amazon-prime-day-2021,-come-scoprire-se-un’offerta-fa-risparmiare-davvero

Amazon Prime Day 2021, come scoprire se un’offerta fa risparmiare davvero

Nelle giornate del 21 e 22 giugno gli iscritti al programma Amazon Prime potranno accedere a numerose offerte esclusive in occasione dei Prime Day 2021. La due giorni di sconti di solito si teneva a luglio, ma per ragioni logistiche legate all’emergenza Covid-19 il gigante dell’ecommerce l’anno scorso ha ritardato l’iniziativa fino a ottobre, mentre quest’anno l’ha anticipata a giugno.

Gli sconti sono riservati solamente agli iscritti a Prime, l’abbonamento di Amazon che garantisce consegne gratuite e veloci e l’accesso ai servizi digitali della compagnia, come Prime Video. In Italia il servizio costa 36€ l’anno o 3,99€ al mese. Come sempre, si possono trovare molte buone occasioni, ma è bene comunque fare attenzione: i ribassi pubblicizzati spesso non sono davvero irripetibili e vengono soprattutto calcolati non sul prezzo medio del prodotto fino a questo momento, ma sul prezzo originale di listino, che risale al primo inserimento del prodotto nel sistema.

Se una bilancia intelligente costa ad esempio 103,95 euro anziché 179,95 euro (il prezzo barrato non scontato che si vede nella descrizione), non significa sempre che quello specifico prodotto costasse cento euro in più fino al giorno prima, ma che è in corso un ribasso pari a quella cifra rispetto al prezzo di listino originario. Magari il prezzo finale rimane molto buono (nel caso specifico, in effetti, lo è), ma spesso lo sconto a cui stiamo davvero accedendo non è così straordinario come Amazon lo presenta.

CamelCamelCamel

Per scoprire davvero qual è il prezzo medio di un prodotto su Amazon (e quindi qual è lo sconto reale di cui stiamo approfittando) esistono diversi strumenti utili. Il più famoso è CamelCamelCamel. È un vero e proprio archivio dei prezzi di tutti (o quasi) i prodotti Amazon che permette di accedere a uno storico del listino di uno specifico oggetto. Per avviare una ricerca basta copiare l’indirizzo della pagina Amazon che stiamo visualizzando, incollarlo nel campo di ricerca in alto e premere invio: il sistema ci mostrerà immediatamente un grafico con l’andamento dei prezzi. Nel caso della bilancia del nostro esempio, CamelCamelCamel ci suggerisce che il prezzo di 103,95 euro è effettivamente buono. Il prodotto ha un prezzo medio su Amazon di circa 145 euro, che come volevasi dimostrare sono comunque meno dei 179,95 euro “di listino”. Tuttavia ci sono stati rari casi, in passato, in cui il prodotto è arrivato a costare ancora meno (circa 94 euro). Il sito permette inoltre di inserire una email e indicare un prezzo prefissato nei campi subito sopra il grafico, nella pagina dei risultati: in questo modo sarà possibile ricevere un messaggio ogni volta che il prodotto dovesse toccare il prezzo indicato da noi. I prezzi di CamelCamelCamel non sono sempre aggiornatissimi (quindi fate attenzione a eventuali discrepanze), ma il sistema rimane molto utile per controllare le eventuali offerte di settimane e mesi precedenti. 

Keepa

Un altro strumento altrettanto valido è Keepa, che oltre allo storico dei prezzi offre anche grafici molto utili sull’andamento del prodotto in classifica e permette un’analisi più puntuale delle offerte passate. Keepa prevede anche la possibilità di controllare le offerte su eBay per lo stesso prodotto e semplifica la ricerca presso i rivenditori dell’usato. Il funzionamento è lo stesso: si apre la pagina, si copincolla l’indirizzo del prodotto su Amazon e si preme invio per visualizzare lo storico delle offerte.

Per semplificare la visualizzazione dei prezzi direttamente sulla pagina di Amazon, sia Keepa che CamelCamelCamel mettono a disposizione delle estensioni per i browser Chrome e Firefox con le quali è possibile visualizzare i grafici e le informazioni sul prezzo direttamente dalla pagina Amazon del prodotto. Per installarle basta seguire i link collegati alle icone dei maggiori browser dall’home page di Keepa e CamelCamelCamel.

Verificare i prezzi su altri ecommerce

L’ultima cosa da fare prima di premere il pulsante d’acquisto di un’offerta è verificare i prezzi del prodotto presso altri rivenditori online. Per farlo si possono utilizzare siti come Trovaprezzi, uno dei più famosi in Italia, oppure Idealo (che offre pure da qualche tempo un tool di verifica dello storico dei prezzi). Per prodotti non di nicchia è solitamente difficile trovare prezzi inferiori a quello offerto da Amazon, che può contare su una scala di vendita molto più ampia, ma una veloce ricerca permette di verificarlo ed essere sicuri che l’offerta del Prime Day sia effettivamente la migliore.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: