Tag: Gomme

 b2tyres.com i migliori prezzi pneumatici d’europa  Blacklion

tra le migliori gomme su  b2tyres.com   b2tyres.com , Fondata nel 2013, Blacklion Tires Ireland Ltd ha rapidamente costituito una base clienti locale e nazionale forte e fedele per soddisfare le loro richieste di prodotti di alta qualità e di grande valore. Blacklion Tires è un’azienda internazionale con ingegneri e strutture di collaudo in tutto il mondo, tra cui Nord America, Europa e Asia. Tutti gli pneumatici sono costruiti in impianti di produzione all’avanguardia e la qualità del prodotto corrisponde o supera quella dei pneumatici di marca premium.

 b2tyres.com

I pneumatici Blacklion offrono un’eccellente maneggevolezza in caso di pioggia, con un disegno del battistrada progettato specificamente per disperdere l’acqua, i pneumatici Blacklion sono perfetti per il clima irlandese e possono ridurre significativamente la distanza di arresto della vettura in condizioni di pioggia.

b2tyres.com gomme migliori prezzi

I pneumatici Blacklion sono il nostro marchio esclusivo, ma forniamo anche la gamma Yokohama premium ad alte prestazioni.

La nostra missione è quella di guadagnare la vostra fiducia come un fornitore stimato di pneumatici di qualità, un servizio clienti eccezionale e un valore imbattibile!

Blacklion BU66

Lo pneumatico Blacklion BU66 Champoint è uno pneumatico Estate. Questo pneumatico è adatto per una guida Sport. Questo pneumatico è disponibile in 114 dimensioni.

Tre criteri d’eccellenza definiscono il marchio Blacklion: sicurezza, resistenza, durata. Gli pneumatici Blacklion sono particolarmente raccomandati per la loro eccellente aderenza e la loro capacità di trazione.

b2tyres.com 

Arriva l’estate con tutte le migliori offerte gomme moto su webpneumatici.it PIRELLI, YOKOHAMA, CONTINENTAL, il portale meglio di Amazon dal 19 giugno comprare Online risparmi

Torniamo col nostro appuntamento quotidiano dedicato alle migliori offerte di gomme estive e invernali su webpneumatici.it  disponibili giorno per giorno.  Abbiamo trovato alcune interessanti promozioni legate a PIRELLI, YOKOHAMA, CONTINENTAL  e molto altro. Come sempre, vi proponiamo anche “l’angolo delle offerte del mese.

IL PNEUMATICO PIRELLI – P7 CINT 225 45 17 PIRELLI P7 CINT 91YR link

PNEUMATICO TOMKET – SPORT 3 XL 225 45 17 TOMKET SPORT 3 XL 94W linkIL PNEUMATICO PIRELLI – P7 CINT 225 45 17 PIRELLI P7 CINT 91YR link
PNEUMATICOKUMHO – HS51 205 55 16 KUMHO HS51 91V link

 

viaggiare con  webpneumatici.it

Ricordiamo infine tutti i nostri servizi che potete trovare sul portale dedicato alla gomme

  • Consegne in 1 ora (alcune città)
  • Spedizioni gratuite
  • montaggi gomme
  • consegna 48 ore
  • pagamento contrassegno
  • migliori marche
  • prezzi scontarti

 

 

Il procedimento studiato da EcoTyre con i PFU: i risultati della nuova mescola sono stati in alcuni casi migliori di quelli ottenuti con pneumatici nuovi

Da rifiuti a gomme: gli pneumatici verdi, realizzati con granulo di PFU (pneumatico fuori uso) messi a punto da EcoTyre hanno dato risultati eccellenti. Il successo è stato determinato da un’ottimizzazione delle 9 fasi del processo: innanzitutto la selezione qualitativa degli PFU recuperati che devono avere caratteristiche specifiche (tipo di polimero, livello di consumo, ecc).

Questi PFU subiscono un processo di granulazione specifico secondo protocolli prestabiliti con controlli qualitativi in entrata e in uscita delle caratteristiche del granulo (densità, granulometria, base polimerica). Segue un trattamento intermedio preparatorio per poi arrivare alla devulcanizzazione: il processo che rende nuovamente utilizzabile la gomma a fine vita per l’utilizzo nel normale ciclo produttivo. Infine lo studio e la messa a punto di una mescola innovativa capace di ottimizzare le caratteristiche della nuova gomma.

La mescola così ottenuta è stata utilizzata da EcoTyre per creare questi pneumatici con, all’interno della mescola, gomma derivante dal riciclo di PFU. Il Consorzio li ha montati su mezzi della propria flotta e ha operato una serie di test operativi su strada per verificare pressione, consumo battistrada, stato generale dello pneumatico, in modalità comparativa rispetto alle gomme tradizionali.  I risultati dei test (in una prima fase realizzati con una percentuale di gomma riciclata pari al 5%, aumentata poi fino al 20%) sono stati sorprendenti: dopo aver percorso oltre 1.500.000 chilometri, da aprile 2018 ad aprile 2019 nelle normali condizioni di utilizzo e circolazione su strada, gli pneumatici test montati su 20 camion hanno mostrato caratteristiche di durata e resistenza analoghe, e in alcuni casi migliori, a quelli convenzionali.

Carlini Gomme debutta ad Autopromotec

Parteciperà ad Autopromotec, per la prima volta, Carlini Gomme. L’azienda di di Monsampolo del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, è stata fondata nel 1955 ed è cresciuta negli anni, ampliando le sedi e il catalogo pneumatici e accessori per tutti i settori: auto, fuori strada, veicoli commerciali, moto – scooter, quad, autocarri, agricoltura, movimento terra, giardinaggio, camere d’aria e cerchi.

Oggi Carlini Gomme dispone di nove magazzini sul territorio, da dove gestisce le consegne di 1,5 milioni di pneumatici in tutta Italia, servendo oltre 15.000 operatori.

Tra i progetti sviluppati da Carlini nel mercato italiano c’è Profile Point, il network che riserva agli aderenti condizioni commerciali dedicate, iniziative di marketing a supporto delle vendite, abbigliamento personalizzato, insegna interna, catalogo premi e visibilità del punto vendita.

Carlini Gomme: Padiglione 15 – Stand B6

fojnte:
https://www.pneusnews.it/2019/05/20/carlini-gomme-debutta-ad-autopromotec/

Quando costa il cambiare delle gomme Estive? molti sono ancora in ritardo, soprattutto come cercare i prezzi migliori? vendita, prezzi, marchi, offerta, online, misura, gomme, marchi, risparmio, ecco cosa c’è da sapere.

Vi siete mai chiesta perché la vendita dei pneumatici su internet sta conoscendo una rapida espansione? la risposta è semplice, basta guardare alcuni dati esempio, da qualche anno a questa parte, tanto che pure nei primi mesi del 2019 si può parlare di “boom” a ragion veduta: non solo i numeri relativi alle vendite di pneumatici online sono in continua crescita, di pari passo stanno aumentando anche i rivenditori sul web, per un’offerta che si fa dunque sempre più ampia e variegata. Il settore nel complesso ha fatto registrare un +30% nelle vendite in questa prima metà del 2018, a fronte di transazioni rimaste invece stazionarie nei canali tradizionali; addirittura l’acquisto di pneumatici sul web è il segmento che fa segnare l’incremento maggiore, con cifre percentuali doppie rispetto alla media dell’e-commerce in Italia. Al di là dei numeri, però, la domanda che ci si pone è: Conviene davvero acquistare i pneumatici su internet?

Noi di BREAK MAGAZINE AUTO abbiamo fatto una ricerca online tra le varie piattaforme E-commerce che propongono ottimo affari On-line, come: Gomme-auto, Trovagomme,  italgommepneumatici, ma tra le tante proposte ci siamo focalizzati su due portali  essenzialmente, esistiti fin dai tempi antichi quando internet andava ancora a pedali, si chiama  webpneumatici.it  e http://www.gommamoto.it .  Paliamo di un potente portale online specializzato nella vendita di pneumatici che rende disponibili tutte quelle informazioni di cui ha bisogno sapere al momento dell’acquisto. Ho trovato questo sito molto intuitivo per quando semplice possa essere come  registrarsi

Oltre alle caratteristiche tecniche, infatti, è possibile trovare molte informazioni aggiuntive  tra cui i risultati dei test indipendenti ai quali i pneumatici vengono sottoposti da enti e riviste specializzate del settore, i commenti e i giudizi di coloro che in precedenza hanno acquistato quel particolare tipo di coperture e inoltre viene sempre indicato il DOT, vale a dire il codice numerico che riporta la data di fabbricazione del pneumatico (e che talvolta viene omesso da chi vende online). Insomma, tutte le indicazioni utili per permettere all’automobilista un acquisto pienamente consapevole, riducendo a zero la possibilità di commettere errori.

 

Chi acquista viene dunque guidato passo per passo all’interno di una realtà che ad occhi inesperti potrebbe apparire piuttosto caotica: una scelta infinita di prodotti che a prima vista sembrano tutti uguali; le gomme sono nere e hanno una forma rotonda: molto spesso si ferma qui la conoscenza degli automobilisti per quel che riguarda le gomme, limitando la propria visione alla distinzione fra i prodotti di fascia alta e quelli economici.

 

Quindi  per i ritardatari come acquistare gomme estive a prezzi scontati di ogni marca e modello in grado di offrire le migliori performance nella stagione calda?

Quando fare il cambio gomme | Quanto costa? occhio alla data… e al portafoglio
„Per evitare di prendere una multa è arrivato il momento del cambio gomme: data, normative e tutto quello che c’è da sapere per viaggiare sicuri… e consumare meno“ Cambio gomme, arrivederci ai pneumatici invernali e pronti con le gomme estive: con l’arrivo della primavera è il momento per tornare dal gommista. Dal 15 aprile scorsi si è tornati a circolare in strada con i pneumatici estivi. Un mese di tempo per mettersi in regola, evitare di incorrere in sanzioni e, soprattutto, continuare a viaggiare sicuri.

Passare alle gomme estive è importante perché le gomme invernali, se mantenute anche nei mesi caldi, risultano particolarmente sensibili alle alte temperature con rischi per la sicurezza del veicolo con spazi di frenata più lunghi e la precisione di sterzo ridotta. Senza dimenticare che i pneumatici estivi permettono di consumare meno carburante.

Cambio gomme, la legge

Il cambio gomme estive è normato dall’articolo 6 del Codice della Strada che stabilisce come a partire dal 15 aprile non sarà più necessario avere l’equipaggiamento invernale in auto.

Quindi niente più gomme termiche (quelle identificabili dal talloncino tipo M+S) o obbligo di catene a bordo.

Previsto un mese di tolleranza per fare la sostituzione con le gomme estive. L’obbligo vale per auto e mezzi pesanti, ma non per motoveicoli e ciclomotori che potranno circolare liberamente ma non in caso di nevicate.

Cambio gomme, le multe

In caso di mancato passaggio dalle gomme invernali a quelle estive entro il termine massimo del 15 maggio 2019, sono previste delle sanzioni amministrative: le multe vanno dai 422 ai 1.682 euro, con il possibile ritiro della carta di circolazione e l’obbligo di visita e prova presso la sede più vicina della Motorizzazione Civile.

 

Gomme 4 stagioni

Nessuna sanzione per chi ha scelto un set di gomme 4 stagioni il cui utilizzo è consentito per tutto l’anno dal Codice della Strada. Ricordiamo che un “pneumatico quattro stagioni” non significa che lo pneumatico ha le migliori prestazioni possibili in tutte le condizioni atmosferiche. Significa che lo pneumatico è un compromesso, il progettista ha sacrificato in parte l’aderenza in estate per dare una maggiore adattabilità alle basse temperature, ed ha sacrificato la durata del battistrada ed i consumi di carburante per garantire un adeguata aderenza in estate

Quanto costa fare il cambio gomme?

Il costo del cambio delle gomme invernali con quelle estive varia a seconda del servizio che viene richiesto al gommista. Come suggerisce l’Unione dei consumatori tuttavia possiamo fare attenzione ai prezzi:

  • Se si è possesso delle gomme da sostituire e si paga quindi soltanto il montaggio, il prezzo in media è di 10 euro a gomma, il che equivale a un totale di 40 euro compresa l’equilibratura delle ruote.
  • Sono però molti i gommisti che danno la possibilità di tenere nel loro deposito le gomme estive durante il periodo invernale e viceversa. Questo servizio in media ha un costo di 20 euro che vanno a sommarsi ai 40 euro da spendere per il cambio gomme, il che equivale a un totale di 60 euro.
  • Inoltre il costo dipende dal materiale dei i cerchi delle ruote su cui montare le nuove gomme: se sono in ferro il costo è di 40 euro; se invece i cerchi delle ruote sono in lega il costo sale a 50 euro.
  • Solitamente è compresa nel prezzo l’equilibratura delle ruote, mentre si devono pagare a parte circa 20 euro per la convergenza, vale a dire la regolazione meccanica delle ruote, che va fatta però solo se gli pneumatici sono particolarmente usurati.

In realtà, ci sono tipologie di gomme per tutte le esigenze: dai pneumatici touring a quelli sportivi, passando per le gomme quattro stagioni, quelle invernali ed estive e ognuna di esse presenta caratteristiche molto diverse, in base al tipo di utilizzo per il quale sono state progettate. Poi, ovviamente, una delle variabili da considerare è il prezzo e allora sì, troviamo pneumatici economici, ultra-economici oppure premium, ma questo non è di certo il solo parametro di cui tenere conto quando si parla di gomme per auto. Come in ogni altro settore, il rapporto fra qualità e prezzo è ciò che deve considerare chi acquista, facendo in modo di trovare la combinazione migliore a seconda delle diverse esigenze, e da tale punto di vista il web offre senza dubbio maggiori opportunità di trovare quello che si

 

 

 

 

 

Volvo Cars e Nvidia, partnership sempre più stretta

L’unione fa la forza e Volvo Cars e Nvidia, società informatica leader nell’area dell’intelligenza artificiale, rafforzano l’unione che già le lega per mettere a punto un nuovo sistema in grado di sfruttare le potenzialità dell’intelligenza artificiale che andrà a equipaggiare i futuri modelli della casa svedese.
Il “core” del microprocessore del computer sarà basato sulla tecnologia Nvidia “Drive Agx Xavier” e consentirà alla Volvo di implementare una piattaforma informatica avanzata per le sue nuove vetture basate sulla sua “Architettura di Prodotto Scalabile 2”.
gruppo ettorre massi

Secondo le stime dei progettisti, i tempi di attuazione del progetto porteranno alla prima vettura equipaggiata con il nuovo computer di bordo al lancio reale previsto per l’inizio del prossimo decennio.
Nell’ambito della stretta collaborazione avviata, lo scorso  anno Volvo Cars e Nvidia avevano dato vita a un progetto congiunto per lo sviluppo di sistemi avanzati e di software per le vetture con funzioni di guida autonoma.

Volvo si è impegnata a sviluppare rapporti strategici con società terze al fine di promuovere l’introduzione di nuove tecnologie nella sua gamma, affrontando così in maniera proattiva i profondi cambiamenti in corso nel comparto automotive.
La nuova piattaforma informatica potrà beneficiare dei progressi compiuti dal colosso californiano dell’elettronica nell’ambito della AI e dell’avanzata potenza di calcolo, consentendo alla casa svedese di fare notevoli passi avanti nell’implementazione di sistemi di supporto alla guida avanzati, di tecnologie per la gestione dei consumi energetici e di opzioni di personalizzazione per i servizi di bordo.

ettorre gomme

Il nuovo computer di bordo offrirà avanzate funzionalità di percezione a 360° e un sistema di monitoraggio del conducente, elementi che per Volvo Cars risulteranno di notevole supporto nell’introduzione di vetture con guida autonoma completa e sicura.
“Il successo del lancio della guida autonoma richiederà una potenza di calcolo enorme, oltre a progressi costanti nell’ambito dell’intelligenza artificiale – ha dichiarato Håkan Samuelsson, presidente e Ceo di Volvo Cars – Il nostro accordo con Nvidia è un pezzo fondamentale di questo complesso puzzle e ci aiuterà a offrire ai nostri clienti vetture a marchio Volvo con guida autonoma completa in piena sicurezza”.

“In quanto leader mondiale nell’ambito dello sviluppo e dell’innovazione delle tecnologie di sicurezza – ha aggiunto Jensen Huang, fondatore e Ceo di Nvidia – Volvo ben comprende l’esistenza di un collegamento diretto fra sicurezza, confort e funzionalità informatiche all’interno del veicolo”.
Da segnalare infine che la Spa 2 sfrutta i vantaggi propri dell’architettura modulare Spa arricchendola con tecnologie di prossima generazione in aree come l’elettrificazione, la connettività e la guida autonoma.
Secondo la casa, il potente core computer svolgerà un ruolo chiave all’interno di questo processo e contribuirà a semplificare le modalità di aggiornamento remoto del software in modalità “over the air”, senza quindi necessità di interventi da parre dei suoi clienti. (m.r.)

Nissan Qashqai, arriva il motore 1300

Avanti tutta Qashqai, Nissan aggiorna con nuovi motori e un sistema d’infotainment evoluto la sua vettura più apprezzata in Europa. Dopo aver conquistato oltre 2,3 milioni di clienti dal 2007, il Qashqai adesso può contare per sfidare le rivali anzitutto su un quattro cilindri a benzina di 1.3 litri, declinato nelle versioni da 140 e 160 cavalli, frutto dalla collaborazione tra l’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi e Daimler.


Sviluppato con quattro anni di ricerche e 40.000 ore di test, l’inedito propulsore sostituirà gradatamente nella gamma del crossover giapponese le precedenti unità 1.2 e 1.6 a benzina e prevede per abbattere al massimo il grado di inquinamento un filtro antiparticolato. Offerto con la sola trazione anteriore, è associato di serie a un cambio manuale a 6 rapporti ed è opzionabile nella variante più potente con una trasmissione a doppia frizione DCT a 7 marce.

L’inedito “milletre” offre consumi ed emissioni ridotti fino a 121 g/km di CO2 e 5,3 litri ogni 100 chilometri e per delle prestazioni sopra la norma” può contare su tecnologie dell’ultima ora: come la funzione overboost che aumenta lo spunto e migliora l’utilizzo della vettura soprattutto in città.

Insieme al nuovo benzina, debutta su Qashqai una versione aggiornata del 1.5 a gasolio da 115 Cv, seguita all’inizio del prossimo anno da un 1.7 DCI da 150 Cv. Segno che, almeno per adesso, Nissan non intende assolutamente rinunciare al diesel nonostante la demonizzazione di quest’ultimo nel mercato e l’impegno gravoso del costruttore anche sul fronte delle vetture elettriche dove detiene la leadership con la Leaf.

Per consentirle di andare spedita non solo sulle strade ma pure nella rete, la Qashqai propone poi ora una interfaccia di bordo che garantisce la massima connettività. Grazie ai protocolli Apple CarPlay e Android Auto, il sistema NissanConnect prevede una piena integrazione tra la vettura e gli smartphone. Le funzioni gps comprendono l’aggiornamento online delle mappe con i dati sul traffico di TomTom Premium Traffic. E con l’app Door to Door Navigation, prevista dal software di navigazione, è possibile pianificare viaggi e itinerari direttamente sul telefonino per poi trasferirli rapidamente all’auto.

Se non dovesse ancora bastare la ricerca Find My Car permette ora di segnalare la posizione dell’auto su smartphone e tablet per ricordare dove è parcheggiata ai più distratti. Riguardo ai prezzi, il listino della Qashqai con le nuove motorizzazioni parte da 22.050 euro per la 1.3 benzina e da 23.340 per la 1.5 DCI.