ESTERO

Coronavirus nel mondo: in Brasile 4.249 morti, battuto un altro record. Inchiesta al Senato su Bolsonaro

coronavirus-nel-mondo:-in-brasile-4249-morti,-battuto-un-altro-record.-inchiesta-al-senato-su-bolsonaro
Spread the love

Made with Flourish

Brasile, inchiesta su Bolsonaro per possibili omissioni sulla pandemia

Un giudice della Corte Suprema del Brasile ha ordinato ieri al Senato di istituire una commissione per indagare sulle “possibili omissioni” del governo di Jair Bolsonaro nella lotta contro la pandemia Covid-19. L’indagine punterà in particolare alle “azioni e omissioni del governo federale (…), soprattutto nell’aggravarsi della crisi sanitaria nello Stato di Amazonas, con la mancanza di ossigeno per i pazienti ricoverati”, ha detto il magistrato Luìs Roberto Barroso, della Corte Suprema Federale. L’ordinanza risponde a una richiesta di 32 degli 81 senatori e forza la mano del presidente del Senato, Rodrigo Pacheco, che si è opposto a tale iniziativa ma che poi, a distanza di pochi minuti, ha detto in una conferenza stampa che avrebbe rispettato la decisione. “E’ importante sottolineare, come evidenziano i querelanti, che la crisi sanitaria è attualmente al suo peggio, battendo record deplorevoli di morti quotidiane e casi di infezione”, ha affermato il giudice.

Brasile, altro drammatico record di vittime: 4.249 in 24 ore

Nuovo drammatico record di morti per Covid in un giorno in Brasile: ieri sono stati 4.249, il numero più elevato in 24 ore dall’inizio della pandemia ed è la seconda volta in questa settimana che il Paese registra più di 4.000 morti in un solo giorno. I casi confermati di coronavirus sono saliti a 13,2 milioni, dopo che nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 86.652 infetti. Il Paese ha registrato 4.195 morti martedì, 3.829 mercoledì e appunto 4.249 ieri, giovedì, ovvero 12.273 in soli tre giorni, quasi la stessa cifra che, ad esempio, registrano finora l’Egitto (12.290) o la Bolivia (12.366) nell’intera pandemia. Con 345.025 vittime, il Brasile è il secondo Paese con il maggior numero di morti e i casi di malattia confermati, dopo gli Stati Uniti, e attualmente sta affrontando la fase peggiore della pandemia con gli ospedali pubblici travolti dalla crescita dei ricoverati per Covid-19. Quasi un terzo dei decessi segnalati ieri si è verificato a San Paolo, lo Stato più sviluppato e popolato del Paese.  La seconda ondata di pandemia è in accelerazione da settimane, spinta anche dalla circolazione di varianti del virus considerate più contagiose, come la brasiliana, nota come P.1 e già predominante in diverse regioni del Paese, equella inglese. Inoltre, gli scienziati, che avevano già avvertito che il Brasile potrebbe diventare un “laboratorio mondiale” per nuovi ceppi di coronavirus a causa della sua alta incidenza, stanno studiando altri due nuovi varianti emerse nel Paese con un gran numero di mutazioni, alcune delle quali legate a un maggiore potere di infezione. Intanto la campagna vaccinale, iniziata il 17 gennaio, procede a poco a poco e ad oggi il 10% dei 212 milioni di brasiliani ha ricevuto la prima dose.

In Cile picco di casi nonostante una dose di vaccino già data a metà popolazione

Con 8.195 casi nelle ultime 24 ore il Cile ha toccato un nuovo record di contagi dall’inizio della pandemia. La circolazione del virus nel paese sudamericano non rallenta nonostante le strette misure di quarantena adottate da due settimane e nonostante l’estesa campagna di vaccinazione: secondo dati ufficiali sono state inoculate 11.396.072 dosi a 7.206.185 persone. Si tratta di quasi il 50 per cento del totale di 15.200.840 persone prefissate inizialmente come obiettivo finale dalle autorità sanitarie cilene. Il ministro della Salute, Enrique Paris, ha rivolto un appello affinchè la popolazione concorra a vaccinarsi avendo registrato una diminuzione nell’affluenza di persone ai centri preposti. “Se è diminuita la quantità di somministrazioni è perché la gente più giovane non sta concorrendo, il nostro appello è che tutti si vaccinino per evitare di ammalarsi”, ha detto Paris. “Abbiamo disponibilità di dosi per tutti quelli che vogliano vaccinarsi, il ritmo di di applicazioni si mantiene in circa 200 mila al giorno”, ha sottolineato il ministro.

0 commenti su “Coronavirus nel mondo: in Brasile 4.249 morti, battuto un altro record. Inchiesta al Senato su Bolsonaro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: