ESTERO

Il dramma di Artin, il piccolo migrante iraniano affogato nella Manica e ritrovato in Norvegia

il-dramma-di-artin,-il-piccolo-migrante-iraniano-affogato-nella-manica-e-ritrovato-in-norvegia
Spread the love

LONDRA – Il primo gennaio 2021 il corpo sfigurato di un bambino in tutina di jeans con cappuccio e un giubbetto salvagente riemerge dal Mare del Nord a Karmoy, Norvegia, sulla costa sud-occidentale. È irriconoscibile, è rimasto in acqua per molto tempo. La polizia norvegese si attiva. L’unico indizio è proprio quella tutina blu. “Non era di una marca che si trova in Norvegia”, spiega oggi Camilla Tjelle Waage, a capo delle operazioni di polizia locali, “abbiamo capito presto che non si trattava di un bambino del nostro Paese”.

0 commenti su “Il dramma di Artin, il piccolo migrante iraniano affogato nella Manica e ritrovato in Norvegia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: