Tag: ABRUZZO

Roberto Ettorre, imparare a conoscere i nostri clienti: un Webinar gratuito per imprenditori unico in italia

 

Pescara 05/01/2021 – Si terrà il prossimo 18 Gennaio, alle ore 18, il Webinar gratuito organizzato dall’esperto di Digital Marketing Roberto Ettorre su come fare ad acquisire nuovi clienti grazie al web. “La pandemia ci impone di sfruttare di più e meglio il Web per entrare in contatto con i nostri clienti” – ha dichiarato Ettorre, 35 anni, già impegnato in tante attività di digitalizzazione delle imprese compreso un progetto con Google e Unioncamere e attualmente fondatore dell’agenzia web Webshop di Pescara. “Le imprese devono apprendere come utilizzare i canali web a loro disposizione e ciò che le piattaforme hanno da offrire, ora più che mai il Web deve diventare il volano di una ripresa economica forte e indispensabile” ha aggiunto il digitalizzatore.

Per iscriversi gratuitamente al Webinar è sufficiente essere un titolare di azienda e compilare il modulo reperibile all’indirizzo: https://marketing.robertoettorre.it/

 

Un webinar è un evento online, generalmente gratuito, che si può seguire in diretta comodamente da qualsiasi device collegato ad Internet. A causa della recente crisi sanitaria, questo format è salito agli onori della cronaca: ma di cosa si tratta davvero e come sfruttarlo al meglio, in ottica di formazione e business?

Cos’è un webinar

Solitamente si tratta di eventi online gratuiti che si possono seguire in diretta. Per partecipare non occorre alcuna competenza tecnica: basta solo iscriversi compilando un breve form di registrazione oppure ricevere un invito diretto dall’azienda che tiene il seminario.

Un webinar è una riunione o una presentazione online tenuta via Internet in tempo reale, un evento online capace di collegare persone anche da tutto il mondo. Questa sua caratteristica, cioè abbattere le barriere fisiche e mettere in connessione in modo semplice e immediato, ne fa un efficace strumento di marketing e lo ha reso un canale di comunicazione essenziale – come, in generale, tutti gli eventi digitali – durante il periodo del lockdown, in un momento in cui conferenze fisiche, seminari in aula e fiere sono off-limits.

 

LEDA CANTA LA SOLIDARIETÀ, GRANDE SUCCESSO PER IL CONCERTO DEDICATO ALLA CROCE ROSSA DI OVINDOLI!

Fiera di schierarsi a sostegno di nobili iniziative, continua la mission umanitaria di Leda attraverso concerti di beneficenza come quello che ha fatto tappa a Ovindoli nel cuore dell’Abruzzo giovedì 19 agosto in piazza San Rocco, a favore della locale Croce rossa, o i numerosi altri in streaming da splendide località capitoline, durante i periodi in cui è stata costretta a sospendere i concerti dal vivo a causa del Covid-19.

Tra Onlus e associazioni no profit, la musica di Leda arriva dritto al cuore di chi la ascolta. Parte integrante di un universo mondo che unisce tutti gli uomini come gocce dello stesso mare.

Una mission di concerti solidali che non conosce battute d’arresto, come la florida attività di cantautrice: una splendida rosa di brani tra le decine e decine di canzoni scritte da Leda negli ultimi anni è il cuore pulsante de Le pagine dei ricordi il nuovo disco di inediti presentato in concerto a Ovindoli. Un album che riunisce tutti i brani scritti dalla “Dottoressa del bellessere” negli ultimi anni. Una raccolta di pensieri, speranze, rabbia, fragilità, desideri, concentrati ed espressi in musica. Sette pagine da sfogliare, tenendo aperto il cuore alla possibilità del cambiamento: ora scaturito dall’indignazione per le violenze ancora perpetrate sulle donne o per offrire un destino migliore a bambini senza futuro, ora per riappropriarci del senso di libertà più profondo e dei nostri sogni.

Esibirsi il 19 agosto in piazza San Rocco a Ovindoli è stato per Leda un duplice motivo di gioia: poiché si è trattato di un concerto dedicato alla Croce rossa e perché ama profondamente questo paese che da quindici anni ormai rappresenta la sua seconda casa.

Il borgo di Ovindoli, incluso nel territorio del parco naturale regionale Sirente-Velino, è una piccola gemma incastonata nel cuore dell’Abruzzo. Su una quota che raggiunge i 2222 m s.l.m. del monte Magnola s’inerpica una delle più radiose ed attrezzate stazioni sciistiche della regione. Dvinnërë, in dialetto marsicano, ospita eventi sportivi internazionali e manifestazioni culturali. È culla d’arte, fa parte dell’associazione nazionale Borghi autentici d’Italia, con la mission dell’accoglienza turistica e il fiore all’occhiello della ristorazione. Suggestiva località che ha dato i natali a campioni dello sci che la rappresentano nel mondo, Ovindoli è anche un paese ricco di musicisti: Max Di Ponzio, pioniere dello snowboard in Italia, con il suo sassofono, e Domenico Angelosante al pianoforte ne sono un piccolo esempio.

 

Le pagine dei ricordi (distribuzione Cdbaby e disponibile su tutte le piattaforme digitali) è un disco dai toni multisonanti, arrangiato e suonato magistralmente dal compositore Vito Terribile, che ha scritto e gentilmente concesso il testo e la musica di Io lo so, presso il suo “Lift” Studio Recording in Roma, con la partecipazione straordinaria di Ermanno Presaghi e la collaborazione di insigni musicisti del panorama capitolino, tra i quali spicca il sax di Gigi Galante. Il coronamento di un lungo lavoro certosino durato anni, al quale hanno collaborato anche Primestudio di Stefano Zanchetti con Randy Roberts ai cori, Luca Leonori per la supervisione sonora, Vincenzo Coccoli e Simone Villani per la regia e il montaggio degli splendidi videoclip e tutte le altre maestranze intervenute.

Le pagine dei ricordi racconta sette esperienze di vita e di umanità: Le cose che sogni, I nostri eroi, Shalom, Il senso del mare, Mai più, Io lo so, Oltre la vita. Un viaggio in musica attraverso il quale l’artista dei “concerti solidali” esprime tutto l’entusiasmo nel riuscire a mettere i propri talenti, ancora una volta, a disposizione degli altri.

Abruzzo città dell’arte: tutti i prezzi per una stazione dopo il COVID-19

Hotel Miramare Silvi *** – OFFERTA ANTI COVID19
Prezzo: € 40,00 al giorno a persona
PENSIONE COMPLETA – MINIMO 2 GIORNI

Periodo : dall’26.05 al 03.06

Trattamento: Pensione completa

Prezzo: € 40,00 al giorno a persona

Trattamento: Pensione completa

L’offerta include:

– Sistemazione in hotel in camera comoda con servizi, bagno, balcone vista mare laterale, telefono diretto, Tv satellitare, cassaforte, phon, ventola soffitto e aria condizionata
– Colazione internazionale in piscina
– Pranzo e cena con menù vario ed a scelta del cliente ( super pranzo con musica 02.06.2020 )
– Giardino sul mare con docce, lettini e spogliatoi
– Servizio spiaggia con ombrellone e sedie a sdraio
– Parco giochi sul mare con giochi in plastica e legno – beach tennis – beach volley – beach basket – ping pong – soccer – bocce –
– Uso della piscina con solarium
– Uso della vasca idromassaggio sul mare
– Bici
– Internet Free
* Supplemento Singola : € 08,00 al giorno
* Supplemento Matrimoniale ( uso singola ) : € 15,00 al giorno

* Supplemento Vista mare frontale : € 10,00 al giorno/camera *
* Supplemento Frigo/bar : € 05,00 al giorno/camera *
– Trattamento B/B :

– Camera Singola : € 35,00 al giorno
– Camera Matrimoniale ( uso singola ) : € 40,00 al giorno
– Camera Matrimoniale : € 50,00 al giorno
– Camera Tripla : € 70,00 al giorno
– Camera Quadrupla : € 85,00 al giorno
– Family-room ( 2 camere comunicanti ) : € 100,00 al giorno ( in 4 persone )
– Family-room ( 2 camere comunicanti ) : € 110,00 al giorno ( in 5 persone )

* Supplemento Vista mare frontale : € 10,00 al giorno/camera *
* Supplemento Frigo/bar : € 05,00 al giorno/camera *

* nel B/B è compreso :

– Sistemazione in hotel in camera comoda con servizi, bagno, balcone vista mare laterale, telefono diretto, Tv satellitare, cassaforte, phon, ventola soffitto e aria condizionata
– Colazione internazionale in piscina
– Giardino sul mare con docce, lettini e spogliatoi
– Servizio spiaggia con ombrellone e sedie a sdraio
– Parco giochi sul mare con giochi in plastica e legno – beach tennis – beach volley – beach basket – pingpong – soccer – bocce –
– Uso della piscina con solarium
– Uso della vasca idromassaggio sul mare
– Bici
– Internet Free

LE VARIE OFFERTE NON SONO CUMULABILI

Se siete interssati a prenotare potete contattarci ai numeri 085/930235 e 085/9354422, al numero di fax 085/9351533 o via email oppure dalla nostra pagina contatti.

Per la segreteria invernale è possibile usare questo numero di telefono 085/9352800.

VIDEO esclusivo dello squalo Blu sulla riva di Fossacesia nel costa Abruzzese: Rivalsa della natura che si riappropria dei suoi suoi spazi

Ormai è virale la natura ritorna ad appropriarsi dei suoi spazi… Il video che riprende l’esemplare di squalo è diventato virale in poche ore: si tratta di uno dei diversi avvistamenti dell’animale Fossacesia Francavilla il Mare  per quest’estate.

Lo squalo si aggirava nella riva basse ad Fossacesia , in prossimità della riva ed è quindi stato ripreso da un passante. Secondo voci si tratterebbe di un esemplare di circa 2 metri di verdesca, noto come “squalo blu” e tra quelli meno pericolosi per l’uomo, ma naturalmente la ripresa è diventata virale in poco tempo.

Si tratta di uno dei diversi avvistamenti di squali sulle abruzzese  di questo 2 maggio L’ultimo risale alla fine di luglio, quando una decina di squali sono stati catturati nei pressi di Pescara.

L’abruzzo ed altre regioni si blindano: quarantena OBBLIGATORIA a chi arriva dalle zone rosse

ORONAVIRUS. MARSILIO: LE INCERTEZZE DEL GOVERNO E LE FUGHE DI NOTIZIE PROVOCANO UN ESODO “BIBLICO”, ORDINANZA REGIONALE IMPONE LA QUARANTENA OBBLIGATORIA

. La genesi del DPCM firmato solo oggi e peraltro non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale (quindi non ancora nemmeno in vigore) sta provocando un vero e proprio esodo “biblico” dalle regioni e dalle provincie elencate all’articolo 1. Già da questa notte ho dato disposizioni alla Protezione Civile di inviare squadre di volontari presso le principali stazioni ferroviarie e terminal bus per ‘intercettare’ gli arrivi da nord, distribuire il ‘decalogo’ dei comportamenti virtuosi di contenimento del virus e invitare tutti all’isolamento volontario. Dalle 3 di questa mattina i volontari stanno facendo questa opera preziosa di informazione e sensibilizzazione. Ma la lettura del DPCM oggi pubblicato sul sito del Governo mostra che non esiste alcun ‘divieto’ di spostamento dalla Lombardia e dalle province elencate all’articolo 1, ma solo un invito a ‘evitare’ gli spostamenti non necessari, prevedendo infine un esplicito diritto a recarsi presso la propria ‘abitazione, domicilio e residenza’. Un testo simile, per di più diramato in bozza con ore e ore di anticipo, non poteva non provocare le conseguenze che si stanno avendo. Abbiamo il dovere di tutelare la salute dei cittadini, e per questa ragione ho dato disposizione agli uffici di predisporre un’ordinanza, che a causa del mio momentaneo impedimento reca la firma del Vice Presidente della Giunta Emanuele Imprudente, che impone la quarantena a tutti quanti rientrano in Abruzzo dalle zone elencate all’articolo 1. E’ un’ordinanza di difficile applicazione e altrettanto difficile monitoraggio se non sarà accompagnata da una vasta e coscienziosa collaborazione dei diretti interessati e delle loro famiglie: per questo, rivolgo un appello accorato a tutti perché adottino misure di cautela e comportamenti rispettosi di se stessi e del prossimo. Quanti stanno ‘fuggendo’ dalle ‘zone rosse’ stanno facendo esattamente il contrario di quanto dovrebbero fare, mettendo a rischio la salute dei loro cari e dei loro concittadini. Se proprio non sono in tempo per fermarsi e tornare indietro, abbiano almeno il senso civico e la coscienza di restare a casa in isolamento per due settimane. E’ quanto dichiara il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio

Terremoto: scossa 3.7 avvertita a Roma, epicentro a 3 km da Colonna

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 3.7 è stata avvertita tra Lazio e Abruzzo. 

Secondo l’Ingv, l’epicentro della scossa di terremoto avvertita alle 22.43 si trova a 3 chilometri dal comune di Colonna (Roma), ad una profondità di 9 chilometri. Tra i Comuni vicini all’epicentro, anche San Cesareo, Gallicano nel Lazio, Zagarolo e Monte Compatri. La scossa è stata avvertita anche a Roma.

“Stiamo facendo delle verifiche perché qualche edificio in centro risulta lesionato. Per ora non abbiamo segnalazioni di feriti. C’è stata tanta paura in paese, stanno tutti in strada”. Così all’ANSA il sindaco di Colonna Fausto Giuliani sulla scossa di terremoto di stasera. L’epicentro è stato a soli 3 chilometri di Colonna.

La forte scossa di terremoto delle 22.43 è stata avvertita distintamente, oltre che a Roma, anche in alcune zone del litorale romano, tra Ostia e Fiumicino. Molte le segnalazioni sui social network ma, per il momento, non sono stati segnalati problemi.

Al momento, riferiscono i vigili del fuoco, non ci sono segnalazioni di danni o richieste di intervento ai vigili del fuoco in seguito alla scossa di magnitudo 3.7 avvertita in provincia di Roma.

“Metro C: circolazione temporaneamente interrotta per verifiche dopo scossa di terremoto”. Lo comunica l’Atac, l’azienda dei trasporti pubblica di Roma, in seguito alla scossa avvenuta alle 22.43.

Gente in strada nel quadrante est della Capitale e tantissime chiamate che continuano ad arrivare al Numero di emergenza 112. Paura a Roma per la forte scossa di terremoto avvertita stasera. In alcuni quartieri della periferia est gli abitanti spaventati sono scesi in strada. Molti i cittadini che stanno contattando in questi minuti il 112. Si tratta principalmente di persone che chiedono informazioni. Al momento non sono arrivate segnalazioni di feriti o danni.

Squadre della Protezione civile regionale del Lazio e dei Comuni, in collegamento con la sala operativa regionale, stanno già effettuando dei monitoraggi nei centri storici delle città dei Castelli romani, a seguito della scossa di terremoto delle 22,43. Non sono segnalati crolli o danni a persone.

Ponte crollato, nuova operazione per Rita Giancristofaro

La fase critica non è ancora stata superata, ma si registrano segnali di miglioramento. Sono stabili le condizioni di Rita Giancristofaro, circa 40 anni, originaria di Lanciano, dove ha trascorso tutta l’adolescenza e dove ha studiato, al Liceo classico, e che ora abita a Trieste, dove si è stabilita dopo aver frequentato l’università. Lei è uno dei superstiti del disastro di Genova, dove, lo scorso 14 agosto, è crollato il ponte Morandi sull’A10. Il viadotto, inaugurato nel 1967, si è spezzato in due, dopo decenni di polemiche sulla sua stabilità: circa 200 metri di carreggiata si sono sbriciolati e hanno inghiottito automobili e di tir che la percorrevano.

Giancristofaro, che è esperta agente immobiliare, era in macchina, in compagnia, e stava attraversando il viadotto. «Un tipo solare e amante della vita – così la raccontano gli amici -. E’ appassionata di gare podistiche e spesso si spostava, per l’Italia, per andare a gareggiare. Ma forse quel giorno era diretta all’Acquario, forse..»”. La ricerca di momenti di svago è presto diventata un inferno. All’improvviso il cavalcavia è sprofondato e la vettura su cui si trovava la donna è stata ingoiata dall’immane tragedia: un volo terrificante, per molti di morte. Ma lei è stata miracolata: l’hanno trovata i vigili del fuoco, dopo qualche ora, ed estratta dal groviglio di lamiere contorte e di detriti. Ed è stata portata in ospedale a Genova, dove è arrivata cosciente, anche se in stato confusionale. Le sue condizioni sono apparse subito gravi: da allora viene tenuta sedata ed intubata. E’ stata operata.

Picchia la compagna malata di tumore: condannato a due anni

Non si è fermato davanti a nulla. Neanche di fronte a un tumore che aveva costretto l’ex compagna ad affrontare un lungo percorso di cure. Lui l’ha picchiata, pedinata, minacciata di morte, tempestata di messaggi. Per quelle vessazioni continue un operaio di 44 anni, accusato di stalking e percosse, è stato condannato dal Tribunale di Chieti a due anni di reclusione (pena sospesa) e a pagare 10 mila euro di risarcimento alla vittima. Scrive nella sentenza il giudice Andrea Di Berardino: «La pena non può essere quella minima: il fatto è grave, perché l’imputato ha mostrato il tipico atteggiamento predatorio, a cui si è aggiunta un’inaudita insensibilità verso le condizioni della vittima, affetta da patologia tumorale e sottoposta a terapie fisicamente e psicologicamente stressanti».

Era inizio estate del 2016 quando i due si sono cononosciuti in un locale della riviera di Pescara. Sono cominciati a uscire insieme, poi lui si è trasferito di fronte all’appartamento della donna. Ad agosto il fidanzamento è diventato ufficiale. Il 44enne si è mostrato subito geloso. Qualche esempio? «Dobbiamo avere un unico profilo Facebook perché non dobbiamo nasconderci nulla», ripeteva. Ben presto sono iniziati i problemi, che sono cresciuti quando lei, separata e madre di tre figli, ha accettato di trasferirsi a casa del compagno dopo numerose insistenze. «Era molto possessivo – si legge ancora sulla sentenza – non ammetteva neppure che telefonasse ai figli o che tornasse da loro al mattino per preparargli la colazione». In altre parole: per l’accusa l’operaio ha sottoposto la vittima a «vessazioni fisiche e psicologiche: in particolare, in occasioni di frequenti liti dovute alla morbosa gelosia, ingiuriava la donna, minacciandola di morte, e passava alle vie di fatto, picchiandola e intimandole in piena notte di abbandonare l’abitazione comune».

Non solo: «Terminata la convivenza – sostiene ancora l’accusa – ha compiuto atti persecutori ai danni della ex, tempestandola di telefonate e messaggi per indurla a riallacciare la relazione sentimentale. Al rifiuto della donna, ha iniziato a pedinarla e ad appostarsi nei pressi della sua abitazione attendendone il ritorno a casa». L’uomo ha persino contattato la donna su Facebook «utilizzando, per raggiungere il suo scopo, un profilo fittizio». Per concludere, ha avvicinato gli amici della ex chiedendo loro di convincerla a tornare con lui. «In questo modo ha causato nella vittima uno stato d’ansia e di giustificato timore per la propria incolumità fisica». Ormai esausta, la donna si è rivolta all’avvocato Lorella Cipollone del foro di Pescara e ha denunciato tutto ai carabinieri. Conferma il giudice Di Berardino: «La presenza costante dell’imputato sul luogo di lavoro e a casa della ex, il monitoraggio sistematico del suo gruppo di amici sia materialmente che sui social network sono atti pienamente idonei a ingenerare turbamento». All’imputato non vanno concesse le attenuanti generiche perché «è una personalità negativa, per nulla incline al pentimento e alla revisione critica dei suoi comportamenti».

D’Alfonso, Legnini?E’ risorsa Repubblica

”Tengo a precisare che Legnini è una risorsa della Repubblica per incarichi rilevantissimi. Io conosco la stima che riscuote Legnini a livello nazionale, per incarichi rilevantissimi viene sempre preso in considerazione”, così Luciano D’Alfonso sulle voci che vorrebbero l’attuale vicepresidente del Csm Giovanni Legnini candidato col centrosinistra. L’incarico istituzionale di Legnini scade infatti il prossimo 24 settembre. D’Alfonso, che da oggi non è più il presidente della Regione dopo aver optato per il Senato, ha così precisato il suo pensiero sulla figura che dovrà sostituirlo nella coalizione di centrosinistra.
”Penso ad un Eta Beta che ha capacità di fare coalizione, autorevole, che non ha nemici, un Eta Beta che abbia la capacità di una cultura di governo, che conosca il valore, la densità e la delicatezza della decisione pubblica, una persona con una storia riconoscibile, che abbia il linguaggio della politica e linguaggio dell’amministrazione e il linguaggio delle istituzioni”, ha spiegato oggi D’Alfonso.

ANSA

Ricatta la donna con cui ha una relazione e si fa consegnare 400 euro: arrestato

La Squadra Mobile di Pescara ha tratto in arresto nella giornata di ieri un 39enne pescarese, F.M., già noto alle forze di polizia. L’uomo, cui è stato contestato il reato di estorsione, è stato sorpreso dai poliziotti subito dopo aver ricevuto dalla vittima, una donna con cui aveva in corso una tormentata relazione, 400 euro in contanti, consegnatigli nel corso di un incontro avvenuto nei pressi di uno stabilimento balneare vicino il Piazzale della Madonnina.

La donna, di una decina di anni più grande, si era rivolta alla Polizia sporgendo una lunga denuncia, dove aveva narrato dapprima della relazione allacciata lo scorso marzo con F.M., che subito aveva iniziato ad avanzare richieste di denaro, motivandole con problemi personali. Tutte le richieste erano state, in un primo momento, spontaneamente assecondate dalla donna, arrivata tra l’altro ad intestargli anche uno scooter.

Con il trascorrere del tempo l’uomo aveva richiesto cifre sempre più alte, che la donna aveva comunque corrisposto, in parte attingendo dal suo conto corrente in parte arrivando a sottrarre contanti dalle casse della società per cui lavorava come responsabile amministrativo, venendo però scoperta e sospesa dal lavoro. Acquisita consapevolezza che F.M. si stesse approfittando della situazione, aveva iniziato ad opporsi alle pretese economiche dell’uomo che, a quel punto, aveva minacciato di far del male a lei ed ai suoi familiari, tanto che la donna terrorizzata, gli aveva consegnato, in più occasioni, diverse migliaia di euro.