attualità

Sentenza preconfezionata, interrogazione parlamentare alla Cartabia: “Violata la collegialità della decisione” p. 15

sentenza-preconfezionata,-interrogazione-parlamentare-alla-cartabia:-“violata-la-collegialita-della-decisione”-p.-15
Spread the love

Il deputato interroga Cartabia

Viviana Lanza — 16 Giugno 2021

Sentenza preconfezionata, interrogazione parlamentare alla Cartabia: “Violata la collegialità della decisione” p. 15

Il caso della bozza di sentenza, trovata nel fascicolo di un processo dinanzi alla Corte d’Appello di Napoli prima ancora che l’udienza avesse inizio, finisce all’attenzione della Commissione Giustizia. Il deputato di Italia Viva, Catello Vitiello, ha presentato nei giorni scorsi un’interrogazione parlamentare chiedendo alla ministra della Giustizia, Marta Cartabia, di pronunciarsi sulla vicenda. In particolare, nell’interrogazione a risposta in Commissione, il deputato ha chiesto alla guardasigilli se «sia a conoscenza dei fatti e quali iniziative intende adottare, per quanto di competenza, a difesa dei diritti dell’imputato, delle prerogative dell’avvocatura e dell’onorabilità della magistratura tutta».

«Se è vero che la Corte di Cassazione, a più riprese e da ultimo con l’ordinanza numero 1616 del 2021, ritiene che “al giudice non è preclusa, dopo il doveroso studio preliminare della causa, la preparazione di un testo provvisorio, che riassuma, sotto forma di sentenza, i risultati dello studio delle questioni e degli argomenti sino a quel momento prospettati e che, naturalmente, è suscettibile di tutte le modifiche e gli aggiustamenti resi necessari dal successivo sviluppo della causa”, è altrettanto vero – si legge nel testo dell’interrogazione firmata da Vitiello – che il solo fatto di stampare il testo (quale che ne sia la qualificazione: appunto, bozza, ricostruzione provvisoria, e altro) e, addirittura, inserirlo nel fascicolo processuale, certamente in maniera involontaria, è sintomatico di un difetto di interlocuzione tra i membri del collegio stesso, ledendo la sacralità della camera di consiglio e la collegialità della decisione».

La vicenda è nota: il 19 maggio scorso l’avvocato Gerardo Mariano Rocco di Torrepadula, che aveva da poco assunto la difesa di un imprenditore accusato di aver falsificato cover di cellulari di note griffe, in attesa che l’udienza avesse inizio aveva chiesto di consultare il fascicolo processuale. E lì aveva notato dei fogli che apparivano come una sentenza “preconfezionata” sia nel dispositivo di conferma della condanna di primo grado sia nelle motivazioni, completa di intestazione e di sigillo della Repubblica italiana, con i nominativi in calce di presidente ed estensore, seppur non ancora firmata di loro pugno. Di qui il caso che ha suscitato tanto clamore e diviso la Camera penale di Napoli e le altre del distretto sulla opportunità o meno di proclamare un giorno di astensione.

Nell’interrogazione parlamentare il deputato Vitiello ha chiesto conto alla ministra Cartabia di quel che definisce «spiacevole episodio di malpractice che rischia di mettere in cattiva luce il lavoro eccellente dell’intera magistratura napoletana, in palese violazione della dialettica processuale». La sezione distrettuale dell’Anm ha ricondotto il tutto a «semplici appunti privi di qualsiasi valore giuridico». Tuttavia Vitiello, interpretando le perplessità dell’avvocatura, ha ritenuto di sottoporre il caso alla responsabile del Dicastero della Giustizia. «Resta imperante – ha ricordato il deputato di Italia Viva nell’interrogazione – il principio di non colpevolezza sino al passaggio in giudicato della sentenza, con la garanzia dell’esercizio del diritto di difesa, in contraddittorio tra le parti e dinanzi ad un giudice terzo e imparziale che perviene alla decisione sulla base del materiale probatorio acquisito e nel rispetto delle regole processuali».

Napoletana, laureata in Economia e con un master in Marketing e Comunicazione, è giornalista professionista dal 2007. Per Il Riformista si occupa di giustizia ed economia. Esperta di cronaca nera e giudiziaria ha lavorato nella redazione del quotidiano Cronache di Napoli per poi collaborare con testate nazionali (Il Mattino, Il Sole 24 Ore) e agenzie di stampa (TMNews, Askanews).

© Riproduzione riservata

0 commenti su “Sentenza preconfezionata, interrogazione parlamentare alla Cartabia: “Violata la collegialità della decisione” p. 15

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: