Connect with us

Hi, what are you looking for?

attualità

“A chi bisogna dare la terza dose”. Palù, ecco le conseguenze della Delta plus

“a-chi-bisogna-dare-la-terza-dose”.-palu,-ecco-le-conseguenze-della-delta-plus

Terza dose per tutti, o quasi. È questo l’appello di Giorgio Palù, virologo del comitato tecnico scientifico e presidente del consiglio di amministrazione dell’agenzia del farmaco Aifa. “È giusto considerare la somministrazione della terza dose di richiamo, detta ‘booster’, anche per le fasce di popolazione attualmente non indicate come prioritarie per età”, spiega al Corriere della Sera l’ipotesi di una terza dose di vaccino contro il coronavirus. Al momento questa è solo per pazienti fragili come gli immunodepressi e gli ospiti delle Rsa, ma non è escluso che via via si possa arrivare a fornire una somministrazione aggiuntiva anche ad altri soggetti. 

 

 

“Penso che man mano che la campagna vaccinale andrà avanti, sarà opportuno indicare il richiamo agli over 50, successivamente agli over 40 e così via fino ai ventenni. Ma questo avverrà sulla base di scelte che saranno attuate alla luce dei risultati di studi pubblicati e in corso di pubblicazione”,  prosegue Palù ricordando che attualmente l’attenzione è sugli ultra sessantanni. Il motivo? “Tra i 60 e 70 anni il rischio di un evento fatale se si contrae il Covid è dell’1,8-2% e sale fino al 18-20% nei decenni successivi soprattutto in presenza di comorbosità come malattie respiratorie, cardiovascolari, diabete, obesità”.

 

 

Una proposta, quella di ampliare il ventaglio della terza dose, che arriva in concomitanza con la stagione invernale. D’altronde, ammette il virologo, “non è una novità che la stagione invernale favorisca la circolazione di tutti i virus respiratori. Le persone trascorrono la maggior parte del tempo al chiuso, in stretto contatto e, specie alle nostre latitudini, manca anche l’effetto delle radiazioni ultraviolette virucide“. Non è comunque il caso di pensare al peggio. Anche la variante Delta plus per Palù non deve far preoccupare, perché “in Gran Bretagna non è diventata predominante”.

 

Click to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like

attualità

Paolo Bonolis appare spesso insieme ai suoi figli Adele, Silvia e Davide, avuti dalla moglie Sonia Bruganelli. In pochi, però, sanno che l’uomo ha anche altri...

cronaca

Teresa Mannino si rese protagonista di uno spiacevole episodio di infedeltà, la stessa comica non si è mai nascosta ed ammise il suo gesto...

attualità

Nel tempo sono state diverse le riviste di moda che hanno riempito gli scaffali delle edicole in Italia. Tra le varie, andiamo a vedere...

attualità

Facendo un piccolo bilancio della tua vita cosa ne verrebbe fuori? Un successo clamoroso, seppur interiore, la soddisfazione personale e la consapevolezza di sé stessi,...

Copyright © 2017 City Milano News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: