Senza categoria

L’Algeria è diventato il primo fornitore di gas dell’Italia

l’algeria-e-diventato-il-primo-fornitore-di-gas-dell’italia

Lo ha reso noto premier Mario Draghi di ritorno da Algeri, dove si è recato insieme a sei ministri, e in piena crisi di governo, per il IV Vertice Intergovernativo Italia-Algeria.
Siglati 2 Accordi, 10 Memorandum di Intese, 1 Protocollo di cooperazione e 2 Dichiarazioni di Intese per un totale di 15 accordi su alcuni punti chiave: energia, lotta alla corruzione, infrastrutture, farmaci, imprese, cooperazione scientifica, marmo, promozione del patrimonio culturale.
Sostanzioso il patto sull’energia: nei prossimi mesi l’Algeria fornirà 4 miliardi di metri cubi di metano, diventando così il primo fornitore di gas dell’Italia per quantità, mentre la Russia scivola al secondo posto, con importazioni responsabili, in media, per poco meno del 20% del consumo nazionale. Come scrive l’agenzia di stampa algerina Aps, a partire dalla prossima settimana l’Algeria aumenterà di altri 4 miliardi di metri cubi le sue forniture di gas all’Italia. I 4 miliardi supplementari saranno consegnati dalla compagnia nazionale Sonatrach a Eni e ad altri clienti italiani.

I presidenti Mario Draghi e Abdelmadjid Tebboune / Foto: Governo Italiano/Presidenza Consiglio dei Ministri / licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT

La nuova partnership desta, tuttavia, qualche preoccupazione. Il governo algerino è infatti noto per utilizzare l’energia come arma politica. Lo ha dimostrato di recente, tagliano le forniture di gas alla Spagna, dopo che il primo ministro spagnolo Pedro Sanchéz ha difeso la decisione del suo governo di accettare la proposta del Marocco di “autonomia” per il territorio del Sahara occidentale.
Inoltre, la preoccupazione di molti è che nel tentativo di renderci indipendenti dalla Russia, ci stiamo rendendo dipendenti da un altro Paese, per giunta alleato di Mosca, senza preoccuparci abbastanza di differenziare le nostre fonti energetiche.
Gli altri punti chiave siglati ad Algeri riguardano la giustizia, con un accordo che mira a rafforzare la cooperazione tra i rispettivi Ministeri della Giustizia attraverso lo scambio di informazioni ed esperienze in materia giudiziaria, carceraria e di modernizzazione e digitalizzazione della giustizia; la lotta alla corruzione con un memorandum d’intesa che mira a sviluppare la cooperazione bilaterale nell’ambito della trasparenza e della prevenzione; la cooperazione scientifica per lo sviluppo di programmi e progetti in numerosi settori industriali, tra cui l’industria metallurgica, chimica, plastica, agroalimentare, tessile e cantieristica; la protezione e la promozione del patrimonio storico e culturale con una dichiarazione d’intenti per la cooperazione bilaterale nel campo della formazione diplomatica e un memorandum nel campo dello sviluppo sociale, delle pari opportunità, della solidarietà e della famiglia. Uno specifico accordo riguarda poi il settore farmaceutico, attraverso joint venture e delocalizzazioni dei siti produttivi italiani verso l’Algeria; un altro riguarda specificatamente il marmo, per lo sviluppo di progetti congiunti anche attraverso la creazione di un Centro tecnico-scientifico-tecnologico con finalità di formazione; un altro è dedicato alle imprese, con tre memorandum che riguardano il settore produttivo.

L’articolo L’Algeria è diventato il primo fornitore di gas dell’Italia proviene da The Map Report.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: