CUCINA

Taste The Architect: architettura e cucina nella Food Academy di Signature Kitchen Suite

taste-the-architect:-architettura-e-cucina-nella-food-academy-di-signature-kitchen-suite
Spread the love

Episodio 1 Riprogettare la tradizione: la parmigiana – Ospite: Marco Piva

Monumenti ed edifici storici diventano emblematici nella riprogettazione urbana, trovando nuova vita e sorprendenti destinazioni d’uso. Come un classico della cucina italiana, la parmigiana, che con tecniche innovative e ingredienti originali assume un gusto del tutto inedito.

Il piatto della Food Academy: Parmigiana in doppia spirale.

Episodio 2 Il gusto della socialità – Ospite: Piero Lissoni

Cuore di ogni progetto di ospitalità sono gli spazi per la collettività. L’esperienza dell’architetto Piero Lissoni traccia un percorso che dal mondo project attraversa il product design dedicato alla socialità e alla convivialità, per giungere inaspettatamente attorno a un tavolo, per un inatteso “pranzo domenicale del 2030”.

Il piatto della Food Academy: Pollo e patate di una domenica del 2030

Episodio 3 Spaghetti green – Ospite: Paola Navone

Dagli orti urbani al mondo outdoor, passando dalla dimensione del progetto fino alla tavola. Il “green” colora interamente questo episodio ricco di sapori e curiosità, per mano di un’artista del calibro di Paola Navone, che mette in tavola non solo la sua creatività nel design, ma perfino dietro ai fornelli.

Il piatto della Food Academy: Spaghetti “green” di zucchine.

Episodio 4 La sostenibile leggerezza – Ospite: Massimo Roj

Cosa significa “progettare sostenibile”? Risponde l’architetto Massimo Roj che ha fatto di questo binomio concettuale un imperativo del suo modus operandi. Sulla massima “dal cucchiaio alla città” e viceversa, in questo episodio all’ecosostenibilità progettuale si affianca il consumo consapevole nell’alimentazione e in cucina.

Il piatto della Food Academy: Insalata di sgombro marinato e fiammato con agrumi.

Episodio 5 Masterplan a km 0 – Ospite: Massimiliano Locatelli

Se la dimensione locale prevale sulla globalizzazione, il progetto si esprime con proposte più attinenti al contesto ideologico in cui sorgono. Nelle opere retail e residenziali dell’architetto Massimiliano Locatelli lavorazioni, materie prime e cultura locali sono gli ingredienti primari, come fossero prodotti locali e di stagione per il più “milanese” dei risotti.

Il piatto della Food Academy: Risotto di primavera

Dove vedere Taste The Architect

0 commenti su “Taste The Architect: architettura e cucina nella Food Academy di Signature Kitchen Suite

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: