CUCINA

Tonnellate di pomodori rischiano di marcire sui campi perché mancano lattine e contenitori, a rischio pelati e conserve

tonnellate-di-pomodori-rischiano-di-marcire-sui-campi-perche-mancano-lattine-e-contenitori,-a-rischio-pelati-e-conserve
Spread the love

Ne avevamo già parlato tempo fa: quest’anno la produzione di pelati e polpa di pomodoro è seriamente a rischio a causa della mancanza di materie prime necessarie alla realizzazione dei barattoli. Una situazione che minaccia anche di far marcire sui campi tonnellate di pomodori.

L’estate, si sa, è il periodo dei pomodori e i produttori di passate, pelati e polpa si accingono a preparare i nuovi prodotti che troveremo poi sugli scaffali di alimentari e supermercati. Per il 2021 però, come vi avevamo già detto, la situazione è particolarmente critica.

C’è stato infatti il problema del rincaro dell’acciaio, dovuto alla maggiore richiesta durante la pandemia di prodotti alimentari a lunga scadenza, ad una produzione siderurgica minore e ai ritardi nelle consegne, problemi generalizzati e sempre dovuti all’emergenza sanitaria mondale. A causa di tutto questo, l’acciaio oggi costa in media il 60% in più. ( Leggi anche: Perché rischiamo di non trovare più pelati e polpa di pomodoro il prossimo anno (e stavolta la crisi climatica non c’entra)

In particolare è il prezzo dell’acciaio cinese che è aumentato in maniera esponenziale dall’inizio dell’anno e, purtroppo, quello che si produce in Europa non è certo sufficiente a soddisfare le richieste del settore del pomodoro lavorato, di cui l’Italia è leader.  

Tra l’altro, in questo lungo anno di pandemia, soprattutto durante il lockdown, le persone hanno fatto scorte di polpa di pomodoro e pelati, attualmente quindi i magazzini dei produttori sono pressoché vuoti e si attendeva con ansia la nuova produzione.  

Ora il problema è che, nonostante la materia prima non manchi (la stagione dei pomodori si prospetta buona), scarseggiano i contenitori e questo perché le aziende, tra cui anche quelle italiane, sono carenti di bobine d’acciaio (che arrivano soprattutto dalla Cina) con cui realizzano poi le lattine. 

Non solo, i prezzi di queste bobine, come dichiarato da Natasha Linhart, Ceo di Atlante, azienda bolognese del settore, sono vertiginosamente saliti:

0 commenti su “Tonnellate di pomodori rischiano di marcire sui campi perché mancano lattine e contenitori, a rischio pelati e conserve

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: