attualità

“Nessun vaccino sicuro al 100%, ma un over 60 rischia 640 volte in più”, parla il direttore dello Spallanzani Ippolito

“nessun-vaccino-sicuro-al-100%,-ma-un-over-60-rischia-640-volte-in-piu”,-parla-il-direttore-dello-spallanzani-ippolito
Spread the love

Il dibattito dopo il ‘caso’ AstraZeneca

Fabio Calcagni — 9 Aprile 2021

“Nessun vaccino sicuro al 100%, ma un over 60 rischia 640 volte in più”, parla il direttore dello Spallanzani Ippolito

No, nessun vaccino “è sicuro al 100%, ma “invece è sicuro al 100% che senza il vaccino continueranno a morire centinaia di persone al giorno”. È il chiaro avvertimento che arriva da Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani, in un’intervista al Corriere della Sera.

Nei giorni in cui si continua a discutere della sicurezza dei vaccini, in particolare di quello della casa farmaceutica AstraZeneca, che il governo italiano ha raccomandato per un uso preferenziale nei soggetti oltre i 60 anni, da Ippolito arriva un messaggio che vuole ispirare fiducia nella scienza. 

“La posizione del governo italiano, in linea con quella di altri grandi paesi dell’Unione europea come Francia e Germania, è stata ispirata al principio della massima precauzione. Questi rari eventi trombotici associati a bassi livelli di piastrine si sono verificati soprattutto in persone al di sotto dei 60 anni, perlopiù di sesso femminile: da qui la raccomandazione per un uso preferenziale sopra i 60 anni. Nei soggetti anziani la valutazione tra benefici e rischi è assolutamente maggiore considerando il rischio di sviluppare una malattia grave, la necessità di terapia intensiva ed il rischio di morte”, spiega in fatti il direttore scientifico dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma. 

Il punto, spiega Ippolito, è che il rischio di non vaccinarsi è maggiore rispetto a quello di vaccinarsi. “L’Ema (l’agenzia europea dei medicinali, ndr) lo scrive in neretto nella prima riga del suo comunicato: “Il rapporto complessivo rischio-beneficio rimane positivo”. Nessun medicinale è esente da rischi, e gli anti Covid-19 non fanno eccezione. Vaccini ultra sicuri e ampiamente utilizzati da decenni hanno anch’essi una percentuale di eventi avversi. Quando proteggiamo i nostri bambini contro il morbillo li esponiamo al rischio – uno su un milione – di sviluppare una complicanza encefalitica acuta. Ma se non li vaccinassimo il rischio sarebbe 500 volte superiore”, sottolinea Ippolito.

Quanto al Covid, il direttore scientifico dello Spallanzani cita un modello matematico elaborato dall’Università di Cambridge che stima qual è il rischio di severi eventi avversi dovuti alla vaccinazione e quale il rischio di finire in terapia intensiva per Covid-19 non vaccinandosi. “Per una incidenza simile a quella attuale in Italia (200 casi per 100.000 abitanti a settimana), il rischio no-vax è sette volte maggiore al rischio vax per i 20-29enni, 30 volte maggiore per i 30-39enni, 100 volte maggiore per i 40-49enni, 240 volte maggiore per i 50-59enni, 640 volte maggiore per i 60-69enni”.

© Riproduzione riservata

Contenuti sponsorizzati

0 commenti su ““Nessun vaccino sicuro al 100%, ma un over 60 rischia 640 volte in più”, parla il direttore dello Spallanzani Ippolito

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: