attualità

Contrasti e geometrie: i tappeti che omaggiano il Bauhaus

contrasti-e-geometrie:-i-tappeti-che-omaggiano-il-bauhaus
Spread the love

Si chiama 19-19, ovvero la data di fondazione della prima scuola di Weimar. Da qui nasce la nuova collaborazione tra Child Studio e l’azienda di tappeti dell’East London, Floor_Story. