Senza categoria

La moda europea vuole fare sistema. Nasce la prima alleanza transnazionale che promuoverà sostenibilità, inclusività e innovazione

la-moda-europea-vuole-fare-sistema.-nasce-la-prima-alleanza-transnazionale-che-promuovera-sostenibilita,-inclusivita-e-innovazione

Una moda più comunitaria, in grado di fare (finalmente) sistema e abbracciare un disegno comune. É notizia di oggi la nascita della European Fashion Alliance, realtà che accomuna per ora 25 consigli di moda nazionali e regionali di 18 Paesi, che avrà l’obiettivo di supportare iniziative come le settimane della moda e promuovere i talenti locali.

Tra i protagonisti del nuovo sodalizio ci sono la Camera Nazionale della Moda Italiana, fondata nel 1958, che oggi riunisce circa 150 membri, e la Fédération de la Haute Couture et de la Mode francese, fondata nel 1973, con circa 100 membri. Ma anche organizzazioni più piccole come la Bulgarian Fashion Association, lanciata nel 2019, che promuove i talenti creativi dell’Europa orientale. A concepire l’idea dell’alleanza è stato il Fashion Council Germany, che ha riunito le principali organizzazioni di moda dopo un’iniziativa finanziata dall’UE chiamata United Fashion, dove erano stati riuniti per l’occasione diversi consigli di moda, marchi e designer.

Un progetto al tavolo dal 2018

Come si legge in un’intervista rilasciata a WWD, il progetto era infatti al tavolo dal 2018. E il Fashion Council Germany, che manterrà la prima delle presidenze a rotazione fino alla fine del 2023, è stato uno dei principali motori della nuova alleanza. Difatti, l’ente avrà una presidenza a rotazione che cambia a intervalli regolari. E, come tutti gli accordi, avrà anche standard minimi che i membri dovranno rispettare. Il finanziamento dell’organismo, invece, funzionerà allo stesso modo dei bilanci dell’UE, con ogni membro che pagherà una quota a seconda della propria dimensione e del budget nazionale.

Tra i temi principali che la nuova realtà vuole sostenere ci saranno sostenibilità, inclusività, innovazione e promozione. Il tutto con lo scopo di sostenere un nuovo tipo di networking, incoraggiando temi come artigianato, innovazione e progetti transfrontalieri.

Chi sono i 25 membri dell’associazione

I 25 membri dell’European Fashion Alliance sono: Asociación Creadores De Moda de España (Spagna); Austrian Fashion Association (Austria); Baltic Fashion Federation (Lettonia); Bulgarian Fashion Association (Bulgaria); Camera Nazionale Della Moda Italiana (Italia); Copenhagen Fashion Week (Danimarca); Council for Irish Fashion Designers (Irlanda); Estonian Academy of Arts (Estonia); Fashion Council Germany (Germania); Fédération de la Haute Couture de la Mode (Francia); Fédération Français du Prêt-à-Porter Féminin (Francia); Flanders DC (Belgio); Icelandic Fashion Council (Islanda); Gran Canaria Moda Cálida (Spagna); MODA-FAD (Spagna); Modesuisse (Svizzera); Modalisboa (Portogallo); Norwegian Fashion Hub (Norvegia); Slovak Fashion Council, (Slovacchia); Swedish Fashion Council (Svezia); Finnish Textile & Fashion (Finlandia); Taskforce Fashion (Olanda); The Prince’s Foundation (Uk); Wallonie Bruxelles Design Mode (Belgio).

Il prossimo summit dell’European Fashion Alliance si svolgerà durante la Gran Canaria swim week di Moda Cálida dal 18 al 21 ottobre 2022.

L’articolo La moda europea vuole fare sistema. Nasce la prima alleanza transnazionale che promuoverà sostenibilità, inclusività e innovazione è tratto da Forbes Italia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: