Senza categoria

Inondazioni in Africa occidentale 80 volte più probabili a causa del climate change

inondazioni-in-africa-occidentale-80-volte-piu-probabili-a-causa-del-climate-change

Da maggio allo scorso ottobre, gran parte dell’Africa occidentale ha subito inondazioni su larga scala provocate da precipitazioni stagionali superiori alla media. Secondo un’analisi pubblicata dal World Weather Attribution, un gruppo di scienziati da tutto il mondo che studia gli eventi climatici estremi, le precipitazioni e le inondazioni che hanno sommerso la Nigeria, il Niger e il Ciad quest’anno sono state rese 80 volte più probabili (e del 20% più intense) dai cambiamenti climatici.
Le piogge hanno colpito con particolare violenza una vasta area che comprende il lago Ciad, provocando inondazioni dal Mali al Camerun. La Nigeria e il Niger hanno registrato il primo inizio di grandi inondazioni nella prima metà di giugno, seguiti dal Ciad a luglio, dal Camerun ad agosto e infine dal Benin a settembre.
Con almeno 612 e 195 vittime, rispettivamente, le inondazioni in Nigeria e Niger si rivelano tra le più mortali nella storia dei Paesi. La devastazione in Nigeria risulta più grave dell’alluvione del 2012 con 34 stati su 36 interessati e oltre 3,2 milioni di persone colpite, tra cui 1,5 milioni di sfollati e 2.776 feriti. Diverse centinaia di migliaia di ettari di terreno sono stati inondati, provocando danni a più di 300mila abitazioni e oltre mezzo milione di ettari di terreni agricoli.
I disastri che hanno devastato queste aree, secondo gli studiosi evidenziano “l’urgente necessità di migliorare drasticamente la gestione delle acque e ridurre la vulnerabilità alle precipitazioni stagionali”.

L’articolo Inondazioni in Africa occidentale 80 volte più probabili a causa del climate change proviene da The Map Report.

0 commenti su “Inondazioni in Africa occidentale 80 volte più probabili a causa del climate change

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: