bassetti-sotto-scorta-per-le-minacce-dei-no-vax:-“sono-schifato-ma-non-indietreggio-di-un-millimetro”

Bassetti sotto scorta per le minacce dei No Vax: “Sono schifato ma non indietreggio di un millimetro”

La decisione dopo l’escalation di insulti

Carmine Di Niro — 14 Giugno 2021

Bassetti sotto scorta per le minacce dei No Vax: “Sono schifato ma non indietreggio di un millimetro”

Matteo Bassetti finisce sotto scorta. Al professore ordinario di Malattie infettive a Genova, 50 anni, è stata assegnata dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica una “scorta dinamica”, ovvero una protezione non continuativa ma che lo seguirà da vicino in tutti i suoi spostamenti.

Ad annunciarlo è stato lo stesso medico che, ovviamente, dallo scoppiare della pandemia e dall’arrivo lo scorso dicembre dei primi vaccini si è speso in prima persona in una campagna mediatica a favore della campagna vaccinale.

Una colpa, secondo il popolo no vax che soprattutto sul web lo ha preso di mira con insulti irripetibili e, in alcuni casi, con vere e proprie minacce di morte. Troppo per il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che ha deciso quindi di assegnare una scorta a Bassetti, volto noto anche per la sua presenza in televisione.

Su Facebook Bassetti aveva scritto nei giorni scorsi che ormai da settimane stava assistendo “ad un incremento esponenziale di insulti e minacce di morte nei miei confronti”, riportando con alcuni screenshot le immagini delle offese subite.

Siamo tutti esausti e provati da questa pandemia e dagli eventi degli ultimi giorni – ammette Bassetti – ma l’intolleranza, espressa con minacce di morte ed ogni tipo di epiteto violento, verso chi la pensa diversamente o cerca di dare il proprio contributo scientifico non può essere tollerata né giustificata. Ugualmente, a maggior ragione, non possono essere più giustificati coloro che fomentano odio “abusando” della propria penna e della propria posizione di comunicatori, più o meno influenti, su social e quotidiani”, era il messaggio del professore di Malattie infettive.

Un messaggio simile era arrivato anche venerdì scorso, quando Bassetti aveva denunciato il clima d’odio e i messaggi che gli erano arrivati dopo un attacco organizzato da un gruppo di no vax.

Oltre 1500 i messaggi ricevuti, tutti uguali e con lo stesso simbolo: “una W rossa che ricorda un simbolo di associazioni criminali. Hanno insultato me, la mia famiglia, il mio lavoro e tutte le istituzioni sanitarie italiane e internazionali. Sappiano questi asini, troll e leoni da tastiera che io non indietreggio di un solo millimetro dalle mie posizioni a favore dei vaccini e della Scienza. La loro ignoranza e lontananza dalla scienza vera mi conferma di essere sulla giusta strada. I messaggi utilizzati denotano violenza e modi terroristici che devono essere perseguiti per legge. Sono schifato”.

Romano di nascita ma trapiantato da sempre a Caserta, classe 1989. Appassionato di politica, sport e tecnologia

© Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: