ESTERO

Golpe in Bolivia contro Morales, ex presidente Mesa si avvale del diritto di non rispondere: “Processo senza fondamento”

golpe-in-bolivia-contro-morales,-ex-presidente-mesa-si-avvale-del-diritto-di-non-rispondere:-“processo-senza-fondamento”
Spread the love

L’ex presidente della Bolivia, Carlos Mesa (2003-2005), ora leader dell’opposizione, si e’ avvalso del diritto di non rispondere di fronte alla magistratura durante la convocazione a testimoniare nell’ambito del processo sul presunto colpo di Stato avvenuto in Bolivia nel 2019 ai danni di Evo Morales. “Questo processo non ha nessun fondamento legale e mira a legittimare di fronte alla societa’ un’inchiesta illegale dove si cerca di alterare le prove e forzare testimoni ad autoincriminarsi per distruggere ogni residuo di opposizione politica”, ha affermato Mesa in una conferenza stampa tenuta giovedi’ al termine della citazione in tribunale a La Paz.

“Non ho alcun dubbio che le mie eventuali dichiarazioni sarebbero state usate come autoincriminazione”, ha aggiunto l’attuale leader del partito oppositore “Comunidad ciudadana”, ha quindi ribadito di aver agito “come cittadino rispettoso della legge e della Costituzione” durante il periodo di crisi istituzionale apertosi con le denunce di frode alle presidenziali del 2019 e proseguito con la rinuncia dell’allora presidente Morales e l’insediamento come presidente ad interim di Jeanine Anez.

Dal ritorno al governo del Movimento per il socialismo (Mas), il partito dell’ex presidente Evo Morales, la magistratura della Bolivia ha aperto una serie di inchieste nei confronti di quasi tutti gli esponenti del precedente governo ad interim. L’ex presidente Anez e’ stata messa agli arresti preventivi a meta’ marzo, assieme agli ex ministri della Giustizia e dell’Energia, Alvaro Coimbre e Rodrigo Guzman. A tutti viene addebitata una responsabilita’ nel presunto “colpo di Stato” dell’autunno del 2019 e nell’insieme di avvenimenti che hanno portato alle dimissioni di Evo Morales da presidente, alla sua successiva fuga in Messico e alla creazione del governo oggi definito “de facto”.

La magistratura ha valutato che per i tre imputati esiste il concreto pericolo di inquinamento delle indagini e di fuga: i due ministri non avrebbero infatti presentato informazioni chiare sulla loro residenza e sulle attivita’ svolte. Per Anez, condannata a sei mesi di carcerazione preventiva, valgono soprattutto le circostanze dell’arresto: sorpresa sotto il letto, “stava realizzando atti preparatori alla fuga”.

0 commenti su “Golpe in Bolivia contro Morales, ex presidente Mesa si avvale del diritto di non rispondere: “Processo senza fondamento”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: