Senza categoria

Nascono i Blue Marina Awards, le “bandiere blu” per porti e approdi turistici italiani

nascono-i-blue-marina-awards,-le-“bandiere-blu”-per-porti-e-approdi-turistici-italiani

marina-letyourboat

Il settore del turismo è passato da un turismo di destinazione a un turismo di esperienza. È l’esperienza che attrae il viaggiatore verso una località turistica. Nuove formule che avvicinano alla nautica, come il dormire in barca all’ormeggio proposta dalla piattaforma Letyourboat, offrono nuove leve per soddisfare le esigenze dei viaggiatori.

Esperienze svincolate dalla stagionalità e dalla navigazione e quindi molto più accessibili da un più ampio pubblico. Viaggiatori che potranno scoprire le bellezze di un Marina e avere come base del soggiorno una suite sull’acqua. Punto emozionante e strategico da cui partire per vivere e scoprire una località turistica.

Secondo l’Organizzazione mondiale del turismo (UNWTO), il mercato del turismo esperienziale aumenterà del 57% entro il 2030. Letyourboat con la sua proposta unica può intercettare questa domanda, contribuendo alla valorizzazione del loro patrimonio e destagionalizzando i flussi turistici.

Un cambio di paradigma con i Blue Marina Awards

E’ su questi presupposti che si sviluppano i Blue Marina Awards, il nuovo marchio di riconoscimento alle eccellenze della nautica promosso da Assonautica italiana e nati da un’idea dello stesso Vassallo. Un’iniziativa che ha raccolto in breve tempo molti consensi tra gli addetti ai lavori.

Si tratta di riconoscimenti da assegnare su base annuale ai porti e approdi turistici italiani più meritevoli nella gestione e sviluppo delle loro strutture dal punto di vista della sostenibilità, sicurezza, innovazione e accoglienza turistica.

La Marina come porta di ingresso del turismo esperienziale

Il sistema risponde all’attuale bisogno delle persone di vivere in libertà il proprio tempo libero per generare un cambio di paradigma nel turismo esperienziale. Un settore che ha enormi potenzialità in Italia, dove si trovano 285 porti turistici e 2.090 accosti, per un totale di oltre 162 mila posti barca. Un piccolo tesoro che rende il Paese la meta perfetta per il turismo nautico.

“Nell’immaginario collettivo, i Marina sono considerati meri parcheggi per imbarcazioni, ma possono rinnovarsi, superare la stagionalità, diventare parte integrante di un territorio”, dichiara Walter Vassallo, fondatore e amministratore delegato di Letyourboat.

“Possiamo rendere i porti turistici e gli approdi una porta di ingresso al turismo esperienziale e come luoghi di ricettività di eccellenza alla portata di tutti. Un turismo che portare ricchezza al tessuto socio-economico di un territorio e ai Marina, che si trasformano da semplice parcheggio a resort di lusso sull’acqua. Avvicinare alla nautica e all’ecosistema di un porto turistico o approdo significa parlare ai 306 milioni di arrivi di turisti in entrata nell’area mediterranea e non più fermarsi solo alle migliaia di diportisti amanti della navigazione”.

L’obiettivo dei Blue Marina Awards

“I Blue Marina Awards hanno l’obiettivo di valorizzare il nostro patrimonio nautico e diventare un blu print come le bandiere blu per le località balneari. Un marchio di qualità riconoscibile dal grande pubblico“, ha commentato il presidente di Assonautica Italiana Giovanni Acampora.

vassallo-di-filippo-letyourboat
Walter Vassallo, fondatore e Amministratore Delegato di Letyourboat, e Francesco di Filippo, Vice Presidente Vicario di Assonautica Italiana

“L’idea dei Blue Marina Awards è partita con la consapevolezza che il settore della nautica debba rinnovarsi e alzare l’asticella. L’Italia può essere al primo posto mondiale in riferimento al turismo nautico”, dichiara Francesco di Filippo, vicepresidente vicario di Assonautica Italiana.

“Per farlo però occorre migliorare questo tesoretto, in parallelo bisogna portare l’attenzione della collettività verso questo ecosistema. Questa iniziativa serve a innescare un cambio di paradigma”. Un processo che può essere favorito dallo sviluppo di fattori come l’innovazione, la sostenibilità, l’accoglienza turistica e la sicurezza.

Tra i partner dell’iniziativa, Assonat (Associazione nazionale approdi e porti turistici) è il partner istituzionale mentre la valutazione dei Marina e degli approdi per l’assegnazione dei premi è affidata a una delle società di certificazione più riconosciute a livello globale: il Rina, ente tecnico dei Blue Marina Awards. E’ stato quest’ultimo a definire i requisiti di valutazione e al quale spetterà l’analisi delle risposte da parte dei porti e approdi turistici ai questionari appositamente predisposti.

“Siamo orgogliosi di partecipare al Blue Marina Award come Ente tecnico per la definizione dei requisiti di valutazione dei concorrenti al premio. La valutazione terrà conto di quattro aspetti fondamentali quali: Sostenibilità, Innovazione, Accoglienza, Sicurezza.

I partecipanti decideranno se iscriversi a uno o a tutti e quattro i premi, e una volta completata l’iscrizione riceveranno il link d’accesso al questionario che dovrà essere compilato entro il 21 luglio”, spiega Nicola Battuello, certification executive vice president.

“I nostri esperti in materia, successivamente, assegneranno a ciascuna voce un punteggio da zero (assenza del requisito) a 10 (totale rispondenza del requisito), e la marina o approdo che otterrà il punteggio più alto, espresso in percentuale, vincerà l’ambito premio”.

Tra le istituzioni che patrocinano all’evento, l’Enit (Agenzia Nazionale del Turismo), la Regione Liguria e Confindustria Genova. Tutti i Marina più strutturati ma anche le realtà più piccole sono invitati a partecipare all’iniziativa erispondere alle voci delle valutazioni attraverso il sito ufficiale dell’evento. Per concorrere ai Blue Marina Awards c’è tempo fino al 21 luglio.  I Blue Marina Awards saranno assegnati durante il Salone Nautico di Genova per ogni categoria e per ogni tipologia di realtà (Marina e Approdi).

Un’opportunità per diventare sponsor

Attraverso il sito dell’evento si possono richiedere informazioni per poter diventare sponsor dell’iniziativa. Un’occasione importante di visibilità per qualsiasi soggetto impegnato su questi temi e più in generale nei settori della blue e green economy, che attraverso questa iniziativa, potrà generare contatti diretti con i porti turistici e approdi e con l’ecosistema che vi ruota attorno.

L’articolo Nascono i Blue Marina Awards, le “bandiere blu” per porti e approdi turistici italiani è tratto da Forbes Italia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: