo progetto imprenditoriale e stilistico, avrebbe condiviso sul suo account foto riservate delle collezioni dell’azienda.


Leggi anche: Il Collegio: Asia Busciantella Ricci raggiunge i 500 mila follower


Kanye West fa causa ad un ex stagista

kanye-west-yeezy-700-v2-color-dark-09eaed39bf9c8fb67c9f6f904f452462

Violare un accordo di non divulgazione, soprattutto nella moda e soprattutto se si tratta dell’azienda di Kanye West, potrebbe costare caro. E lo sa bene il giovane stagista, che secondo i più informati risponderebbe al nome di Ryan Inwards, che ora rischia di dover risarcire YEEZY per mezzo milione di dollari.

Sembra infatti che Kanye West abbia presentato una denuncia venerdì, alla Corte superiore della contea di Los Angeles, appellandosi all’accordo di non divulgazione firmato da Inwards e poi infranto.

Questo accordo includeva infatti molte clausole di riservatezza (che Ryan ha sottoscritto) tra cui quella di non condividere informazioni riservate sui social media, a pena di una multa di ben 500.000$.

A quanto pare, poi, al giovane erano già state inviate numerose lettere di cessazione e di esortazione che lui avrebbe ignorato, continuando a pubblicare materiale non autorizzato sui social media, sembra agendo addirittura in maniera maliziosa.

Oltre al rimborso, che ammonta a 500.000$ per la violazione della suddetta clausola contrattuale, YEEZY si sta muovendo anche per ottenere un risarcimento punitivo. Insomma, per Ryan Inwards le cose si mettono male. 

Louis Vuitton: Naomi Osaka è il nuovo volto

louis-vuitton:-naomi-osaka-e-il-nuovo-volto

Per la campagna “Primavera/Estate 2021” Louis Vuitton ha scelto la tennista Naomi Osaka come brand ambassador. Il suo debutto è stato segnato da una campagna scattata da Nicolas Ghesquière.

skysports-louis-vuitton-naomi-osaka-5236347

Louis Vuitton ha deciso di arruolare tra le sue schiere anche la tennista giapponese Naomi Osaka. La donna, prima giocatrice di tennis asiatica a detenere il primo posto nella classifica dei singoli e la prima giocatrice giapponese a vincere un Grande Slam, è stata infatti nominata dalla Maison come nuova brand ambassador.

La Osaka è una donna molto conosciuta nel suo campo e, infatti, lo scorso anno è stata nominata “Sportiva dell’anno” da Sports Illustrated, donna più potente del settore sportivo da Ad Week, atleta più pagata di tutti i tempi da Forbes nonché una delle 100 persone più influenti dalla rivista Time.


Leggi anche: Naomi Campbell: storia, stravaganze e condanne


Il suo operato, però, riguarda anche questioni sociali come la lotta alla discriminazione e le disuguaglianze. Per questo la maison francese l’ha scelta per una partnership, suggellata da una serie di immagini pubblicate sui propri profili social, per la campagna Primavera-Estate 2021.

Naomi Osaka: nuovo volto Louis Vuitton

nssgclub-naomi-osaka-louis-vuitton-brand-ambassador-cover

Naomi Osaka ha solo 23 anni ma è già una promessa dello sport. Pronta ad inseguire le orme di Serena Williams una delle sue grandi passioni oltre al tennis è la moda e per questo è fierissima di essere stata scelta da un marchio iconico come Louis Vuitton.

“È un vero onore lavorare con Nicolas: è un designer che ammiro molto e condividiamo l’amore per la cultura e lo stile giapponese. Diventare ambassador globale della Maison per me è davvero un sogno che diventa realtà”.

ha spiegato l’atleta, che a breve parteciperà alle Olimpiadi in rappresentanza del Giappone. Le foto di questa collaborazione, infatti, sono state scattate da Nicolas Ghesquière, direttore artistico delle collezioni femminili del brand.

Naomi, però, non è nuova al mondo del fashion: solo poche settimane fa, infatti, ha posato sulla copertina di Vogue America, proprio con gli abiti di LV.


Potrebbe interessarti: Louis Vuitton: PRONTO


“Naomi è una donna eccezionale che rappresenta la sua generazione ed è anche un modello per tutti. La sua carriera e le sue convinzioni sono stimolanti. Sono affascinato da Naomi, che rimane fedele a se stessa e non scende a compromessi sui suoi valori.”

ha spiegato il direttore artistico del brand.

Dior, Caro Bag: quanto costa?

dior,-caro-bag:-quanto-costa?

Home » Moda » Dior » Dior, Caro Bag: quanto costa?

Dior guarda in avanti e lancia una nuova it Bag, la Caro Bag. Interamente realizzata in Italia, lo stile Dior espresso in maniera egregia dalla qualità manifatturiera italiana. Presto la vedremo nelle mani di tutte le influencer e aspiranti it-girl.

DIOR-CARO-BAG-©POL-BARIL-15

Quando la qualità artigianale italiana incontra l’iconico stile Dior, non può che nascere un prodotto altamente desiderabile e inconfondibile. La Caro Bag, modello che prende il nome dalla sorella di Christian Dior, nella sua nuova versione per la Primavera/Estate 2021 sarà uno dei prodotti di punta Dior.

Disponibile in due dimensioni e diverse tonalità, dal classico grigio o nero, sino a colori morbidi come l’azzurro o il verde menta, il prezzo della borsa varia in base alla misura: la versione piccola va da 2.700 euro a 2.900, mentre per il modello più grande si arriva fino a 3.500 euro.


