ESTERO

Coronavirus, la Russia attacca la Slovacchia: “Contro il vaccino Sputnik disinformazione e sabotaggio”

coronavirus,-la-russia-attacca-la-slovacchia:-“contro-il-vaccino-sputnik-disinformazione-e-sabotaggio”
Spread the love

“Un atto di sabotaggio” e “una campagna di disinformazione”, così il profilo ufficiale su Twitter di Sputnik V ha definito le dichiarazioni dell’Istituto nazionale slovacco per il Controllo dei farmaci (Sukl) che ha espresso dubbi sui lotti del vaccino russo consegnati lo scorso marzo.

“I lotti del vaccino utilizzati nei test preclinici e negli studi clinici pubblicati sulla rivista Lancet non hanno le stesse caratteristiche e proprietà di quelli importati in Slovacchia”, ha affermato il Sukl in una nota inviata all’agenzia Afp, riferendosi allo studio dello scorso febbraio dell’autorevole rivista scientifica che aveva fugato i dubbi sull’affidabilità di Sputnik V stabilendo che era efficace al 91,6% contro le forme sintomatiche di Covid-19.

“Solo il suo nome lo attribuisce ai vaccini Sputnik V utilizzati in circa 40 Paesi in tutto il mondo. Sulla base dei soli test di laboratorio, non è possibile trarre conclusioni sull’efficacia e la sicurezza per l’uomo” del lotto inviato in Slovacchia, ha concluso, aggiungendo che il produttore “non aveva risposto alla ripetuta richiesta” di fornire dati sulla composizione delle prime 200.000 dosi importate.

Immediata la replica da Mosca. “Tutti i lotti di Sputnik V sono della stessa qualità e sono soggetti a rigorosi controlli di qualità presso l’Istituto Gamaleja”, si legge sul profilo Twitter. “Sukl ha lanciato una campagna di disinformazione contro Sputnik V e sta pianificando nuove provocazioni”.

La dichiarazione slovacca “che il lotto di Sputnik V consegnato alla Slovacchia non abbia le stesse caratteristiche del vaccino descritto su The Lancet è una fake news”, ha aggiunto, accusando Sukl di “un atto di sabotaggio”.

Mosca ribatte che l’Istituto slovacco ha testato il vaccino russo “in un laboratorio che non fa parte della rete di Laboratori ufficiali di controllo dei medicinali della Ue”. Sukl sostiene che i laboratori certificati dalla Ue possono testare solo i vaccini già autorizzati da Bruxelles, mentre Sputnik V attende ancora il via libera dell’Ema.

Per tutta risposta, la Russia ha anche chiesto alla Slovacchia la restituzione dei vaccini già consegnati in modo che potessero essere utilizzati in altri Paesi, citando la “violazione del contratto esistente”.

L’ex premier costretto a dimettersi

L’ex primo ministro Igor Matovic era stato costretto a dimettersi la scorsa settimana dopo essere stato contestato per aver acquistato due milioni di dosi di Sputnik V, nonostante non avesse ancora ricevuto il via libera dall’Agenzia europea per i medicinali (Ema).

“COMPLIMENTI, IDIOTI! Avete preso in ostaggio la salute di milioni di persone in Slovacchia”, ha scritto su Facebook Matovic che, oggi, in qualità di vice primo ministro, si è recato a Mosca per colloqui sullo Sputnik V. “Si stanno ancora compiendo sforzi sistematici per prevenire l’uso” del vaccino russo in Slovacchia.

Paese Ue da 5,4 milioni di abitanti, la Slovacchia ha uno dei tassi di mortalità Covid-19 più alti al mondo. Dall’inizio della pandemia sono morte 10.322 persone a causa di Covid, di cui 79 nelle ultime 24 ore. E oggi sono stati registrati 1.576 nuovi contagi, portando il totale a 368.470 casi.

E la Germania prende contatti

Rappresentanti del governo tedesco hanno avviato colloqui con il Fondo d’investimenti sovrano russo (Rfid) che ha finanziato lo sviluppo del vaccino Sputnik V per discutere “un contratto di acquisto anticipato” di lotti moscoviti, senza attendere il via libera dalla Ue.

0 commenti su “Coronavirus, la Russia attacca la Slovacchia: “Contro il vaccino Sputnik disinformazione e sabotaggio”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: