Categoria: Talents

Chi è Angela Ruggeri ? Ecco tutto quello che c’è da sapere del grande talento naturale

Angela Ruggeri (9)

Foto Credit Cristian vivaldi Email: cristian.vivaldi@fastwebnet.it

Ecco per chi vuole sapere di più di Angela Ruggeri nata in Ancona di origini leccesi.  Sono alta 165 cm e il mio peso varia dai 60 ai 68 kg in base ai periodi di preparazione. Specializzata nella sicurezza sul lavoro e la sicurezza alimentare, oltre ad effettuare corsi di formazione ai lavoratori riguardo le due materie appena citate.

3 aggettivi per descrivere il tuo carattere: DOLCE, AUTOIRONICA, TESTARDA

5 cose che ami: Amo mangiare (specialmente i dolci), stare a contatto con gli animali, la semplicità nelle cose e nelle persone, amo il mare e amo stare a casa sul divano a vedere un film

5 cose che odi: odio le persone false e doppio-giochiste, il freddo, allenarmi con dischi che siano di colore diverso, le ciotole di plastica che non si lavano bene perché oleate, il disordine in casa

passioni e interessi: oltre alla palestra ho la passione del disegno e della pittura e adoro scrivere per lo più racconti e poesie musica, film e libri preferiti: il genere di musica che ascolto varia in base al mio stato d’animo e in che momento della giornata mi trovo, perciò passo dal pop, al latino, al genere italiano. Sono un’amante dei generi horror e azione per quanto riguarda i film. Il genere di libri verte anch’esso sull’horror e il thriller: ho adorato il libro di Hit il pagliaccio e la maggior parte delle opere di Stephen King.

il viaggio più bello che hai fatto e quello che vorresti fare: il viaggio più bello che ho fatto è stato a Corfù un po’ di anni fa. Sogno di visitare il Giappone e la Thailandia, tanto che un futuro viaggio di nozze lo immagino in una di queste due mete.

cosa guardi e cosa ti attrae fisicamente/caratterialmente in un uomo: le prime cose che guardo fisicamente in un uomo sono il sorriso, lo sguardo e le mani. Caratterialmente ricerco sempre la maturità, la sicurezza in sé stessi, la dolcezza e l’intraprendenza ma soprattutto deve farmi ridere.

come definisci il tuo stile o meglio che capo di abbigliamento non deve mai mancare nel tuo guardaroba? Scarpe basse o tacco? Il mio stile è molto casual, anche perché è rapportato ad una mia giornata tipo che si svolge sempre di corsa. Nel mio armadio non devono mai mancare canotte, jeans, leggings e scarpe da ginnastica. E’ ovvio che per occasioni speciali o per la sera un po’ di tacco è d’obbligo specialmente se associato ad un abito lungo, genere che io adoro.

Angela Ruggeri

Sono entrata per la prima volta in palestra 4 anni fa ma mi alleno seriamente da circa 3 anni. Venivo da tanti anni di pallavolo, sport che ho dovuto abbandonare a causa degli studi universitari. Dopo 3 anni sabatici sono stata invitata a provare la palestra e il karate: ho conciliato le due discipline per un anno e mezzo poi ho scelto di dedicarmi unicamente alla preparazione per le gare.

Angela Ruggeri (1)

3- Faccio sport da quando avevo 4 anni: ho iniziato con la piscina, poi pattinaggio su pista e circa 11 anni di pallavolo.

4- Non sono entrata in palestra con il sogno di poter competere e salire su un palco, veramente all’inizio volevo lasciare tutto perché venendo da uno sport di squadra non riuscivo ad appassionarmi alla sala pesi. Poi il mio fisico ha iniziato a rispondere bene agli allenamenti e mi è stato proposto di preparami per una gara; nel momento in cui ho calcato per la prima volta un palco è scattato qualcosa in me che mi ha fatto innamorare di questo mondo

5- Diciamo che la cosa che mi affascina di più del mio corpo, anche a detta degli altri, è il contrasto tra il mio viso dolce e abbastanza femminile, con un corpo un po’ più statuario. Mi definisco sempre un ibrido vista questa contraddizione e adoro essere unica nel bene o nel male.

Angela Ruggeri (6)

6- Il mio attuale coach l’ho conosciuto abbastanza casualmente dopo la gara a Rimini di quest’anno. Mi ha preso sotto la sua ala durante la mia partecipazione alle gare estive ma la collaborazione vera e propria è iniziata dopo i campionati italiani. Il nostro rapporto è particolare nel senso che essendo stata un po’ autodidatta per un periodo, abbiamo da subito trovato un’intesa e abbiamo scelto di concordare ogni singolo aspetto della preparazione insieme in quanto io ho imparato a conoscere un po’ il mio corpo e a capire come risponde a determinati stimoli e lui ha tutte le conoscenze possibili per guidarmi al meglio. Alla luce di questo ogni tanto ci prendiamo a parole ma è perché abbiamo due caratteri che danno il meglio quando si confrontano e a modo loro si supportano.

7- Adoro allenare quadricipiti, glutei e spalle e sono anche i 3 gruppi muscolari per cui ricevo più complimenti.

8- Amo diversi esercizi, nello specifico quelli che mi permettono meglio di isolare il muscolo interessato. Un amore- odio lo provo per la leg extension e amo molto lavorare ai cavi. Odio gli affondi e la maggior parte degli esercizi per il petto ma si fa tutto lo stesso.

Angela Ruggeri intimo

9- La mia giornata inizia alle 7.30, faccio colazione, sistemo il borsone e mi preparo per andare a lavoro dove resto fino alle 18 del pomeriggio. Inizio ad allenarmi intorno alle 18.30 e tra doccia, chiacchere e tutto rientro a casa intorno alle 21.15. Faccio cena e nel frattempo preparo i pasti per la giornata successiva. Tra una cosa e l’altra non vado mai a dormire prima di mezzanotte in quanto, abitando da sola, sono soggetta a tutte le operazioni di lavaggio piatti e ambienti casalinghi.

10- Mi alleno mediamente 5 volte a settimana anche se può capitare di arrivare a 6 in determinati periodi di preparazione tutti da una volta al giorno. Il cardio c’è in alcuni momenti del percorso ma è il coach a decidere quando inserirlo.

11- All’inizio è stato un pò difficile seguire l’alimentazione specialmente quando ci si avvicinava alla gara. Anche il solo odore di dolci o pizza mi obbligava a cambiare stanza perché iniziava ad aumentare la salivazione. Poi ho “educato” la mente a sopportare e a non cedere agli sfizi dato che non è il corpo a richiederli, anche perché la mia dieta prevede un buon quantitativo di cibo durante tutte le fasi di preparazione, e adesso sono un soldato in termini di resistenza a tentazioni.

12- Il  mio cheat meal è variabile: se sto un po’ bassa con i carbo vado cercando quelli quindi panini, pizza e pasta, altrimenti ho sempre avuto una predilizione per i dolci, specialmente per quelli fatti in casa come crostate, ciambelloni ecc..

13- All’avvicinarsi della gara cambiano tante cose: ti specchi di continuo perché ti avvicini alla forma finale da competizione e vuoi goderti ogni momento, il fisico è un po’ provato più che altro perché cambiano alcuni apporti quali i quantitativi di carboidrati, verdure, grassi, proteine ma soprattutto acqua e sale. Emotivamente io tendo ad essere abbastanza stanca anche perché non sono solita assentarmi dal lavoro fino al giorno della partenza, ma alla fine se lo si vuole veramente, tutto è possibile.

14- Della preparazione alla gara amo l’adrenalina che inizia ad essere sempre più presente all’avvicinarsi della partenza. Ho un rito scaramantico prima di ogni gara e cioè quello di mettere il costume da gara nel posto del letto vicino a me e accendere una candela: amo svegliarmi la notte e vedere brillare gli strass con la fioca luce del fuoco. Detesto preparare la valigia per partire perché puntualmente mi dimentico qualcosa anche se mi faccio sempre una lista delle cose da portare.

15 – Nel 2017 ho fatto un 5 posto al oneway fitness a Roma e un 5 posto ai campionati italiani dello stesso anno. Nel 2018 ho partecipato alla gara di Rimini senza rientrare nelle prime 6, poi sono arrivata 3 sempre al oneway fitness e nuovamente 5 ai campionati italiani 2018. Quest’anno i risultati sono stati migliori: 2 posto a Rimini, 1 posto al GP Elena a Bari, 1 posto al oneway fitness e 2 posto ai campionati italiani 2019. Ultima grande soddisfazione 2 posto alla gara in Grecia, a Nafplio, con tanto di Pro Card portata a casa.

16- La gara più emozionante credo si stata quella a Rimini di quest’anno. Sono salita su quel palco senza un preparatore, senza un fidanzato e senza genitori tra il pubblico. Avevo solo una mia carissima amica, Paola, totalmente estranea a questo mondo fino a quel giorno a cui ho dovuto spiegare come mettere il colore il giorno stesso; devo tutti i miei risultati di quelle 4 gare a lei, fosse stato per me non avrei partecipato a nulla. Eravamo in 11 quel giorno e già mi vedevo fuori dalle 6; quando mi hanno chiamata seconda dietro l’attuale campionessa italiana non potevo crederci; scesa dal palco sono scoppiata a piangere e si, sono emozioni che non si spiegano

17- Con il mio coach stiamo valutando quando attivare la Pro Card, sicuramente non quest’anno. Prima della fine del 2019 probabilmente farò un’altra gara, non so se in Italia ma vi terrò aggiornati. Il mio sogno è quello di avere una famiglia, è un sogno che sembra scontato ma è la mia ambizione più grande: ho un lavoro, una casa, una macchina e una grande passione per questo sport, mi manca solo quello.

18- Io mi confronto ogni giorno con il giudizio della gente, con gli sguardi dubbiosi e increduli di quando passi in un centro commerciale anche solo per fare spesa. Mi è stato detto che ero una bella ragazza che si è rovinata con le sue mani, che ho bicipiti e spalle più grandi di uno scaricatore di porto e vengo sfidata spesso a braccio di ferro. Alcune cose fanno sorridere altre feriscono; ad ogni modo io sono dell’idea che ognuno deve stare bene con sé stesso e che la gente avrà sempre da parlare, perciò tanto vale fare e diventare ciò che si vuole nel rispetto di se stessi e degli altri.

19- Sono 3 anni che mi confronto con i miei genitori riguardo questa mia passione. Ultimamente hanno iniziato ad interessarsi mentre prima erano fermi nella loro posizione di dissenso. Diciamo che non mi sostengono ma lo accettano perché capiscono che per me è importante; continuerò ad insistere per averli tra il pubblico e per farli diventare i miei primi fans.

20- Riguardo al doping io sono dell’idea che ognuno fa le sue scelte in questo settore come nella vita in generale. Non ho pregiudizi verso nessuno e sono per la libertà di decisione che ognuno ha sempre nel rispetto di sé stessi e degli altri. Per quanto riguarda me io sono molto indirizzata nelle scelte in quanto qualche anno fa ho scoperto di avere una mutazione genetica che sceglie per me l’unico percorso possibile da fare in termini di preparazione; viste le mie “non scelte” ho deciso qualche anno fa di diventare donatrice AVIS e sono fiera di tale ruolo. Un piccolo messaggio però lo voglio lanciare: spesso mi scrivono ragazze anche di 18 anni dicendomi “mi hanno detto che devo” al fine di partecipare ad una gara. Io sopra ho detto che ognuno fa le sue scelte e come tali devono rimanere: sono contro le imposizioni, le informazioni distorte o dette a metà e le false illusioni quindi chiedo umilmente di guidare, specialmente ragazze così giovani, con criterio e soprattutto con coscienza.

21- Io ho due tipi di ammirazione per quanto riguarda le atlete: ammiro atlete come Angela Borges, Getta Beqa ecc.. per i risultati e per la forma fisica raggiunta e ammiro atlete italiane con cui ho avuto modo di parlare perché hanno avuto la forza di uscire dalla bulimia, dall’anoressia e da situazioni impegnative della vita. Le vere coppe vanno a loro.

Chi è Francesca Dei? vita privata, professione, la moda, instagram, altezza ed altro per conoscerla meglio

city_milano_345

Facendo un piccolo bilancio della tua vita cosa ne verrebbe fuori?
Al momento penso di essere ancora fin troppo giovane per trarre conclusioni sulla mia carriera o sulla mia vita, quest’anno vado verso i 20 anni : al momento continuerò a svolgere trasferte fotografiche dedicandomi specialmente verso l’estero, nel frattempo proseguirò gli studi universitari, per ora mi ritengo soddisfatta per come ho strutturato la mia vita quotidiana e spero anche il mio futuro.

Parlaci dell’amore: cosa rappresenta nella tua vita?
Nonostante io sia tanto giovane, penso che nessun essere umano possa vivere senza ; per me è un punto di riferimento, che mi incoraggia su ciò che faccio e mi supporta sulle scelte difficili, oltre a rendermi serena nella mia quotidianità.

francesca dei (26)
Artisticamente, qual è la modella a cui vorresti somigliare?
Personalmente tendo a essere me stessa ma non nego che ho delle grandi ispiratrici anche se sono due opposti : la sensualità di Dita Von Teese, regista del burlesque, e l’aggressività di Dani Divine, una alt-model.  Caratterialmente penso di rispecchiare entrambe le personalità, in base al progetto fotografico faccio uscire maggiormente una delle due parti, unendole al mio carattere ovviamente.

francesca dei instagram
Puoi dirci a cosa stai lavorando adesso?
A causa del Covid 19, per il momento sono a casa anch’io per non rischiare, mi dedico all’organizzazione dei miei futuri lavori fotografici e specialmente allo studio; dopo la quarantena avrò molti set e trasferte da recuperare con quelli nuovi in aggiunta e questo è il momento giusto per portarmi avanti con gli esami telematici.

COME sei nella vita privata?
Nella vita privata penso di essere una persona riservata e anche timida nonostante il mio lavoro ma davanti all’obiettivo cambio totalmente persona facendo uscire la mia estroversione; mi ritengo anche molto positiva, tant’è che in questo periodo nonostante le problematiche cerco sempre di mantenermi attiva e sperare che finisca tutto al più presto; sono molto curiosa, amo viaggiare e conoscere luoghi e cose nuove, a maggior ragione unisco spesso il mio lavoro con la visita di nuove città.
Cosa vorresti che le persone capissero di te?
Vicino a me sono circondata di persone che mi sostengono moltissimo, ma al momento stesso mi rendo conto che la società al di fuori tende ad avere dei pregiudizi sbagliati comportandosi con arroganza; ciò che consiglio io in generale, è di vivere tranquillamente e cercare di essere felici, senza cercare di rovinare quella degli altri.
Quali sono i ricordi della tua infanzia a cui particolarmente sei legata?
Sono molto legata a mia madre, mi ha insegnato moltissimo sulla vita e mi è sempre stata dietro su tutto ciò che facessi. Mi ha insegnato i valori dell’impegno e del sacrificio, che cerco di mantenere in quello che sto facendo.
Sei favorevole e contraria alla chirurgia platica?
Dipende dalle situazioni: Sono a favore se si parla di interventi necessari come un difetto che porta un grande disagio a livello estetico, ma non sono favorevole all’esagerazione, bisogna anche imparare ad amarsi sotto tutti i punti di vista.
Ci sono persone che ti hanno aiutato in momenti difficili?
Sì, e a loro devo moltissimo.  avere persone sbagliate affianco porta a fare scelte sbagliate o comunque condizionano molto negativamente, ma per fortuna ora sono circondata da gente che mi ha aiutata molto sulle scelte e su come comportarmi in quei momenti.

Un tuo sogno nel cassetto?
Essere felice, non programmo moltissimo la mia vita perché da quel che ho imparato fino ad ora, essa è imprevedibile, si presentano davanti a noi occasioni diverse ogni giorno e sulle basi della nostra quotidianità sta a noi scegliere.
Per certo continuerò con la carriera da fotomodella perché mi rende davvero viva come persona, penso di aver trovato ciò che amo fare, e nel frattempo proseguirò gli studi, il futuro verrà da sè.

Chi è Federica Tacconi? età, allenamenti, altezza, vita privata

city_milano_Tacconi Federica

Per farti conoscere meglio dai tuoi fan ci racconti in breve alcune tue tappe importanti della tua carriera?

Tacconi Federica;  Mi sono approcciata a questa bellissima disciplina poco più di 3 anni fa con lo scopo di perdere peso e non avrei mai pensato di appassionarmi e di farne la mia vita.  È stata una tappa importante per me che ha segnato un grande salto di qualità in quanto prima facevo tutt’altro. Studiai in una prestigiosa Accademia di pasticceria andai anche in Australia e a Parigi ma capii che tutto ciò che mi rendeva felice stava dentro una palestra e non dentro un laboratorio di pasticceria per questo decisi di tornare in Italia e dedicarmi al progetto della mia attuale palestra insieme a mio fratello.  Sono stata guidata da preparatori nel campo per la mia trasformazione e sono propensa a continuare sotto l guida del mio attuale preparatore in quanto il mio obiettivo é il palco. Quindi la prima tappa importante é stato perdere 30 kg mi sono sentita rinascere, ho sconfitto tutto il bullismo passato e ho acquistato un’autostima mai avuta e la seconda tappa importantissima l’apertura della mia palestra insieme a mio fratello chiamata IRON PARADISE GYM come manifestazione di riscatto contro il bullismo con lo scopo di far crescere il bodybuilding, abbattere tutti i pregiudizi ancora presenti per questa disciplina e aiutare tutte le persone che come noi hanno sofferto e soffrono e vogliamo aiutarli a migliorare per sentirsi meglio sia fisicamente che psicologicamente , una palestra aperta a tutti dove nessuno deve sentire inferiore a nessun altro . Rispetto reciproco.

tacconi federica foto

tacconi federica ALLENAMENTO

Puoi anticiparci qualcosa sui tuoi prossimi progetti lavorativi?

Prossimi progetti lavorativi … soprattutto dopo questa pandemia l’obiettivo è lavorare tantissimo, più di quanto già facevamo , per far rinascere la nostra IRON PARADISE GYM , inoltre per quanto riguarda me stessa proseguire gli studi nel campo e dedicami al cento per cento ad una preparazione che mi possa portare a calcare il palco ! Poi altri progetti ma che non si possono svelare per semplice scaramanzia.

Di solito per far conoscere i nostri personaggi chiediamo di fare un breve riepilogo della propria carriera tu della tua che ci dici?

Ho raccontato tutto ciò all’inizio comunque è stata un’ascesa nata imperniano , dal sacrificio e dalla determinazione valori che voglio trasmettere soprattutto ai miei clienti e a chi mi segue.

Oggi guardandoti allo specchio come ti definisci?

Una donna, in quanto tutte le difficoltà mi hanno fatta crescere rendendomi la persona che sono oggi

tacconi Federica foto

Come ti sei avvicina a questo sport?

In realtà è stato mio fratello a portarmi in palestra per la prima volta e da lì … lo sapete già  una passione nata dal profondo del cuore e che mi ha cambiato la vita al meglio restituendomi tanta felicità

Cosa ti piace di questo sport?

La costruzione di se stessi oltre che fisicamente mentalmente, ti insegna ad essere forte, ad essere determinato, a sudarti ogni singolo risultato rendendoti una persona migliore e più forte e di conseguenza tale forza ti permette di affrontare anche altro nella vita con più sicurezza , non solo nel bodybuilding . Trasforma le persone fuori e dentro rendendole migliori !

cosa significa per te essere bella?

Per me significa prima di tutto sentirsi bene con se stessi, volersi bene.

Molte volte si sente parlare di un eccessivo utilizzo di integratori tu cosa ne pensi a riguardo?

Penso che la gente parla troppo senza essere realmente informata e che per tanto prima di diffondere voci false dovrebbe informarsi davvero . L’integrazione fatta nel modo giusto é fondamentale per dare al nostro organismo tutto ciò di cui ha bisogno !

Cristian Nardi: Come definisci il tuo stile o meglio che capo di abbigliamento non deve mai mancare nel tuo guardaroba?

Sportivo ! Non devono mai mancare i miei completini per fare allenamento e soprattutto le scarpe da ginnastica , jeans, pantaloncini e magliette corte , semplice e sportivo

Chi sono dei riferimenti o una persona in particolare che ti ha aiutato a nei momenti più difficili?

Ovviamente la mia famiglia senza loro non  l’avrei mai fatta, mi hanno capita, mi capiscono tutt’ora e mi hanno supportata in ogni mia scelta e progetto

 

Francesca Giai  pragmatica e inquietante solare e seducente ecco chi è la protagonista del giorno: età vita privata e lavoro 

city_milano
Fotomodella da una parte e imprenditrice dall’altra,  pragmatica e inquietante solare e seducente ecco chi è la protagonista del giorno viene dedicata a lei si chiama Francesca Giai nata in Pinerolo, in provincia di Torino ha 23 anni 

Facendo un piccolo bilancio della tua vita, cosa ne verrebbe fuori?

Beh, credo di poter dire che se facessi un bilancio della mia vita ne verrebbe fuori un casino! Ho 23 anni, ma ho già fatto un sacco di cose!
Credo fermamente che non si smetta mai di imparare e che c’è sempre qualcosa di nuovo a cui poter aspirare: insomma… A saldo e stralcio del bilancio introdurrei il noto detto “Chi vivrà, vedrà!”
 

Parlaci dell’amore: cosa rappresenta nella tua vita?

Ho sempre fatto girare un po’ tutto attorno all’amore: è il mio fondamento!
Se sono me stessa è grazie al mio cuore.
Certo, amore soprattutto per il mio partner: che amo più di ogni altra cosa e che ogni giorno mi sprona e mi incoraggia a dedicarmi alle mie passioni con tutto se stesso.
In tutto ciò che faccio ci metto un po’ d’amore, come nella fotografia…
La prima cosa che faccio, mentre sono su un set è “fare l’amore con l’obiettivo” perché in quel preciso istante non conta quante persone ci siano o dove mi trovo: siamo solo io e l’obiettivo.

 

Artisticamente, qual’è la modella a cui vorresti assomigliare?

Beh, a questa domanda mi immagino nella mia mente una risposta come “Vorrei assomigliare ad un degli Angeli di Victoria Secret!”
Tuttavia… No!
Credo che la risposta giusta sia di non volere assomigliare a NESSUNA.
Voglio solo essere ME e non c’è niente meglio di questo: difetti compresi!

Puoi dirci a cosa stai lavorando adesso?

Come tutti anche io, visto il periodo, #restoacasa…
Tuttavia ho parecchi contatti all’attivo tra servizi fotografici molto interessanti e collaborazioni con accademie di posa, cinema e make up!
Un’altra novità a cui sto lavorando da inizio 2020 è che, insieme a Micaela Samperi, presento il Summer Festival di Venaria Reale, in onda sul Canale 13 del Digitale Terrestre ogni Lunedì! (GRP Televisione Piemonte.)
E questo lo devo ad Angelo Zicolillo: fondatore del Festival che mi ha voluto nel team!
INSOMMA… Seguitemi e ci saranno molte novità!
5

Come sei nella vita privata?

Nella vita privata sono tutt’altro che perfetta: tendo a considerarmi “anormale nella mia normalità”!
Anche nel privato amo la sensualità e tendo sempre un po’ a tirarla fuori.
Molti mi definiscono un po’ Lolita: la seduzione con il volto di bambina.
Introversa e anche un po’ timida, ma con quel pizzico di sensualità che va sempre bene!

Cosa vorresti che le persone capissero di te?

Spesso le persone mi giudicano come spigliata e molto estroversa: non potrebbero essere più lontani dalla verità!
Il messaggio che vorrei dare alle persone è quello di conoscere veramente chi è la persona dietro le foto: semplicemente me!

Quali sono i ricordi della tua infanzia a cui particolarmente sei legata?

Francesca Giai

Il primo ricordo della mia infanzia sono i miei nonni.
Quando ero piccola i miei mi portavano da loro siccome entrambi lavoravano e così ho passato molto tempo della mia infanzia con loro in campagna.
Mio nonno mi ha insegnato molte cose e mi ha letteralmente immerso in ciò che è la natura.
Amo la natura e lo starci a contatto mi fa sentire viva, ma soprattutto libera e ho sempre pensato che questo sia grazie ai miei nonni.
Datemi un pò di natura e rinasco!

 

Sei favorevole o contraria alla chirurgia plastica?

Sono contraria alla chirurgia plastica se non se ne fa un uso necessario.
Per intenderci… Se vi è bisogno di ricorrere alla chirurgia estetica perché si ha avuto un problema fisico allora sono dalla vostra parte!
Se però si ricorre ad essa solo per modificare il proprio aspetto non sono d’accordo!
Io, per esempio, ho sempre odiato il mio viso e nello specifico il mio naso.
Ma è il mio!
Io sono così e non vedo perché dovrei cambiarlo: tutto il contrario dovrei accettarlo!
Francesca Giai

Ci sono persone che ti hanno aiutata in momenti difficili?

Per tanto tempo ho creduto di essere sola e di dover affrontare tutto nella solitudine.
Poi, ad un certo punto più o meno bello della mia vita sono cambiata: ho aperto gli occhi e visto che accanto a me avevo molte persone che tenevano a me!
Ed in ognuna di queste ho trovato qualcuno che mi ha spronato a non arrendermi MAI e a non abbattermi anche solo con piccoli gesti!
Quindi sì, ho tante persone che mi sono accanto o mi sono state accanto nei momenti difficili e a cui devo dire grazie partendo dai miei familiari e amici ed arrivando fino ai fans che mi seguono! (Molti anche da anni!)

Un tuo sogno nel cassetto?

Amo viaggiare e devo dire che per avere la mia età ho già viaggiato parecchio, almeno, diciamo che non posso lamentarmi!
Il mio sogno nel cassetto sarebbe viaggiare il più possibile e perché no: continuare a fare questo lavoro, che amo e in cui metto tutta me stessa!

Il fantasma nel cielo di Carlotta Tempestini, ecco come si presenta la Pole Dancer italina

Com’ è la tua vita quotidiana fuori dallo sport?
Nella mia vita quotidiana mi piace fare cose tranquille, quando non ho allenamenti o spettacoli uso il mio tempo libero per rilassarmi, ricaricare il mio corpo,stare con la mia famiglia e gli amici più cari.Non mi piace stancarmi al di fuori degli allenamenti… Nella vita di tutti i giorni poso spesso per fotografi come secondo lavoro, poi devo occuparmi dei costumi per i miei spettacoli e di ripassare le coreografie… di tempo libero mi rimane poco. Comunque la pole per me non è uno sport .. ma un elemento artistico che aggiungo ai miei
show

 Carlotta Tempestini
Carlotta Tempestini

Oggi guardandoti allo specchio come ti definisci?
una giovane donna… con un corpo tonico modellato dall’ attività fisica, a mio agio col mio corpo del quale
non cambierei nulla, non perché sia perfetto ma a me va bene così

Ci racconti tutto dall’ inizio come ti sei avvicinata a questo sport?
Ho iniziato con danza classica e moderna poi ho aggiunto tessuti aerei. Tre anni fa il mio insegnante di aerea portò me e altri ragazzi a Italia s got talent e lì ho conosciuto un’ istruttrice che mi ha invitata a provare e ha detto che sono portata e dovevo assolutamente iniziare

Tu ti senti bella?
sinceramente sì.. mi sento bella e anche molto fortunata per ciò che la vita mi ha dato. col passare degli anni ho imparato a apprezzarmi sempre di più e a ignorare chi magari mi dice che sembro ingrassata, non ho le tette o altro… quando le critiche sanno d’ invidia poi valgono quasi più dei
complimenti

Cosa significa per te essere bella?
la bellezza è soggettiva.. ognuna ha il suo punto di forza… tutto sta nel trovarlo e valorizzarlo. molto importante secondo me è avere una bella postura. Per quanto riguarda la linea a me non piacciono ragazze troppo magre ma giuste. Comunque tutte possono essere belle magari anche una ragazza in carne, per esempio può avere uno sguardo magnetico e occhi stupendi che un’ altra non ha.

Quali sono le tue aspirazioni future?
Mi piacerebbe avere un agente che mi organizzi ancora più trasferte all’estero di adesso. sono già stata in varie parti di Europa con la tribute ufficiale italiana di Katy Perry in cui lavoro come ballerina ma mi piacerebbe andare anche fuori dall’ Europa

poi mi piacerebbe avere qualche esperienza valida di recitazione, magari interpretando una ballerina o una poler. Poi adoro fare i video musicali ne ho già fatti alcuni e mi piacerebbe farne altri

Ci sono stati momenti scoraggianti in cui stavi per mollare tutto?
a volte sembra tutto difficile… ci sono persone che mi hanno ingaggiata per qualcosa e poi era una truffa, ci sono persone che mi consigliano di smettere perché così ho troppo poco tempo lobero, chi critica il mio stile e chi ce la mette tutta per farmi sentire inferiore. La soluzione è mettere da parte cose o persone negative come se non esistessero. Mi è successo anche di fare un’ esibizione non perfetta come avrei voluto… L’ importante è capire l ‘ errore e mai mollare. Le cose da mollare sono i lavori che non danno soddisfazione e le persone negative. Per quanto riguarda la pole nello specifico sono 3 anni che la pratico e non ho mai pensato di mollarla e non l’ ho mai vissuta come una competizione di campionati mondiali, la uso solo come aggiunta nei miei spettacoli…forse farò dei campionati più avanti ma per ora faccio
solamente la show girl.

E’ necessario integrare la pole con qualche altra attività tipo la corsa o la palestra?
La corsa secondo me assolutamente no… la corsa serve a bruciare calorie… per la pole ci interessa aumentare forza muscolare e flessibilità… quindi sì alla palestra anche se io personalmente preferisco addominali glutei e flessioni a corpo libero. Gli esercizi di flessibilità per spaccate e schiena sono fondamentali per fare belle figure. Sarebbe da integrare danza per la grazia e le linee

Quali sono le ragioni per cui una donna dovrebbe avvicinarsi alla pole dance?
Dipende… ci sono più possibilità. dipende dall’ obiettivo che hanno le donne in questione. Per esempio ginnaste che vogliono fare campionati, artiste ballerine come me che vogliono ampliare i loro show con qualcosa in più, o semplicemente donne che vogliono tenersi in forma divertendosi e facendo amicizia. Ma attenzione perché non è un’ attività solo da donne, ci sono anche molti uomini che la praticano.

Sul piano fisico in particolare quali sono i maggiori benefici?
Tonicità, definizione muscolare, resistenza alla fatica, aumento della forza.

Un consiglio a chi vuole iniziare?
all ‘ inizio non è facile perché serve molta forza nelle braccia.. il consiglio è non arrendetevi perché a nessuno riesce subito. Altra cosa.. il palo è super scivoloso, cercate di andare a lezione con la pelle pulita e
asciutta, pulite il palo con alcool prima dell’utilizzo e scegliete un buon grip.

Se venite dalla danza e magari siete molto flessibili vi consiglio lezioni private perché in questo modo imparerete più in fretta e potrete provare prima le figure avanzate.

Lucia Grieco la fotomodella Italia : una scommessa per gioco e per passione

Ecco in nostro incontro del giorno con Lucia Grieco fotomodella italiano di talento. 

https://www.instagram.com/p/BxunmI1iewJ/?utm_source=ig_web_copy_link

fare la modella, sogno di molte ragazze, come si inizia? E come funziona?

Fare la modella è iniziato per gioco ho iniziato con un concorso di bellezza Miss sud. Da lì è iniziato tutto.

Cosa ti ha spinto a fare la modella. Era già un tuo sogno da bambina?

In realtà ho iniziato a recitare in una compagnia teatrale provinciale all’età di 6 anni è stato un sogno che ho avuto da piccolissima. Con il passare del tempo crescendo ho capito che amavo anche fare la modella.

Che sensazioni hai provato durante il tuo primo servizio fotografico?Il mio primo servizio fotografico è stato pazzesco! Posare mi rende felice e allo stesso tempo mi piace pubblicare i miei scatti per dare un messaggio alle nuove generazioni di ragazze che vogliono intraprendere questa carriera, di far loro emergere la loro bellezza naturale e di non farsi imbambolare da questi ideali di donne che si affidano alla chirurgia estetica


Una domanda frivola. Qual è il tuo outfit preferito?Il mio outfit preferito sicuramente casual mi piace essere sbarazzina ma al tempo stesso sensuale con un paio di decoltè.

In un mondo sempre + social Quale il tuo la rapporto con instagram?
Il mio rapporto con Instagram è fantastico! Amo rispondere e aiutare ragazze, donne a essere forti e di combattere per i loro sogni.

Che importanza dai hai social network?
Al giorno d’oggi credo sia una fortuna essere in comunicazione con i social network, permettendo di scambiarsi idee con giovani in tutto il mondo. Ma al tempo stesso credo che ogni tanto bisogna concentrarsi anche alla propria vita privata.

C’è un fotografo con cui vorresti lavorare?
Si amo tantissimo Oliviero toscani.

https://www.instagram.com/p/BfgIn3JBdvK/?utm_source=ig_web_copy_link

Modelle e Fotomodelle: quanto conta l’aspetto fisico e quanto invece quello caratteriale per il successo in questo lavoro?
Credo che l’aspetto fisico conta, ma non deve essere un ossessione, Anche dall’imperfezione può nascere qualche scatto di incredibile. Dal mio punto di vista l’aspetto caratteriale è all’apice di tutto. Puoi essere una bellissima ragazza ma se non hai la personalità giusta la grinta la sicurezza e la determinazione, rimani semplicemente come dice il detto “sei bella ma non balli”.

Rimanendo nella moda settore quali sono i tuoi progetti per il futuro?
I miei progetti per il futuro una serie televisiva in corso e uno shooting che uscirà a breve.

     

Giusy Ferro attrice, autrice, donna d’affari e di spettacolo amata dal pubblico napoletano

Come funziona fare l’attrice è il sogno di molti ragazze come si inizia ?

Sicuramente si inizia studiando , è fondamentale essere preparati .

E come funziona ?

Io mi sono iscritta ad un laboratorio teatrale poi con l’impegno e la dedizione furto viene da se.
cosa ti ha spinto a fare l’attrice ?

Ricordo che da piccola rimanevo sempre piacevolmente impressionata dagli spettacoli delle marionette , li facevano spesso per strada ad Ischia luogo delle mie vacanze , poi guardavo i film in bianco e nero di Totò , trovavo straordinario come quello strumento fosse capace di catturare in un certo senso l’immortalità delle persone .

Era già un tuo sogno da bambina ?

È stata una sorta di vocazione che man Mano ho capito di avere , alle scuole elementari al saggio di fine anno avevamo possibilità di scegliere tra il balletto o la recita e mente la maggioranza dei bambini sceglieva il balletto evidentemente più divertente e meno impegnativo io sceglievo sempre un pezzo recitato, mi divertiva fingermi qualcun altro .

Che sensazioni hai provato durante il tuo primo spettacolo?

Prima dell’apertura del sipario sentivo il cuore battere all’impazzata avevo un nodo alla gola e temevo di dimenticare tutte le battute , per fortuna andò tutto bene.

qual è il tuo outfit preferito?

Amo il mio essere donna , esalto la mia femminilità mi piacciono abiti che fasciano il corpo quasi come una seconda pelle.

in un mondo sempre più social qual è il tuo rapporto con Instagram?

Mi piace il social è un divertente passatempo e pubblico molte cose al giorno

che importanza dai al social network?

Oggigiorno ne ha tanta e bisogna stare al passo coi tempi ma senza farsi catturare troppo dal mondo virtuale

teatro o cinema quanto conta l’aspetto fisico e quanto quello caratteriale per il successo in qst lavoro ?bella domanda entrambi , l’aspetto Fisico ti agevola tanto ma quello caratteriale lo è ancor di più il sapersi comportare avere un carattere accomodante e rispettoso è all base del successo quello duraturo intendo 1

rimanendo nel cinema quali sono i tuoi progetti per il futuro ?

A breve inizieremo le riprese di un mio cortometraggio scritto da me , sono anche autrice di diversi monologhi corti e commedie

Esce su Exitostyle.com Intervista con la fotomodella Michela Limone: più sexy più donna

Credi più nell’amicizia e nell’amore o cosa?
Ciao mi chiamo Michela allora in cosa credo di più? Non so di preciso so che l amore ti cambia la vita.. Ma nella tua vita senza amicizia è nulla


il tuo rapporto con instagram?
Pessimo direi lo uso veramente poco sono un disastro ahahaj 
Quanto c’è di te nel lavoro che svolgi?
Moltissimo direi.. In tutti i servizi fotografici ci metto anima e corpo come in qualsiasi lavoro televisivo o cinematografico 
Bisogna sempre metterci tutto te stesso nel lavoro


Attualmente su costa stai lavorando? ci sveli alcuni particolari?
Sto lavorando a un progetto comico un film 
c’è un attore con cui ti piacerebbe interpretare un ruolo?
Be direi di sì.. In primis de sica e poi Luca ward 
Il mio mito.. Lavorare con loro sarebbe veramente un insegnamento di vita


il senso della vita?
Amare ed essere felici.. Realizzarsi in quello che si vuole fare ed essere sempre se stessi 
cosa significa per te essere felice?
Essere completi… Lavoro amicizia e famiglia questa è la felicità

Esce su exitostyle.com Intervista alla fotomodella Raffaella Portoghese: la trasgressione è il mio stile di vita…

Cosa rappresenta per te la moda in un cotesto sociale?

La comunicazione è oggi l’atto fondamentale del vivere sociale,all’interno dell’immenso panorama comunicativo in cui gli individui si trovano continuamente immersi posizione preminente ha il complesso fenomeno della moda.L’abbigliamento è un codice, diverso da quello parlato e da quello scritto, ma ben definito da regole proprie.Si tratta di un codice “a bassa semantica” che veicola significati condivisi e che possiede diversi elementi comunicativi di base fra cui le stoffe, i colori,la foggia ed il taglio. Il codice dell’abbigliamento è fortemente legato al contesto storico, politico e sociale nel quale è inserito. La moda è,infatti, in grado di esprimere tantissimo sia a proposito del tempo storico nel quale è inserita, sia a proposito della condizione sociale e culturale delle persone, sia dei loro sentimenti, delle loro emozioni e del loro profilo psicologico.

Hai raggiunto tanti obiettivi, qual è quello più significativo per te?

Non ho raggiunto molti obiettivi ma uno significativo si,quello di mettermi davanti ad una macchina fotografica,prendendolo inizialmente come un gioco per vedere cosa venisse fuori e se ero capace di stare dietro ad un un’obiettivo,e piano piano ho intrapreso il mondo della fotomodella cercando di far emergere tutta me stessa. In questo momento non ho una cosa precisa su cui sto lavorando ma una fondamentale si me stessa per poter raggiungere i miei obiettivi.

Raccontaci una tua Gionata tipo?

La mia giornata e molto semplice,mi sveglio faccio colazione al bar con il mio cornetto integrale e latte macchiato di soia,vado a lavoro ,quando esco da lavoro per scaricare la tensione giornaliera vado camminare ascoltando la musica o semplicemente porto a spasso il mio cane,alla sera preferisco rilassarmi tv ,chiacchiere, caffè.
Ammiro le donne ,tutte,perché ogni donna porta con sé una forza incredibile.

Cosa vorresti che le persone capissero di te?

Vorrei che le persone capissero di me che sono una ragazza forte ,testarda, permalosa,ma con una voglia di spaccare il mondo..
Già da bambina mi piaceva fare shopping e mettere sempre in mostra l’ultimo completino comprato.

Come nasce la passione perla moda?

Crescendo ho iniziato ad appassionarmi, a leggere riviste di moda, a fermarmi davanti alle vetrine dei negozi, amavo vestire le bambole sempre in modo accurato,e soprattutto me ne sono resa conto perché le mie mani devono sempre essere perfette..come si dice…le mani perfette per una donna è un biglietto da visita.

Quali sono le difficoltà di intraprendere questo mestiere in italia?

Le difficoltà ce ne sono tante che si possono elencare,fotografi che si fingono fotografi pur di vedere una donna scoperta,fotografi che ti chiedono scatti per uso personale per non dire “maniaci della volgarità “,agenzie di moda che chiedono soldi pur di truffati ti promette mari e monti,che quella chiamata non arriverà mai,e di questo ne sono vittima.

Il senso della vita?
Il senso della vita… Domanda alla quale l’uomo cerca di dare una risposta da quando è sulla terra, ma senza riuscirci, non ho quindi la pretesa di voler trovare la soluzione a questo enigma; chiuderei piuttosto con una frase che mi piace molto, che pur non rispondendo al quesito ci suggerisce forse come comportarci per dare senso compiuto alla nostra vita; ‘c’è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera.’

Quattro chiacchiere con Elisa Bella Bartolotti fotomodella attrice italiana che conquista la rete 

Elisa Bella Bartolotti instagram cover
Elisa Bella Bartolotti instagram cover

 

Quattro chiacchiere con Elisa Bella Bartolotti fotomodella attrice italiana che conquista la rete 

La sua biografia: Talento, capacità di interagire con il pubblico, dedizione per il proprio lavoro ma soprattutto passione. Elisa Bartolotti, personaggio pubblico con la capacità di interpretare più ruoli sulla scena dello spettacolo italiano è tutto questo,  ma non solo…. Nata a Pontedera in provincia Pisa il 9 Marzo di X anni fa (non si chiede l’età ad una donna) 🙂 dopo gli studi di Socio Psico Pedagogia si è dedicata alla recitazione frequentando l’Istituto Duse di Roma prima di perfezionare la propria dizione al CTA (Centro Teatro Attivo) di Milano e la conoscenza del giornalismo sportivo nel Workshop Sport di Sportitalia. Nel corso degli ultimi anni si è concentrata sulla sua grande passione maturando esperienza di primo livello come modella ed indossatrice mentre nel 2019 si è affacciata nel mondo della TV raccogliendo innumerevoli consensi grazie alla sua presenza nella trasmissione di Paolo Bonolis “Avanti un Altro”  in onda su Canale 5. Le altre esperienze Tv la portano al fianco di Pucci in “The Big Show nel 2018” e “Take me Out 5” nello stesso anno. Contestualmente è cresciuta la propria popolarità in ambitosocial/influencer e su Instagram ha raggiunto quota 235K follower con il suo profilo elisabellareal . Nel corso del suo cammino professionale non sono mancate le pubblicità sia per le riviste di costume  tra le quali  Cosmopolitan, Elle, Io Donna, Vip, For Man sia in ambito sportivo legate ai motori come Elaborare, Superbike,  Riders, Motociclismo e Biker’s Life.  Grande tifosa, come molti toscani del resto, della “sua” Juventus è stata  scelta come Cover Girl di siti web moda e sportiva i quali Sport Mediaset e Corriere dello Sport. Ecco il sito ufficiale https://elisabellabartolotti.com

Intervista:

Credi più nell’amicizia o nell’amore o cosa?

Amicizia. In amore sono stata delusa troppe volte ma le amiche quelle poche vere sono rimaste.

il tuo rapporto con instagram?

Complicato. Ho disattivato per 3 mesi un profilo. Troppi haters, sono una persona estremamente sensibile e mi destabilizzavano molto

Quanto c’è di Elisa nel lavoro che svolgi?

Tutto

Attualmente su costa stai lavorando? ci sveli alcuni particolari?

Attualmente ho appena iniziato le riprese di “Mark Caltagirone,una storia italiana” con Gianni Ippoliti il quale mi ha scelta per interpretare il ruolo di Barbara D’Urso.

c’è un attore con cui ti piacerebbe interpretare un ruolo?

Tra i tanti bravi attori nello scenario italiano credo che il più interessante sia Riccardo Scamarcio

il senso della vita?

Lottare e vivere per i propri sogni senza mai lasciarsi abbattere

cosa significa per te essere felice?

Credo che la felicità stia nelle cose semplici. non occorre una vita con viaggi e hotel 5 stelle… la vera felicità viene da dentro