attualità

“Di chi è la colpa”: Binotto, la frase sul disastro Ferrari fa scoppiare la rivolta dei tifosi

“di-chi-e-la-colpa”:-binotto,-la-frase-sul-disastro-ferrari-fa-scoppiare-la-rivolta-dei-tifosi

Giornata amara per la Ferrari al GP d’Ungheria: Sainz è arrivato quarto dietro a Verstappen, Hamilton e Russell, mentre Leclerc solo sesto. Le due rosse giù dal podio hanno deluso le aspettative che si erano create dopo l’ottimo risultato ottenuto ieri in qualifica. Ad analizzare la gara è stato il team principal Mattia Binotto, che non ha voluto sentir parlare di strategia sbagliata: “Ci aspettavamo tutti un risultato diverso, il problema non è stata la strategia ma la macchina che non è andata. Sainz ha fatto la stessa strategia di Hamilton e lui ha chiuso secondo. Se oggi la macchina ci fosse stata non saremmo qui a parlare di strategia, oggi è mancato tutto”.

 

 

 

Per Binotto, insomma, non ci sono dubbi: “Analizzeremo tutto, ma soprattutto perché la macchina non avesse il passo giusto. Oggi la macchina non ha funzionato per come l’abbiamo vista venerdì e in questo inizio di stagione, non abbiamo tenuto il passo di Red Bull e Mercedes. Non ho risposte, ma qualcosa non avrà funzionato correttamente”.

 

 

 

Intanto monta la rivolta contro di lui sui social. C’è chi invoca le sue dimissioni, chi parla di “disastro” e “gestione imbarazzante” e anche chi fa notare come Leclerc a fine gara abbia detto l’opposto rispetto a quanto affermato da Binotto: “Non sono contento. Avevamo una buona macchina. Ero confidente con l’auto. Abbiamo perso tantissimo tempo con la scelta delle hard”.

 

 

 

0 commenti su ““Di chi è la colpa”: Binotto, la frase sul disastro Ferrari fa scoppiare la rivolta dei tifosi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: