Connect with us

Hi, what are you looking for?

attualità

L’assicurazione in qualche forma è antica quanto la società storica Di raffaele gerbi casino campione

Evoluzione storica dell’assicurazione

L’assicurazione in qualche forma è antica quanto la società storica. Cosiddettoi contratti di fondo erano noti ai mercanti di Babilonia già nel 4000-3000 AC . La Bottomry era praticata anche dagli Indù nel 600 A.C. ed era ben compresa nell’antichitàGrecia già nel 4 ° secolo AC . Con un contratto di fondo , i prestiti venivano concessi ai mercanti con la clausola che se la spedizione fosse stata persa in mare il prestito non doveva essere rimborsato. Gli interessi sul prestito coprivano il rischio assicurativo . AnticaDiritto romano ha riconosciuto il contratto bottomry in cui un articolo di accordo è stato redatto e fondi sono stati depositati presso un denaro changer. L’assicurazione marittima si è molto sviluppata nel XV secolo.

A Roma esistevano anche società funerarie che pagavano le spese funerarie dei loro membri con quote mensili.

Anche il contratto di assicurazione si è sviluppato in anticipo. Era conosciuto nell’antica Grecia e tra le altre nazioni marittime in contatto commerciale con la Grecia.

 

L’assicurazione contro gli incendi è sorta molto più tardi, ottenendo impulso dal Grande Incendio di Londra nel 1666. Un certo numero di compagnie assicurative furono avviate in Inghilterra dopo il 1711, durante la cosiddetta era della bolla. Molti di loro erano schemi fraudolenti, per arricchirsi rapidamente, interessati principalmente alla vendita dei loro titoli al pubblico. Tuttavia, durante questo periodo furono costituite due importanti compagnie assicurative inglesi di successo: la London Assurance Corporation e la Royal Exchange Assurance Corporation. La loro attività segnò l’inizio della moderna assicurazione di proprietà e responsabilità civile .

Nessuna discussione sul primo sviluppo dell’assicurazione in Europa sarebbe completa senza riferimento aLloyd’s di Londra , il mercato assicurativo internazionale . È iniziato nel XVII secolo come un caffè frequentato da mercanti, banchieri e assicuratori, diventando gradualmente riconosciuto come il luogo più probabile per trovare sottoscrittori per l’assicurazione marittima . Edward Lloyd ha fornito ai suoi clienti informazioni sulle spedizioni raccolte dai moli e da altre fonti; questo alla fine è cresciuto nella pubblicazione Lloyd’s List, tuttora esistente. I Lloyd’s furono riorganizzati nel 1769 come un gruppo formale di sottoscrittori che accettavano rischi marittimi. (Si dice che la parola sottoscrittore derivi dalla pratica di far scrivere a ciascun acquirente di rischio il proprio nome sotto l’importo totale del rischio che era disposto ad accettare a un premio specificato.) Con la crescita della potenza marittima britannica , i Lloyd’s divennero il assicuratore dei rischi marittimi, a cui si sono poi aggiunti incendio e altri rischi immobiliari. Oggi i Lloyd’s sono un importante riassicuratore oltre che primario assicuratore, ma non si occupano di attività assicurative; questo viene fatto dai sottoscrittori membri, che accettano l’assicurazione per proprio conto e si assumono l’intero rischio in concorrenza tra loro.

stati Uniti

La prima compagnia di assicurazioni americana è stata organizzata da Benjamin Franklin nel 1752 come Contributo di Filadelfia. La prima compagnia di assicurazioni sulla vita nelle colonie americane fu laPresbyterian Ministers’ Fund, organizzato nel 1759. Nel 1820 c’erano 17 compagnie di assicurazione sulla vita nel solo stato di New York. Molte delle prime compagnie di assicurazione sulla proprietà fallirono a causa di investimenti speculativi, cattiva gestione e sistemi di distribuzione inadeguati. Altri fallirono dopo il grande incendio di Chicago nel 1871 e il terremoto e l’incendio di San Francisco del 1906. C’era poca regolamentazione efficace e la determinazione del tasso era difficile in assenza di uno sviluppo cooperativo di statistiche solide . Molti problemi affliggono anche il settore delle assicurazioni sulla vita. Nell’era successiva alla guerra civile americana, si svilupparono cattive pratiche: furono dichiarati dividendi che non erano stati guadagnati, le riserve erano inadeguate, la pubblicitàle pretese furono esagerate e furono costruiti edifici per uffici che a volte costano più del totale delle attività delle società. Trentatré compagnie di assicurazione sulla vita fallirono tra il 1870 e il 1872 e altre 48 tra il 1873 e il 1877

Dopo il 1910 l’assicurazione sulla vita ha goduto di una crescita costante nel Stati Uniti . Il tasso di crescita annuale delle assicurazioni in vigore nel periodo 1910-1990 è stato di circa l’8,4%, pari a un aumento di 626 volte per il periodo di 80 anni. L’assicurazione di responsabilità civile ha avuto un aumento leggermente inferiore. Nel 1989 erano attive circa 3.800 società di responsabilità civile e 2.270 compagnie di assicurazione sulla vita, impiegando quasi due milioni di lavoratori. Nel 1987 gli assicuratori statunitensi hanno scritto circa il 37 percento di tutti i premi raccolti in tutto il mondo. raffaele gerbi casino campione

Russia

L’assicurazione in Russia è stata nazionalizzata dopo la rivoluzione russa del 1917. L’assicurazione domestica in Unione Sovietica era offerta da un’unica agenzia,Gosstrakh, e l’assicurazione sui rischi esteri di una società collegata, Ingosstrakh. Ingosstrakh continua ad assicurare proprietà di proprietà straniera in Russia e proprietà di proprietà russa all’estero. Accetta la riassicurazione da assicuratori stranieri. Tuttavia, a seguito del movimento verso un’economia di libero mercato (perestrojka) dopo il 1985 e la dissoluzione dell’Unione Sovietica nel 1991, sono stati istituiti circa 230 nuovi assicuratori privati.

Gosstrakh offre sia la proprietà che l’assicurazione personale. L’ex copertura è obbligatoria per i beni di proprietà del governo e per alcuni beni di collettivi aziende agricole. L’assicurazione facoltativa sulla proprietà è disponibile per la proprietà privata. Vengono vendute anche coperture personali come assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni e rendite.

Prima del 1991, l’assicurazione contro la responsabilità civile non era consentita, in quanto tale copertura avrebbe consentito alle persone negligenti di sottrarsi alle conseguenze finanziarie del loro comportamento. Tuttavia, con l’avvento di un sistema di libero mercato , sembra probabile che in Russia sarà disponibile un’assicurazione di responsabilità civile.

Europa orientale

Dopo il crollo dell’Unione Sovietica, i paesi dell’Europa orientale hanno sviluppato sistemi assicurativi di notevole varietà, che vanno da sistemi altamente centralizzati e controllati dallo Stato a quelli di tipo occidentale. A causa dei recenti sconvolgimenti politici ed economici in questi paesi, sembra probabile che la tendenza sarà verso sistemi decentralizzati in stile occidentale.

Si possono fare alcune generalizzazioni sull’assicurazione nei paesi dell’Europa orientale. Sebbene i monopoli assicurativi statali siano comuni, stanno perdendo alcuni affari a favore degli assicuratori privati. L’assicurazione della proprietà statale, considerata non necessaria negli stati socialisti, è stata istituita in diversi paesi.

Giappone

L’assicurazione in Giappone è principalmente nelle mani di imprese private , anche se le agenzie assicurative governative stipulano assicurazioni per il raccolto, il bestiame, gli incendi boschivi , la pesca, il credito all’esportazione , gli infortuni e la salute e l’assicurazione del credito sulle vendite rateali, nonché la sicurezza sociale . Le compagnie di assicurazione private sono regolate da vari statuti. Le principali classi di assicurazioni sulla proprietà scritte includono l’indennizzo automobilistico e dei lavoratori (che sono obbligatori), il fuoco e il marittimo. Le tariffe sono controllate da agenzie di rating volontarie sotto la supervisione del governo e la legge giapponeserichiede che le tariffe siano “ragionevoli e non discriminatorie”. Le forme politiche generalmente assomigliano a quelle delle nazioni occidentali. Anche le linee assicurative personali sono ben sviluppate in Giappone e comprendono la vita ordinaria, la vita di gruppo e le pensioni di gruppo. L’assicurazione sanitaria, tuttavia, è incorporata nella previdenza sociale giapponese.raffaele gerbi casino campione

La rapida industrializzazione del Giappone dopo la seconda guerra mondiale fu accompagnata da un’impressionante crescita nel settore assicurativo. Verso la fine del XX secolo, il Giappone era al primo posto nel mondo delle assicurazioni sulla vita in vigore. Ha rappresentato circa il 25% di tutti i premi assicurativi raccolti nel mondo, al secondo posto dietro gli Stati Uniti . Il numero di assicuratori nazionali è relativamente piccolo; gli assicuratori stranieri operano in Giappone ma rappresentano meno del 3% dei premi totali raccolti.

 

Operazioni in tutto il mondo

A causa della grande espansione incommercio mondiale e la misura in cui le imprese effettuano investimenti al di fuori dei loro paesi d’origine, il mercato delle assicurazioni su scala mondiale si è espanso rapidamente nel XX secolo. Questo sviluppo ha richiesto una rete mondiale di uffici per fornire servizi di intermediazione, assistenza di sottoscrizione, servizio di sinistri e così via. La maggior parte delle attività assicurative mondiali è concentrata in Europa e Nord America . Queste società devono soddisfare gran parte delle esigenze assicurative del resto del mondo. Gli ostacoli legali e normativi che devono essere superati per farlo sono formidabili .

Nel 1990 i primi 10 mercati assicurativi al mondo per percentuale sul totale dei premi raccolti erano gli Stati Uniti (35,6 per cento); Giappone (20,5%); il Regno Unito (7,5 per cento); Germania (6,8 per cento); Francia (5,5 per cento); l’ Unione Sovietica (2,6 per cento); Canada (2,3%); Italia (2,2 per cento); Corea del Sud (2,0 per cento); e Oceania (1,8 per cento).

Le principali tendenze mondiali nell’assicurazione includono un graduale allontanamento dal nazionalismo assicurativo, lo sviluppo di programmi assicurativi mondiali per coprire le operazioni delle società multinazionali, l’uso crescente della riassicurazione, l’uso crescente da parte delle società di programmi di autoassicurazione amministrati da società assicurative interamente controllate ( captive), e il crescente ricorso a fusioni sia tra assicuratori che tra società di brokeraggio.

Click to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like

attualità

Paolo Bonolis appare spesso insieme ai suoi figli Adele, Silvia e Davide, avuti dalla moglie Sonia Bruganelli. In pochi, però, sanno che l’uomo ha anche altri...

cronaca

Teresa Mannino si rese protagonista di uno spiacevole episodio di infedeltà, la stessa comica non si è mai nascosta ed ammise il suo gesto...

attualità

Nel tempo sono state diverse le riviste di moda che hanno riempito gli scaffali delle edicole in Italia. Tra le varie, andiamo a vedere...

attualità

Facendo un piccolo bilancio della tua vita cosa ne verrebbe fuori? Un successo clamoroso, seppur interiore, la soddisfazione personale e la consapevolezza di sé stessi,...

Copyright © 2017 City Milano News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: