SPORT

Flavio Briatore, la verità sul suo malessere: racconto toccante

flavio-briatore,-la-verita-sul-suo-malessere:-racconto-toccante
Spread the love

Flavio Briatore può sorridere. La Corte di Cassazione ha annullato con rinvio la confisca dello yacht che era stato sequestrato nel 2010 all’imprenditore.

Flavio Briatore Crazy Pizza
Flavio Briatore Crazy Pizza (Getty Images)

Era il 2010 quando la magistratura di Genova ha confiscato lo yacht di Flavio Briatore mentre si trovava al largo di La Spezia con a bordo Elisabetta Gregoraci, ai tempi dei fatti sua moglie, suo figlio e una ventina di membri dell’equipaggio.

Il sequestro, come sicuramente ricorderanno i nostri lettori, avvenne per una questione legata all’Iva evasa nella quale era accusato l’imprenditore. Oggi la Corte di Cassazione però per la seconda volta ha annullato con rinvio la confisca dello yatch Force Blue accogliendo il ricorso della difesa di Briatore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> GF Vip 6, Paolo Bonolis ironizza sul ruolo di opinionista di Sonia Bruganelli

Briatore, superato il Covid
Covid-19, la smentita di Briatore: “Mi sento bene, ho solo una prostatite” (Foto: Getty)

Flavio Briatore si prende la sua vendetta e ai microfoni del Corriere della Sera non nega che la svendita del Force Blue a 7 milioni sia stato “un danno enorme”. Poco importa per l’imprenditore riavere la barca, dato che dal punto di vista morale il guaio è fatto: “I danni che ho subito sono incalcolabili: da undici anni, tutti mi danno dell’evasore fiscale, pure in tv. Se per lavorare non avessi avuto capitali miei, sarei fallito. Gli imprenditori non investono in Italia perché sono terrorizzati dalla lentezza e dall’incertezza della nostra giustizia”.

Dopo il caso dello yacht e le accuse oggi smentite, Briatore ha parlato anche del malore che lo ha colpito il 4 giugno scorso mentre era a Baku. “Ero al Gran Premio, ho preso una bottiglietta d’acqua e ho sentito che la mano era pesante, come se avesse dentro tutti chiodi. Sentivo male, come se fossi mezzo paralizzato. Sono arrivati i medici, mi hanno fatto degli esami che ho mandato a Milano al dottor Alberto Zangrillo. Ho dormito in hotel e, al mattino, piano piano, ho messo un piede per terra e non succedeva nulla di strano. Ho preso coraggio, ho messo l’altro: era tutto normale, stavo benissimo, sono pure uscito a piedi. Gli esami erano normalissimi, forse una botta di stress”.

0 commenti su “Flavio Briatore, la verità sul suo malessere: racconto toccante

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: