in-texas-le-compagnie-elettriche-alzano-la-temperatura-a-casa-dei-clienti,-ma-c’e-un-motivo

In Texas le compagnie elettriche alzano la temperatura a casa dei clienti, ma c’è un motivo

Fa caldo, hai impostato il tuo Nest, Ecobee o Netatmo per mantenere fresco l’ambiente di casa, ma il termostato intelligente modifica da solo la temperatura. E la alza.

Accade in Texas, dove le aziende che forniscono energia possono da remoto variare le scelte delle persone per risparmiare energia o ridurre il sovraccarico della rete. Nella seconda metà di giugno, gli Stati Uniti sono stati colpiti da un’ondata di calore eccezionale che ha fatto schizzare in alto le temperature, anche oltre i 50 gradi: a essere interessata da questo evento estremo di clima torrido è stata soprattutto la parte sud-occidentale del Paese.

Molti Stati, sotto la cappa di caldo, sono minacciati da siccità e pericoli di incendi mentre contemporaneamente le infrastrutture della rete elettrica vengono messe a dura prova: succede perché più aumentano le temperature (di giorno e di notte), più cresce la domanda di energia per il raffreddamento, con il rischio di creare picchi in grado di provocare guasti e blackout.

Questa è la ragione per cui l’Electric Reliability Council del Texas, che gestisce la rete elettrica dello Stato, ha chiesto alle persone di non sprecare energia, tenendo conto della difficile situazione climatica; identica richiesta è stata formulata dalle compagnie elettriche, che grazie a specifici contratti, possono appunto azionare a distanza i termostati smart delle case dei clienti per regolare la temperatura nell’ottica di un risparmio energetico.

Aziende come CenterPoint Energy ed EnergyHub, che collabora con produttori come Google, Ecobee, Honeywell e Lux, hanno modificato a distanza i dispositivi, prendendo però alla sprovvista molte persone, per lo più ignare di quello che avevano accettato e firmato. Le lamentele sono state numerose (tanto che se ne sono occupate anche alcune tv locali) e sono arrivate sino a Reddit e altri social network, ma comunque i clienti sono in grado in ogni momento di riprendere il controllo del loro termostato, annullando i cambiamenti impostati da remoto dalla società fornitrice di energia. Posto che se ne accorgano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: