attualità

“Dittatura assoluta, deriva senza ritorno”. Qui crolla la Rai: Mannoni scatenato (contro Bianca Berlinguer?)

“dittatura-assoluta,-deriva-senza-ritorno”.-qui-crolla-la-rai:-mannoni-scatenato-(contro-bianca-berlinguer?)

Non è sicuramente la prima volta che Maurizio Mannoni alza la voce. Adesso, il giornalista di Rai 3 tuona contro la “dittatura assoluta” del conduttore. Senza fare nomi, senza accusare qualcuno in particolare, ma il messaggio – per gli addetti ai lavori – sembra abbastanza chiaro. Il volto storico di Lineanotte parla nel corso di un’intervista a Il Corriere della Sera, parla dei talk show e quindi della figura del conduttore. 

 

A quel punto lascia un alone di mistero con una vera e propria cannonata. “Non servono regole (ai talk show, ndr) imposte dall’esterno, basterebbe tornare alla tv di una volta, con direttori di rete, capistruttura e autori come si deve, per scongiurare la dittatura assoluta del conduttore“. E ancora, aggiunge: “Ormai il conduttore decide chi invitare, che linea dare al programma, tutto – rimarca -. Il programma non è di chi lo conduce, ma della Rai che lo manda in onda e che deve recuperare il proprio ruolo”.

Secondo un Mannoni assolutamente scatenato, si tratta di “una deriva senza ritorno. Il conduttore si sente obbligato a esagerare per attirare più telespettatori, mentre la Rai dovrebbe puntare all’indice di qualità. E poi gli ascolti dei talk stanno precipitando. Sarebbe ora di ripensare una televisione più intelligente, meno gridata, dove il dibattito sia occasione di riflessione e di confronto civile tra idee, invece di creare nuovi mostri”, insiste.

 

Ma a chi si rivolge, Mannoni? Prende di mira qualcuno in particolare? Sin troppo semplice, in verità, ritrovare tra le righe quell’antico dissapore con Bianca Berlinguer (e anche con Franco di Mare, direttore di Rai 3). E infatti, quando Mannoni spiega che “non servono regole ai talk imposte dall’esterno”, sembra riferirsi proprio alla vicenda innescata dalle ospitate di Alessandro Orsini a CartaBianca. Insomma, per Mannoni quelle regole non servono, ma bisogna abolire la “dittatura assoluta” del conduttore. Si attendono eventuali repliche…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: