attualità

Si torna in pista, ok del Cts alle discoteche: “Con Green Pass e tracciamento clienti per 14 giorni”

si-torna-in-pista,-ok-del-cts-alle-discoteche:-“con-green-pass-e-tracciamento-clienti-per-14-giorni”
Spread the love

Via libera ma con la capienza ridotta dei locali

Antonio Lamorte — 25 Giugno 2021

Si torna in pista, ok del Cts alle discoteche: “Con Green Pass e tracciamento clienti per 14 giorni”

Si torna in pista in Zona Bianca. Ripartono insomma le discoteche, ma solo con il Green Pass. Lo riporta l’Ansa. Il via libera nelle indicazioni dei tecnici del Comitato Tecnico Scientifico. Il parere del Cts sarà consegnato al governo. Spetterà dunque all’esecutivo a indicare una data per la riapertura. Dal prossimo lunedì, 28 giugno, tutte le Regioni italiane saranno in Zona Bianca, con l’ordinanza del ministro Roberto Speranza che oggi ha disposto il passaggio dalla Zona Gialla alla Bianca della Valle d’Aosta.

Le condizioni per il via libera, che pure aveva fatto molto discutere all’interno del governo tra i cosiddetti rigoristi e aperturisti: si potrà entrare in discoteca solo con il Green Pass (certificato di guarigione o di vaccinazione o tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti); andranno mantenuti i contatti dei clienti per 14 giorni, in modo da consentire il tracciamento in caso di necessità; gli ingressi saranno contingentati. Quindi la capienza dei locali sarà ristretta.

“Accolgo con soddisfazione l’indicazione del Cts per la riapertura delle discoteche nelle zone bianche. Una decisione che il Mise, accogliendo le legittime aspettative degli operatori del settore, ha sollecitato e promosso anche con una lettera al Comitato. Lunedì chiederemo di fissare una data per le aperture”, ha dichiarato il ministro per lo Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti.

Per quanto riguarda la data il sottosegretario alla Salute Andrea Costa nei giorni scorsi aveva parlato del 10 luglio. I gestori e le associazioni dei titolari spingono tuttavia per partire già dal primo fine settimana di luglio. “Ci aspettiamo buonsenso. Il Governo non ci faccia perdere il primo weekend di luglio perché le nostre attività sono aperte al massimo due volte a settimana. Per il Paese quella data non cambierebbe nulla, ma a noi tanto. Anche perché la gente già va lo stesso a ballare in decine di locali che, tra l’altro, sono aperti senza green pass. Quindi ci facciano riaprire dal 4 luglio e il ministero dell’Interno vigili sull’abusivismo”, aveva dichiarato Maurizio Pasca, presidente del Silb, associazione di categoria dei locali con sale da ballo.

Il settore vale un fatturato complessivo di circa 4 miliardi di euro pari a 800 milioni di gettito fiscale all’anno secondo dati dello stesso Silb. Il Corriere della Sera scrive che al momento la pista più accreditata porta almeno al secondo fine settimana di luglio.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.

© Riproduzione riservata

0 commenti su “Si torna in pista, ok del Cts alle discoteche: “Con Green Pass e tracciamento clienti per 14 giorni”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: