CUCINA

Non rinunciare alle banane! Eliminarle dalla tua dieta potrebbe avere questi effetti collaterali

non-rinunciare-alle-banane!-eliminarle-dalla-tua-dieta-potrebbe-avere-questi-effetti-collaterali
Spread the love

Difficile rinunciare alle banane, dei frutti gustosi, ricchi di vitamine e sali minerali oltre che comodi da consumare anche quando non si ha molto tempo. Tra l’altro, secondo quanto scoperto da alcune ricerche scientifiche, rinunciare a questa tipologia di frutta potrebbe non essere una buona scelta per la nostra salute.

Le banane sono un frutto estremamente comodo e versatile. Si possono consumare così come sono durante uno spuntino ma anche mescolate a frullati o utilizzate in golose ricette, tra cui ricordiamo il banana bread (anche in versione zero sprechi dove si utilizza pure la buccia) e il pancake alla banana.

Si tratta di un frutto ideale per fare il pieno di nutrienti essenziali come potassio, magnesio e vitamina C. Tuttavia, chi sceglie di eliminarle dalla propria alimentazione, ad esempio nel caso si segua una dieta a basso contenuto di carboidrati, potrebbe trovarsi alle prese con alcuni sorprendenti svantaggi per la propria salute.

Vediamo cosa hanno scoperto alcune ricerche scientifiche.

Il sistema immunitario potrebbe risentirne

Le banane, e in particolare le banane acerbe, sono un’ottima fonte di amido resistente che ha un effetto prebiotico, ovvero nutre i batteri sani nel tratto digestivo. Smettendo di consumare questi frutti, dunque, rischiamo di privare almeno in parte i batteri intestinali del cibo di cui hanno bisogno per proliferare.

Secondo una ricerca del 2013, pubblicata su Frontiers in Immunology, un’adeguata fibra prebiotica può persino aiutare il sistema immunitario. Non consumare a sufficienza cibi prebiotici, come le banane, potrebbe dunque indebolire le difese del nostro corpo, rendendoci potenzialmente più suscettibili alle malattie.  

Una ricerca pubblicata su Plos One  ha poi scoperto le persone che mangiavano una banana prima di una prova a cronometro di 75 km avevano risposte meno pronunciate di indebolimento del sistema immunitario dovuto all’esercizio fisico intenso.

Scarso recupero dopo un allenamento

Se prima o dopo un allenamento vogliamo evitare barrette proteiche o energy drink, possiamo optare per il consumo di una banana. Questo frutto, in media, contiene circa 517 mg di potassio, più del 10% del quantitativo giornaliero consigliato. Una carenza di questo minerale, lo ricordiamo, è collegata alla comparsa di crampi muscolari.

Lo stesso studio sopracitato (pubblicato su Plos One) ha anche scoperto che le banane erano efficaci nel ridurre l’infiammazione post-esercizio e producevano livelli più elevati di dopamina circolante nel post allenamento degli atleti, rispetto alle bevande a base di carboidrati.

Non sfruttare le loro potenzialità, quindi, soprattutto se ci si allena, potrebbe causare un maggiore affaticamento e uno scarso recupero post attività fisica.

Maggiori probabilità di sviluppare la pressione alta

Le banane sono ricche di potassio, un sale minerale fondamentale per la buona salute della pressione sanguigna. Uno studio del 2005, pubblicato sulla rivista Hypertension, ha rilevato che è probabile che gli alimenti ricchi di potassio abbiano un effetto sulla pressione sanguigna simile al cloruro di potassio, un integratore spesso usato proprio con lo scopo di abbassare la pressione.

L’ipertensione è un serio fattore di rischio per l’ictus e, se non si mangiano a sufficienza altri cibi ricchi di potassio, potrebbe non essere una buona idea eliminare completamente le banane dalla propria dieta.

Una revisione del 2013 delle meta-analisi pubblicate sul BMJ ha rilevato che le persone che avevano assunzioni di potassio più elevate riducevano il rischio di ictus fino al 24%, quindi facciamo attenzione ad assumere ogni giorno il quantitativo consigliato di questo minerale.

Leggi anche: Più banane, meno ictus in menopausa

Si potrebbe avvertire più fame

Chi elimina le banane dalla dieta per perdere peso potrebbe ottenere esattamente l’effetto opposto. Secondo uno studio del 2017 pubblicato sul Journal of Functional Foods, il consumo prima dei pasti di amido resistente ottenuto da farina di banana acerba ha comportato una riduzione del 14% dell’apporto calorico successivo. Certo, è meno probabile che lo stesso avvenga consumando le banane mature, tuttavia, questi frutti possono comunque favorire la perdita di peso soprattutto grazie al loro effetto saziante.

Leggi anche: Perdita di peso: le chips di banana sono uno spuntino salutare?


Si potrebbe diventare più suscettibili all’influenza  

Uno studio del 2020 pubblicato su PNAS ha rilevato che un composto ingegnerizzato basato su una lectina di banana (un tipo di fibra legante lo zucchero indigeribile) ha proprietà antivirali contro più ceppi influenzali.

Ovviamente, sebbene le banane possano supportare la nostra salute immunitaria, non si può fare affidamento solo su questo alimento per proteggerci da virus come quello dell’influenza. È sempre bene lavarsi le mani, seguire una dieta equilibrata e in generale avere uno stile di vita sano.

In generale, come sempre consigliamo di acquistarle fairtrade e bio!

Leggi anche:

0 commenti su “Non rinunciare alle banane! Eliminarle dalla tua dieta potrebbe avere questi effetti collaterali

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: