Beppe Sala ha lanciato l’idea su Facebook: “Penso a chi lavora in ospedale, chi in un supermercato; chi tiene aperta una panetteria, chi guida un Tir”

Inizia come Martin Luther King nel celebre incipit: “Ho fatto un sogno”, il sindaco Beppe Sala nel consueto video su Facebook rivolto ai milanesi. Oggi ha parlato degli Ambrogini che consegnerà a dicembre 2020: “Di solito vengono scelti dal Consiglio comunale, nel sogno di stanotte ero in fascia tricolore e li stavo consegnando. Venendo in ufficio ci ripensavo e anche se di solito il sindaco non ci mette becco, negli anni passati mi ero permesso di suggerire di scegliere anche persone comuni. Ecco, quest’anno, questo suggerimento lo farò in maniera più decisa, perché sarebbe molto bello premiare con gli Ambrogini quelle categorie di persone che stanno lavorando per noi e che sono illustri sconosciuti: chi lavora in ospedale, chi in un supermercato; chi tiene aperta una panetteria o una macelleria, chi fa parte delle forze dell’ordine, chi guida un Tir o un mezzo pubblico, chi si occupa di informazione o tiene aperta una edicola, chi si occupa di pulizie o di manutenzione, chi fa il tassista e molte altre professioni. Se avete tempo o voglia, scrivetemi su Facebook o Instagram e ditemi che cosa pensate di questa idea e datemi altri suggerimenti”.

Il sindaco parla anche della “Task force che dal 22 febbraio è attiva a Palazzo Marino per coordinare le attività di chi deve continuare a far funzionare la città e di chi si prende cura delle fasce più deboli della popolazione, chi ha bisogno di assistenza, un pasto, una medicina a domicilio. E’ difficile guardare avanti, oggi, con questa ansia del futuro e pensare alla ricostruzione, ma su questo stiamo lavorando. Stiamo mettendo in piedi un piano per ricostruire e questo piano sarà basato sul giusto equilibrio fra tre variabili fondamentali: equità sociale, questione ambientale e salute pubblica”.