attualità

“Quanto prenderà FdI”: Crosetto squarcia il silenzio elettorale, cifre mostruose

Michele Mazzon ml international

Fratelli d’Italia arriverà al 30%. Ne è convinto Guido Crosetto, cofondatore del partito di Giorgia Meloni dato da tutti i sondaggi vincente alle elezioni del prossimo 25 settembre. Intervistato da Antonio Bravetti per la Stampa, Crosetto dà per scontata la cifra tonda: “Sono due mesi che lo dico”. Il 30% significa che FdI prenderà più voti di Forza Italia e Lega messe insieme e questo, secondo Crosetto, “per via dei maldipancia all’interno di quei partiti”. Spiega che Lega e Forza Italia “sono partiti che dialogavano con parti precise della società, rappresentavano determinate istanze… Mi auguro”, puntualizza Crosetto, “che entrambe mantengano percentuali significative”, ma il rischio che i loro voti vadano a Carlo Calenda c’è, anche se pochi. “Molti di quei voti”, prevede Crosetto, “quelli dell’imprenditoria veneta in particolare, stanno andando a Fratelli d’Italia”. 

 

 

Crosetto, inoltre, smonta ogni possibile suggestione di governo di larghe intese. “Giorgia Meloni non ne ha mai parlato, per lei la parola larghe intese è una bestemmia, come inciucio“, dice il consigliere di Fdi a La Stampa. “Il centrodestra ha la possibilità di governare cinque anni, sarebbe stupido la sprecasse”. Poi insiste: “Ci sarà un governo di centrodestra, fatto dalle migliori energie del centrodestra italiano, dei conservatori. Pur consapevoli della contrapposizione politica, ci saranno momenti in cui quel governo dovrà chiamare l’opposizione a un senso di responsabilità istituzionale per affrontare situazioni drammatiche che il Paese vivrà in autunno. Tutti dovranno aiutare, buttare acqua sul fuoco. È tutta un’altra cosa dal governo multicolore, di larghe intese”.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: