ESTERO

In Usa rispunta Trump, primo comizio dopo la sconfitta: “Tornerò, ci riprenderemo Camera e Senato”

in-usa-rispunta-trump,-primo-comizio-dopo-la-sconfitta:-“tornero,-ci-riprenderemo-camera-e-senato”
Spread the love

Sono passati sette mesi da quando ha perso le elezioni ma Donald Trump non è affatto cambiato. L’ex presidente degli Stati Uniti è tornato a tenere un comizio in pubblico, il primo dopo la sconfitta. Lo ha fatto a Wellington, in Ohio, a sud di Cleveland, di fronte a migliaia di sostenitori che lo hanno aspettato ore indossando la maglietta con la scritta “Maga”, ossia “Make America great again“, il suo storico slogan. E solo la prima tappa di un “rally” che toccherà diverse città e che sarà incentrato anche sulla “rivincita” nei confronti degli esponenti repubblicani che hanno votato a favore del suo secondo impeachment, quello sull’assalto al Congresso del 6 gennaio.

Il tycoon non ha deluso i suoi fan: “Ci riprendiamo la Camera e il Senato nel 2022”, ha assicurato Trump, che ha definito l’amministrazione guidata da Joe Biden una “completa catastrofe. Sta distruggendo il nostro paese”. The Donald è andato subito all’attacco sul tema migranti: “Presto ci riprendiamo l’America. La crisi maggiore è quella del confine, insieme a quanto accaduto alle elezioni del 2020. Biden ha smantellato la difesa al confine e innescato una marea di migranti“, ha detto Trump, che poi ha spiegato di aver lasciato in eredità il “confine più sicuro della storia: il muro funzionava“. Poi un’altra bordata al presidente degli Stati Uniti: “Manderà il Paese in rovina. E’ rientrato senza neanche trattare nell’accordo di Parigi sul clima, che brucerà posti di lavoro”.

Dal palco di Wellington Trump ha lanciato strali a raffica contro l’uomo che lo ha sconfitto alle elezioni: “Si inchina davanti ai nostri nemici”, “è debole con la Cina, con l’Iran, con tutti”. Trump ne ha pure per la cancelliera tedesca Angela Merkel: “Mi piace molto, è intelligente, è dura ma si approfitta degli Stati Uniti”.

Il futuro? “Abbiamo vinto le elezioni per la seconda volta. Dovremo vincerle una terza volta”, ha detto l’ex presidente, rilanciando così le accuse di brogli. “Io non voglio distruggere la democrazia, sto cercando di salvarla”, ha aggiunto Trump, accusando i democratici di aver usato il Covid-19 per “rubare le elezioni”. Poi una stoccata ai giudici: “Molti sono senza spina dorsale, e mi vergogno della nostra Corte Suprema. Questa è stata la truffa del secolo, il crimine del secolo”, ha detto riferendosi sempre ai brogli elettorali.

I democratici sono “gente disonesta”: parlano dei lavoratori “ma non fanno nulla per loro”, ha affermato Trump. Che guarda al 2022: “Con un Congresso repubblicano il prossimo anno ci batteremo per i lavoratori, porteremo avanti la politica dell’America First, fronteggeremo la Cina, metteremo fine all’immigrazione illegale, riporteremo il diritto alla libera espressione”, ha evidenziato l’ex presidente Usa. “Ci prenderemo cura dei nostri veterani e daremo alla polizia il 100% dell’appoggio, insegneremo ai nostri bambini a rispettare e amare il Paese”. Poi il finale: “Non ci arrenderemo mai, il nostro movimento non è finito: la nostra battaglia è appena iniziata. Renderemo l’America potente, ricca, forte, sicura”.

0 commenti su “In Usa rispunta Trump, primo comizio dopo la sconfitta: “Tornerò, ci riprenderemo Camera e Senato”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: