attualità

Morte Davide Giri, con la sinistra al comando New York è tornata brutale: le statistiche

morte-davide-giri,-con-la-sinistra-al-comando-new-york-e-tornata-brutale:-le-statistiche

I newyorkesi hanno una sola certezza sull’omicidio dello studente italiano di 30 anni della Columbia University, Davide Giri, e sul ferimento del turista, sempre italiano, Roberto Malaspina: qualsiasi fosse il movente, il loro assalitore non doveva essrer libero di circolare per strada, o quantomeno doveva essere sotto stretta sorveglianza degli agenti. Che fosse un pazzo, che fosse sotto effetti di stupefacenti, o che perfino fosse motivato dall’odio razziale, non importa, il venticinquenne di colore Vincent Pinkney, membro di una gang chiamata EveryBody Killer, nonostante la sua giovane età vantava già undici precedenti per rapina e aggressione, è un violento pericoloso e schedato, ma nonostante fosse uscito da poco dal in libertà vigilata, era libero di circolare per la città armato con un coltello da cucina particolarmente affilato. La colpa è politica, si sostiene da tempo nella Grande Mela. 

Non della polizia che fa il possibile per fermare il crimine, ma delle riforme e delle decisioni dell’ex sindaco De Blasio che hanno indebolito il potere delle forze dell’ordine e della giustizia invertendo il trend di diminuzione dei reati che resisteva da due decenni. Aggressioni, rapine, omicidi sono in costante aumento da due anni e sono il motivo principale per cui i Democratici hanno deciso di darci un taglio con i candidati radicali alla De Blasio e hanno preferito presentare alle ultime elezioni proprio un ex agente di polizia, il 61enne di colore Eric Adams. I newyorchesi l’hanno votato con il 67% delle preferenze nella speranza che inverta di nuovo il trend, ma ci vorrà tempo per riparare i danni del predecessore. Gli ultimi dati aggiornatissimi del dipartimento di polizia della città dicono che rispetto allo scorso anno c’è stata una diminuzione dello 0,7% di omicidi, ma rispetto a due anni fa l’aumento è del 42,4%, le rapine invece sono aumentate anche rispetto allo scorso anno del 3,7, le aggressioni armate del 9,1% rispetto allo scorso anno e dell’8,2 rispetto a 2 anni fa. 

L’Upper West Side, il quartiere della Columbia University dove è avvenuta l’aggressione dei due italiani e di un avvocato americano di 30 anni pochi minuti dopo, una volta era considerato sicuro, ma nell’ultimo anno in quella zona gli attacchi violenti sono cresciuti del 27%. Nello stesso quartiere, al Morningside Park, nel dicembre del 2019 una ragazza di 18 anni è stata uccisa senza alcun apparente motivo da tre adolescenti armati di coltello, proprio come nel caso di Davide Giri. Secondo una prima ricostruzione della polizia, il ragazzo stava tornando a piedi al campus della Columbia dopo l’allenamento con la sua squadra di calcio, il NY International Fc, dove giocava da difensore, quando è stato assalito e accoltellato all’addome da Vincent Pinkney ,che poi è fuggito a piedi. Giri è riuscito a trascinarsi per strada, in cerca di aiuto, prima di perdere i sensi, all’angolo tra la 123 Street e Amsterdam Avenue, a sud di Harlem. Portato al vicino Mount Sinai Saint Luke’ s Hospital, è morto poco dopo. Il dottorando piemontese era particolarmente amato alla Columbia e stimato per le sue capacità. Il rettore Lee Bollinger ha voluto esprimere «il suo affetto affetto e il suo sostegno ai genitori e alla famiglia di Davide», mentre centinaia di studenti e colleghi del ragazzo si sono riuniti nel cortile dell’Università, accendendo candele e depositando fiori. 

I suoi compagni del NY International Fc lo hanno ricordato con un messaggio su Facebook scrivendo che “Davide era la persona più bella e brillante della squadra. Aveva visto l’Italia vincere gli Europei, l’Inter riportare lo scudetto a casa, ed era stato un grande protagonista dei nostri successi in questi anni”. “Ti vogliamo bene, amico” concludono, “eri la roccia della difesa e noi giocheremo e vinceremo per te, perché è quello che avresti voluto. Un leone non muore mai, si addormenta”. Tra le persone più colpite, oltre ai genitori e ai parenti di Giri, anche la fidanzata Ana Gonzales con la quale aveva “progetti per una vita insieme dopo la fine del suo PhD, all’inizio del prossimo anno”. L’altro italiano invece, il 27enne Roberto Malaspina, “sta guarendo ed è di buon umore”, come testimonia un amico che è andato a trovarlo all’ospedale Mount Sinai Morningside, dove è ricoverato. Malaspina si trovava a New York per una breve vacanza ed è stato accoltellato alla schiena e all’addome da Pinkney mentre camminava lungo la 110th Street, a sud di Harlem, 15 minuti dopo l’omicidio di Giri.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: