Tag: angelica preziosi

Intervista  Angelica Preziosi  della Pupa e il secchione e viceversa 

IMG_20200331_171521Sei stata una dei concorrenti più amati della Pupa e il secchione, ma come sei arrivata fino a questo punto? Raccontaci la tua storia “Tutto questo è stato possibile grazie al pubblico da casa , il merito è loro, mi seguono in tanti, durante il percorso non è stato semplice per me ,ci sono stati giorni in cui avevo mancanza delle mie abitudini dei miei cari ,famiglia ,amici però sono stata fino alla fine tutto il mese di riprese e sono arrivata in finale “

Chi è stato il tuo compagno di avventura? Dagli 3 pregi e 3 difetti…”Raffaello Mazzoni ,è stato durante il programma gentile altruista e sincero difetti poco coinciso nel parlare ,ma chi non ne ha?!

Hai mai provato qualcosa per lui ? “No mai ,sempre stima e amicizia niente di più siamo amici .”

Lui invece ha mai provato qualcosa per te? “Si ma ha accettato la cosa e siamo rimasti amici.”

Con chi hai legato di più nel programma? “Sono stata bene con tutti indubbiamente ho legato di più con il mio secchione Mazzoni ,poi anche Stella ,Marina , Santagati “

Quale prova della Pupa e il Secchione ti è piaciuta di più? “direi la prova Trap è stata molto divertente !

Quale invece ti ha messo in difficoltà? “ Non ho voluto fare la prova ‘nudi alla meta ’ e alla finale i    ’bigliettini ‘ sempre per lo stesso motivo ,sono stata coerente nel percorso non volevo spogliarmi non perché sia bigotta assolutamente ,ma perché non ritenevo che fosse necessario e non mi rappresentava ,in quel contesto non ne vedevo il motivo ,di fare questo , penso che il nudo possa essere anche una forma non volgare , se si pensa a grandi artisti di fotografia arte  cinema tutto sta nel contesto e il motivo cosa si vuole esprimere  ”

Trovi che il nudo sia volgare? “No, come dicevo dipende tutto dal contesto , può essere più volgare una persona vestita che nuda “

Ti senti ancora con Mazzoni? ”Si, siamo amici e sono contenta di questo, abbiamo dimostrato di volerci bene e sono felice per questo.”

Ti senti ancora con il Pupo Marco dopo che ti ha fatto la richiesta? ”No finito il programma, non l’ho voluto vedere, l’ho ringraziato ,ma non era l’uomo che cercavo nella mia vita. Oggi sono fidanzata e si chiama Matteo il mio compagno”

Chi sceglieresti tra Marco e Mazzoni? “La bellezza non è tutto come dicevo e lo continuo a sostenere sono le imperfezioni che fanno innamorare e rendono unica la persona , ma nessuno dei due scelgo Matteo il mio fidanzato”

In futuro come ti piacerebbe intraprendere altre esperienze televisive? “Si mi piacerebbe, ho tanti aspetti del mio carattere che non sono emersi ,mi piacerebbe poter continuare e crescere in questo ,poter lavorare nell’intrattenimento della TV “

Per chiudere come ti vedi tra 10 anni ? “ Felicemente sposata  mamma di  due meravigliosi bambini , soddisfatta della vita che è un dono meraviglioso “

Biografia di Angelica Preziosi la modella e fotomodella amata dagli italiani

city_milano_preziosiAngelica Preziosi nasce alle ore 21,15 del giorno 29 marzo 1992 al pronto soccorso dell’ ospedale Fatebenefratelli isola Tiberina di Trastevere di Roma dopo un lungo tentativo della madre che aveva cercato di farla nascere in casa per favorirne l’armonia alla nascita attraverso la pratica dello yoga. La madre Viviana Di Bert, attrice e regista di origine friulana, accompagnerà i primi mesi della sua vita con i suoni delle pratiche di meditazione quotidiane ,un primo viaggio aereo intercontinentale a New York (viaggio del quale resta solo la memoria di una foto, essendo troppo piccina)e una dieta rigorosamente vegetariana, alla quale poi Angelica si ribellerà optando per i deliziosi cibi spazzatura degustati anche dalle amiche del cuore…

Il padre ,Mario Preziosi ,un terapista della riabilitazione motoria di origini irpine nato a Roma,sarà lui a scegliere il nome Angelica e così salvarla dai tanti nomi un po’ buffi che la madre aveva scelto per lei..La piccola Angelica trascorre i primi due anni della sua vita in allegria circondata dal verde abitando proprio a ridosso di villa Pamphili Gianicolo a Roma. Poi, per circostanze legate ad incompatibilità caratteriali (anche se la frase “sei stata desiderata e sei nata con tanto amore” risuonerà per il resto della sua vita) i suoi genitori si separano nel 1995 . Questo porterà ad Angelica un grande cambiamento,ed essendo stata affidata completamente alla madre ,andrà a vivere con lei cambiando varie case. Il padre inizierà una relazione con una donna di Santo Domingo e questo farà sperimentare ad Angelica una famiglia “allargata” con le due sorelle adottive figlie della nuova compagna del padre. In quei tempi un po’ turbolenti,dove si proietterà in una specie di “Cenerentola”, Angelica inizia a manifestare grande sensibilità e timidezza così la madre la iscrive ad una scuola ad indirizzo Steineriano che frequenterà fino alle scuole medie comprese, esercitandosi così nella pittura, creta ,disegno e discipline artistiche.

angelica-prez

La vita di Angelica con la sola madre manifesterà amore e odio, parteciperà sin da piccola a prove teatrali della madre incontrando così ambienti lontani dalla convenzione, farà esperienza con la pubblicità (fotografata per la copertina del libro“Volevo dirti che è lei che guarda te” di P.Landi-la televisione spiegata ad un bambino con introduzione di Beppe Grillo e già in precedenza ,a pochi mesi di vita, aveva posato per la campagna acqua Sangemini) .

Approda al liceo classico Dante Alighieri dal quale poi se ne andrà in tempi brevissimi per passare al liceo linguistico. Torniamo un attimo indietro e specifichiamo che prima di questa tappa, essendo Angelica bionda e bellissima con lo sguardo ribelle,e i lineamenti da angelo viene “trovata “e proposta come modella da una prestigiosa agenzia del momento e così si ritrova nel 2009 a calcare la passerella di Elitè Model Lokk a Milano sfilando per Fendi e arrivando in finale. Nel 2010 diventa testimonial per la ditta Gucci con la copertina di “Madame Figaro” Giappone e poi tanti altri servizi di moda e sfilate (tra gli altri Celine e Belstaff) .Nel 2013 si pone dei dubbi sul personale percorso di vita e si iscrive alla scuola di Tecnico di Ludoteca ottenendo un punteggio altissimo con tirocinio presso la scuola d’infanzia israelitica di Roma. Lavora all’interno di un asilo a piazza Bologna a Roma ma si rende conto che non è quello che desidera. Manterrà però questo amore occupandosi di volontariato presso la scuola della pace di Sant’Egidio.

Angelica dall’età dei 17 anni frequenta e si fidanza con un ragazzo dal carattere turbolento con il quale in effetti rafforzerà la sua personalità durante i 6 anni di relazione e, siccome il karma non è acqua ,la sua relazione con il mondo artistico si ripropone. Dopo essersi lasciata dal ragazzo e incontrato un nuovo amore con il quale va a convivere, proprio dopo un po’,nel 2017 , il suo agente le propone di partecipare a Miss Italia dove vincerà due fasce arrivando alle prefinali con il titolo di Miss Equilibra Lazio e Miss Rocchetta bellezza. Angelica ottiene molta presenza sui social con articoli a lei dedicati. Questo implementa il suo stile di vita e dal 2018 a oggi ,oltre a lavorare da due anni come modella della collezione Diesel allo Showroom Pizzolato, è volto per pubblicità ed è attiva con la sua immagine sui social ( nel 2019, richiesta dalla rivista online BREAK Magazine ,sarà il volto per la copertina ).Sempre nel 2019 ha partecipato come figurazione speciale al film

Intervista ad Angelica Preziosi lo sguardo anglosassone made in Italy

angelica preziosi

 

La nostra intervista con  Angelica Preziosi, Modella Italiana richiesta  dal fashion system, Nata a Roma, alta 1,77 occhi verdi acqua segni particolari: bellezza naturale

 

Che rapporto hai con la bellezza? 
Mi piace tutto ciò che è bello, l’arte la natura e penso che sia importante può donare tante emozioni. Quando Dostoevskij scrisse la famosa frase «la bellezza salverà il mondo», non si riferiva alla bellezza meramente estetica come la intendiamo oggi, ma alla bellezza della bontà. Così la frase acquista tutto il suo significato. Il mondo si salverà quando la bella bontà tornerà ad essere una metà

Quant’è importante per te il successo?
Il successo penso sia importante per tutti gli esseri umani, riuscire nei propri obiettivi è sicuramente un bel traguardo, poi sta anche nel sapersi rialzare e superare gli ostacoli della vita, è lì che avvengono i grandi cambiamenti che danno anima alla maturità

Quali sono i ricordi più importanti?
Uno dei ricordi più importanti è la prima volta in bicicletta, il senso di libertà era unico, mi ricordo che ero felicissima ;ho sempre avuto questa sensazione che ora ho quando guido la macchina, molti si stressano anche giustamente in mezzo al traffico come biasimarli, ma ogni volta che sto giù o sono pensierosa guido la macchina è mi scivola tutto via, come se fosse una culla chissà. In futuro mi piacerebbe provare in pista la guida sportiva.

Restando in tema di ricordi Da piccola come eri ?
Molto espansiva, entusiasta, mi bastava poco per essere felice, poi con gli anni sono diventata più malinconica e poi ho imparato a vivere entrambe le emozioni, e sopratutto a  tenere in vita il bambino che è in noi. L’essere umano ha tanto da insegnare, ma anche tanto da imparare dai bambini, perché vivono senza tante sovrastrutture.

Che rapporto hai con la moda?
Mi piace molto,  odio e amore.  Sapere in anticipo cosa sarà di tendenza, però la critico anche, non tutto quello che è di moda vuol dire che sia bello giusto o meglio e tante volte specialmente nell’adolescenza può creare differenze sociali o culturali e questo non mi piace. Trovo che la moda possa essere un vero e proprio vocabolario e traduttore, in ogni periodo c’era una storia da raccontare, dei diritti dei pensieri delle manifestazioni e questo mi piace molto! È come un dipinto pieno di sfumature.

 

Nelle conversazioni sei sempre diretta?
Quando ho confidenza si altrimenti no dipende dalla situazione, generalmente si preferisco essere diretta e mi piace chi fa lo stesso con me la chiarezza prima di tutto

C’è qualcosa che la mette in difficoltà?
Si certamente, sono un essere umano! Odio il bullismo veramente non lo sopporto.

Che ruolo ti piacerebbe recitare nel cinema?
Ma non saprei.. C’è ne sono di così tanti.
Una principessa ma forse è troppo banale, quale ragazza bambina da piccola non sognata il famoso lieto fine e vissero tutti felici e contenti? Oppure mi piacciono tantissimo i film di azione tipo agente segreto una vita piena di emozioni e e adrenalina… Due tipologie che non c’entrano niente l’una con l’altra.

angelica preziosi foto sfilata

C’è un ideale di donna a cui vorresti somigliare?
Sono una sognatrice e adoro Brigitte Bardot. Nonostante le polemiche, il carattere irruento, l’invidia delle altre donne che la definiscono una “rovina matrimoni”, Brigitte Bardot è e rimane icona sexy del cinema degli anni ’50 e ’60 e simbolo del cambiamento della donna nella società. Una donna molto forte e anche piena di fragilità, un pochino mi identifico con lei o comunque mi piace pensarlo. Il periodo difficoltoso dal punto di vista personale coincide il declino anche dal lato professionale: i ruoli interpretati non sono sufficienti per mutare l’idea comune di sex symbol. Queste continue pressioni portano ad un crollo emotivo, tanto che la Bardot arriva a tentare il suicidio. Donna piena di stile senza tempo, eleganza e femminilità.

 

Intervista a ANGELICA PREZIOSI: Fotomodella attrice “semplicemente donna”

 

Su Instagram la potete trovare come “angelica_preziosi_ Angelica Preziosi mentre per conoscerla meglio basta sbirciare il suo blog a questo indirizzo  per rendersi conto che stiamo parlando di una persona speciale, di altri tempi come lei ama definirsi, ed è proprio lei la protagonista della cover  di questa settimana.  Angelica Preziosi dotata di personalità e di una bellezza semplice e disarmante per certi versi. Fotomodella, attrice, Angelica ama senza ombra di dubbio sperimentare, comprendere nel vero senso della parola, insomma tutto quello che attira la sua attenzione. Folle e pragmatica lascia trasparire in ogni sua parola l’entusiasmo che ha per la vita… ma soprattutto “semplicemente donna” come recita il titolo, ed allora non ci rimane che conoscerla meglio.

 

Fare la modella, sogno di molte ragazze, come si inizia? E come funziona?

Si inizia con una buona agenzia e consiglio di andare a Milano, ti propongono ai casting e se piaci vai avanti. La Elite model look fu la mia prima agenzia di Milano. Dote fondamentale è la costanza soprattutto dopo i primi no.

Cosa ti ha spinto a fare la modella? Era già un tuo sogno da bambina?

In realtà è nato tutto per caso ero curiosa fin da piccola mi hanno trovata e proposto di incominciare questo percorso, che fin da subito è stato molto naturale dove sono maturata piano piano .

Che sensazioni hai provato durante il tuo primo servizio fotografico?

Il mio primo servizio fotografico è stato all’età di 6 anni, erano degli scatti per Federico Ferrantini, fotografo di cinema. Ho un ricordo bellissimo, è stato tutto molto divertente e naturale e rimane un bellissimo ricordo.

 Una domanda frivola, qual’ è il tuo outfit preferito?

Non saprei, non ho un outfit preferito, sicuramente dipende dalla situazione. Jeans e maglietta è un evergreen.

In un mondo sempre più social qual’ è il tuo rapporto con Instagram?

I social network in particolare Instagram sono per me e per tutte le ragazze che fanno il mio mestiere, una vetrina sempre più importante al giorno d’oggi, basti pensare a quanto sia facile rispetto al passato comunicare e farsi conoscere. Io personalmente ho incominciato da poco a interagire con i social e devo ammettere che ho avuto un riscontro positivo lavorativamente  parlando.

Che importanza dai ai social network?

Penso che siano il nuovo linguaggio e quindi comunque importante, ma ci sono le due facce della medaglia, ciò che si vuol far vedere e ciò che realmente è, questo molte volte crea un distacco dalla realtà. Io personalmente non posto foto della mia vita privata, per far trasparire la mia “beautifull life” ma questa è una mia scelta. Mi piace molto una frase che ho letto: social media seriously  harms  your  mental health

C’è un fotografo con cui vorresti lavorare?

Sicuramente Patrick Demarchelier  e  Steven Meisel. Del primo i suoi bianchi e neri e chi non ama la suo foto di Lady D? mentre di Steven Meisel adoro il modo in cui far trasparire questo spirito folle ed underground dai suoi scatti.

Modelle e fotomodelle, quanto conta l’aspetto fisico e quanto invece quello caratteriale per il successo in questo lavoro?

L’aspetto fisico conta sicuramente ma molto anche il carattere perché da personalità. Ciò che differenzia una modella da una top model non è l’aspetto fisico bensì la personalità e la presenza che essa sa mettere in passerella e negli shooting , per questo alcune di loro diventano delle vere e proprie muse per i fotografi e stilisti.

 

Rimanendo nel settore moda quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Al momento la mia carriera sta andando molto bene, nell’immediato futuro vorrei aumentare le mie esperienze all’estero per crescere e valorizzarmi sotto il profilo professionale.