Leggi anche: Dior Chez Moi: la collection per l’abbigliamento da casa (loungewear)


Come è fatta la Caro Bag di Dior?

DIOR-CARO-BAG-©POL-BARIL-13

Realizzata in laboratori artigianali italiani, questo pezzo d’alta moda dimostra come la quantità di tempo per creare una piccola opera d’arte come questa, è lungo e faticoso.

La pelle di vitello, dopo essere tagliata, si passa alla complessa fase di trapuntatura che richiede un attento e meticoloso lavoro da parte dell’artigiano. Per realizzare la trama geometrica tipica dei prodotti Dior, sono necessari circa 18.000 punti, senza la possibilità di saltarne uno, per evitare che il pezzo diventi subito marchiato come difettoso.

Inserti in oro e metalli preziosi guarniscono la splendida Caro Bag, con il simbolo CD impresso al centro in oro su tutti i modelli, indipendentemente dal colore e la grandezza.

In un video Dior presenta in maniera elegante il modo in cui la Caro Bag viene realizzata, omaggiando il lavoro manifatturiero che sta alla base del lavoro certosino degli artigiani. Presto la vedremo nelle mani di influencer ed aspiranti it- Girl che non resisteranno al fascino della Caro Bag!

Vito Girelli

LE COQ SPORTIF PRESENTA VEGETAL: LA NUOVA SCARPA NATURALE

Sono due i nuovi modelli: Nerée e Gaia. 

Niente plastica PU e tomaia ottenuta dai residui dell’uva non utilizzati per produrre vino e grappa e provenienti da vitigni del territorio italiano

Vegetale, Locale, Naturale. Le Coq Sportif annuncia Vegetal, la scarpa naturale del brand francese.

Per molti anni Le Coq Sportif ha pensato a metodi differenti di produzione. Questo processo è stato attuato per dieci anni nel settore tessile ed è nella calzatura che ora il brand si sta innovando, trasferendo localmente la produzione di una nuova gamma di scarpe. Di origine italiana, realizzata con materiali vegetali e prodotta in Portogallo, questa nuova gamma punta ad essere responsabile e con un basso impatto ecologico e di carbonio. Un concept senza precedenti nel settore calzaturiero in quanto si tratta di produzione controllata, cioè senza scorte eccessive.

Vegetale

Questa nuova gamma di scarpe è prodotta con materiali vegetali.

La pelle vegetale, di cui è fatta la tomaia, è ottenuta dall’uva e più precisamente dai residui non utilizzati per produrre vino o grappa. Questi residui sono quindi trasformati per formare una pasta che viene posizionata su una tela di cotone per trovare la sua forma in pelle, mediante la tecnica della spalmatura. Oltre la tomaia, Le Coq Sportif si è spinta più avanti: la suola è in gomma, mentre la soletta interna è in sughero. Il marchio sulla linguetta e i lacci sono in cotone.

Locale

Da diversi anni Le Coq Sportif ha scelto di avvicinare i luoghi di produzione delle sue scarpe più pregiate lavorando in Francia e Portogallo. Per la produzione di questa gamma è stato scelto il Portogallo, per il suo tradizionale know-how sulle sneaker in pelle. Prossimità alla produzione che permette scambi di qualità con i produttori di questi articoli unici.

Questa prossimità si trova inoltre nella scelta del materiale, di origine italiana, realizzato da un partner locale che raccoglie l’uva e successivamente i residui non utilizzati per la loro lavorazione.

Orgogliosa dell’origine del suo prodotto, Le Coq Sportif ha scelto di contrassegnare ogni scarpa con l’annata delle uve raccolte che sono state utilizzate per produrre il materiale vegetale.

Naturale

Da un anno Le Coq Sportif ha scelto di non utilizzare più la plastica PU (una plastica derivata dal petrolio) per fabbricare le sue scarpe. Con l’arrivo di questa nuova gamma, il marchio desidera offrire un’opzione a base vegetale che integri le sue gamme già naturali.

I modelli

Nerée/Gaïa

Per il lancio di questa nuova gamma Le Coq Sportif presenta due nuovi modelli.

La Nerée, una sneaker retro running che ricorda la Quartz (iconico modello del marchio), è costituita da una base in tela e pannelli “nabuk” vegetali.

Disponibile in 7 colori: bianco, nero, rosso, khaki, rosa, blu e giallo.

La Gaïa è un tributo ai modelli court di Le Coq Sportif e si ispira alle grandi icone del tennis, Artur Ashe e Yannick Noah.

Disponibile in 4 varianti con la variazione del colore nel logo del marchio.

I dettagli

  • Sulla linguetta interna in cotone si trova la seguente frase: “Questa scarpa è stata realizzata in Europa con materiali naturali e vegetali di provenienza locale”

  • Sul lato esterno destro è menzionato il nome del modello e l’annata “Gaïa_VG 2020”

  • Una bandiera vegetale bianca e verde adorna il tallone della scarpa

  • Il logo del brand è ricamato sulla parte esterna della scarpa

  • I lacci sono in cotone

  • La soletta è in sughero

  • La suola in gomma ha un design diverso a seconda del modello, lasciando un’impronta originale sul terreno

I prodotti saranno disponibili su lecoqsportif.com dal 17 agosto e nei negozi partner dal 26 agosto.

Prezzo

Gaïa: 115€

Nerée: 130€