GOSSIP

Il Bitcoin scende sotto i 30mila dollari. E crolla del 55% da novembre 2021

il-bitcoin-scende-sotto-i-30mila-dollari.-e-crolla-del-55%-da-novembre-2021

Continua senza sosta la caduta del Bitcoin, che alla chiusura di ieri è scivolato al di sotto dei 30mila dollari. Ossia ai minimi da luglio 2021, quando la principale criptovaluta al mondo si era attestata in area 29.700 dollari, prima di iniziare la lunga cavalcata che l’8 novembre scorso l’ha portata a registrare il proprio record storico a 67,582 dollari.

Il calo del bitcoin

  • Alla chiusura di ieri, il bitcoin è sceso sotto i 30mila dollari, ai minimi da luglio 2021. Adesso, sta tentando il rimbalzo e si trova in area 31.779 dollari, in crescita di quasi il 6%.
  • Anche le altre criptovalute stanno seguendo l’andamento del Bitcoin. Ether, per esempio, dopo essere sceso fino a 2.228 dollari (sempre ai minimi da luglio 2021), adesso sta guadagnando poco più del 7% e si trova in area 2.393 dollari.
  • Il crollo fatto registrare negli ultimi mesi è frutto dei timori macroeconomici che stanno attanagliando i mercati. In particolar modo, del continuo aumento dell’inflazione che sta spingendo le banche centrali ad alzare i tassi di interesse. La Fed, per esempio, li ha innalzati dello 0,5%. “Il mercato delle criptovalute è fiorito quando le banche centrali hanno spinto i tassi di interesse ai minimi storici in virtù  della crisi dettata dal coronavirus, spingendo i trader a caccia di asset capaci di fornire alti rendimenti”, ha evidenziato il Financial Times.
  • Se da inizio anno il bitcoin ha ceduto circa il 33%, dal suo massimo fatto registrare l’8 novembre scorso è crollato del 55%. E lo stesso è successo a Ether. Dal 1 gennaio 2022 è calato del 36%, dall’8 novembre del 50%.

I presagi dell’oracolo di Omaha sul Bitcoin

“Se per l’1% su tutti i terreni agricoli negli Stati Uniti mi chiedessero di pagare 25 miliardi di dollari, scriverei un assegno questo pomeriggio. E lo stesso farei se per la stessa cifra mi offrissero l′1% di tutti i condomini del paese. Ma se mi dicessero di possedere tutti i bitcoin del mondo e me li offrissero per 25 dollari non li prenderei, perché non saprei cosa farne. Gli appartamenti produrranno l’affitto e le fattorie produrranno il cibo, ma i bitcoin non producono nulla”, ha dichiarato la scorsa settimana Warren Buffett, da sempre contrario ai Bitcoin, durante la tradizionale riunione annuale degli azionisti di Berkshire Hathaway, la holding di investimento di cui è ceo e presidente.

In cifre

Da novembre 2021, mese in cui ha toccato il suo massimo, il mercato delle criptovalute è calato di oltre 1.600 miliardi di dollari.

In controtendenza

Ieri, Nayib Bukele, presidente di El Salvador (dove il Bitcoin è una moneta legale), ha dichiarato in un tweet che il proprio paese ha acquistato 500 bitcoin al prezzo medio di 30.744 dollari

L’articolo Il Bitcoin scende sotto i 30mila dollari. E crolla del 55% da novembre 2021 è tratto da Forbes Italia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: