SPORT

Montaruli (FDI) a iNews24: “Video Grillo? Il M5s fa parte del governo e Beppe Grillo è il suo leader: il problema è politico”

montaruli-(fdi)-a-inews24:-“video-grillo?-il-m5s-fa-parte-del-governo-e-beppe-grillo-e-il-suo-leader:-il-problema-e-politico”
Spread the love
Augusta Montaruli (da Facebook)

La discussione politica è stata investita dalle polemiche relative al video diffuso ieri da Beppe Grillo, in cui il garante del M5s si sfoga con toni molto duri in difesa del figlio, cosa ha pensato quando ha sentito le parole di Grillo?

“Che il M5s usa la forca sempre conto gli altri, ma mai quando le indagini riguardano loro o persone a loro vicine. Non è un problema che riguarda solo Beppe Grillo, ma si tratta di un problema politico, perché  il M5s  fa parte della maggioranza di questo parlamento, sostiene il governo e, fino  a prova contraria, Beppe Grillo è il suo leader”

Dopo ieri possiamo dire che Grillo ha scoperto il garantismo?

“Non lo definirei garantismo, Grillo dice semplicemente: ‘quando la giustizia riguarda me, voi non dovete parlare’. Il garantismo andrebbe invece applicato per tutti, sempre in modo intelligente e utilizzando il buon senso, ma è evidente che le parole del garante del Movimento non sono dettate da un rinnovato spirito garantista, bensì da una presunzione e una saccenteria che non sono ammissibili in politica”

Le accuse nel video di Beppe Grillo

Governo Grillo Draghi
Beppe Grillo (Getty Images)

Nel video è arrivato a rinfacciare alla presunta vittima gli otto giorni impiegati per andare a denunciare la violenza che avrebbe subito.

 “Innanzitutto una donna non è tenuta a presentare denuncia immediatamente dopo aver subito una qualsiasi forma di violenza, anzi, in realtà la legge tutela la vittima di questo tipo di reato con un allungamento dei tempi, proprio perché è difficile per una donna elaborare cosa è successo e trovare il coraggio per andare a denunciare. Il fatto che Grillo abbia sollevato questa obiezione, denota una totale ignoranza rispetto alla ratio della norma per la tutela delle donne vittime di violenza, ed è ancor più grave che venga utilizzata per colpire e accusare la presunta vittima, anche perché quello di andare a verificare la situazione e tutelare questa ragazza è un obbligo dello Stato”

Grillo ha anche accusato gli inquirenti per “i due anni d’indagini trascorsi senza un arresto”

“Direi che oltre a palesare l’ennesima ignoranza in materia di diritto, fa anche specie,  dal momento che il suo partito è  lo stesso che ha fatto una lunga battaglia per abolire la prescrizione, che però guarda caso, è anche l’unico strumento atto a garantire ad un imputato una giustizia celere”

Lo show mediatico di Grillo e la macchina del fango

Beppe Grillo (Getty)

Anche la scelta di determinate parole da parte di Grillo non è stata casuale…

 “Ancora prima delle parole utilizzate, il solo fatto che un leader politico abbia pubblicato e diffuso un video su questa storia è inqualificabile, anche perché confonde pesantemente l’aspetto privato con la sfera pubblica e questo non dovrebbe mai avvenire.  È legittimo che un padre voglia credere al proprio figlio e cerchi di difenderlo in ogni modo, ma una persona che fa politica deve essere sempre pronta a rispondere di quello che fa nel privato e non deve mai confondere i piani, soprattutto nella comunicazione dei due aspetti”

Esiste il Grillo padre, ma esistono anche i genitori della presunta vittima, verso i quali il garante del Movimento, non ha pronunciato alcuna parola. Alla ragazza invece ha anche rinfacciato di essere andata a fare Kitesurf il giorno dopo la presunta violenza.

“Infatti colgo l’occasione per esprimere tutta la mia solidarietà a questa ragazza e ai suoi familiari che sicuramente si sono sentiti coinvolti da quelle parole. Non deve essere facile per loro, non avendo la stessa notorietà, gli stessi mezzi o la forza mediatica di Grillo, ma è proprio la loro voce, quella del più debole, che io voglio ascoltare in questo momento”

Nel finale del video Grillo è  arrivato a dire: “Arrestate me”, lasciando intendere di essere vittima di un sorta di  macchina del fango, quasi come se si volesse punire il figlio per arrivare al padre.

La macchina del fango il M5s l’ha armata per tanto tempo. Se ora Grillo vuole fare davvero una riflessione, la faccia seriamente, ma in merito alle posizioni assunte in questi anni dal M5s”

0 commenti su “Montaruli (FDI) a iNews24: “Video Grillo? Il M5s fa parte del governo e Beppe Grillo è il suo leader: il problema è politico”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: