Senza categoria

Monitoraggio polveri a Roma: Aics Ambiente ricomincia dal GRA

monitoraggio-polveri-a-roma:-aics-ambiente-ricomincia-dal-gra

Si chiama “Compatibilità” il nuovo progetto di Aics – Associazione italiana dei circoli sportivi – che vuol mettere l’accento su un vulnus, a proprio avviso, che riguarda la terminologia della “salvaguardia ambientale”. Sempre più diffusamente oggi, per definire “qualcosa” che non nuoce all’ambiente viene utilizzata la parola “sostenibilità”. Ma sostenibile – sottolinea l’Aics – significa sopportabile mentre compatibile significa in sinergia. E dunque la nuova campagna dell’associazione si articolerà tra parole ed attività per offrire dati e spunti di riflessione. Si parte dallo scrivere la parola “Compatibilità” seguendo dei percorsi che riguardano la città di Roma, ognuno dei quali disegnerà una lettera toccando ovviamente punti sensibili come scuole, mercati, attività all’aperto, vie e piazze trafficate e monitorando le polveri sottili PM2,5 e PM10.

“Quando si prende l’ascensore si trova indicato il carico massimo in kg ed il numero di persone – spiega Andrea Nesi, responsabile Ambiente di Aics -. Il carico massimo per noi è la sostenibilità. La portata consigliata invece è la compatibilità e di solito si aggira intorno alla metà del carico massimo. Ecco non troviamo un esempio più semplice per spiegare come la definizione di sostenibilità sia insostenibile per l’ambiente mentre è necessario cambiare marcia e ragionare di compatibilità: una relazione sana potremmo definirla”.
Aggiunge Nesi: “Siamo partiti con i monitoraggi delle polveri sottili poiché si trovano ovunque e con facilità possiamo avere la percezione di quelli che sono i luoghi meno contaminati come le aree verdi ad esempio, ma anche come siamo direttamente coinvolti nella produzione come negli orari di entrata ed uscita davanti agli istituti comprensivi dove i genitori automuniti si accalcano per recuperare i propri piccoli. Infatti il nostro intento finale è quello di portare tutti a condividere lo slogan: ‘Tutti vogliono il cambiamento, nessuno vuole cambiare: comincio io!’”.
Nesi conclude spiegando: “La rilevazione sul GRA, in un percorso a forma di C è stata realizzata il 19 settembre scorso tra le 15 e le 17 in una giornata sufficientemente ventilata da tenere basse le polveri, fatta salva un’eccezione, uscita Laurentina, che ha riportato un dato decisamente negativo e che ci ripromettiamo di andare a verificare nuovamente nei prossimi giorni. Proseguiremo nella ‘scrittura’ delle restanti lettere fornendo di volta in volta un grafico a corredo. Restate sintonizzati e, se possibile, lasciate l’auto a casa”.

L’articolo Monitoraggio polveri a Roma: Aics Ambiente ricomincia dal GRA proviene da The Map Report.

0 commenti su “Monitoraggio polveri a Roma: Aics Ambiente ricomincia dal GRA

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: