attualità

Motomondiale: Dovizioso al passo d’addio, ‘sono riuscito ad essere teso anche all’ultima gara’

motomondiale:-dovizioso-al-passo-d’addio,-‘sono-riuscito-ad-essere-teso-anche-all’ultima-gara’

Misano, 4 set. – (Adnkronos) – Dal Mugello 2001, gara d’esordio nella classe 125, a Misano 2022. Andrea Dovizioso ha terminato sul circuito “Marco Simoncelli” una carriera meravigliosa nel Motomondiale, con 324 Gran Premi disputati, 24 vittorie, 103 podi, 20 pole position e un titolo Mondiale in 125 conquistato nel 2004. Il sipario sulla sua vita nel motociclismo è calato con il 12° posto nel GP di San Marino e della Riviera di Rimini, da tempo designato dal forlivese come gara d’addio alla MotoGP.

“Gli ultimi giri sono stati strani ma allo stesso tempo bellissimi – ha confidato a Sky Sport -. Ho spinto fino alla fine, volevo la top ten e ci sono andato vicino. La cosa strana è che sono riuscito a essere teso anche per l’ultima gara dopo 21 anni di corse”. Una giornata, anzi un weekend speciale. In primis l’omaggio video dei piloti (tra cui Marc Marquez), che l’hanno fatto piangere. Poi il casco rappresentativo di tutta la carriera, un ‘pezzo’ pregiato destinato a diventare cimelio nel corso degli anni vista l’importanza del personaggio.

Diversi piloti, come Alex Rins e Maverick Vinales, sono scesi in pista con la scritta “Grazie Dovi” sul cupolino delle rispettive moto. Un omaggio e un segno di rispetto per un fuoriclasse di questo sport. Da sottolineare anche il siparietto a fine gara con lo spagnolo dell’Aprilia. “Sei stato uno dei rivali più difficili all’ultimo giro, una volta in Giappone hai tirato di quelle frenate… Mi sono dovuto arrendere! – ha detto Vinales a Dovizioso -. Per me sei una leggenda, ho cominciato a seguire il Motomondiale quando correvi in 125. Spero che un giorno andremo insieme in motocross, così mi insegni…”.

Al termine della gara, Dovizioso è stato sommerso dall’entusiasmo dei tifosi, che sono venuti a Misano per non perdersi “The Last Dance” del loro idolo. “Grazie a tutti per l’affetto. Non me l’aspettavo: mi state quasi facendo venir voglia di non smettere…”, ha scherzato Dovizioso avvolto dalle bandiere con il suo numero 4, mentre i ragazzi del fan club alle sue spalle aumentavano i decibel dei cori.

Il papà di Andrea, Antonio Dovizioso, si è detto molto orgoglioso di suo figlio. “Solo io credevo che sarebbe arrivato a questo livello – ha spiegato a Sky -. E a 7 anni, visto che lo sorpassavano sempre in frenata, gli ho insegnato a staccare. Da allora è diventato uno dei migliori staccatori della storia”. Anche la compagna Alessandra Rossi ha voluto descrivere il suo Dovi: “E’ un tenerone, anche quando guarda certi film si scioglie…”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: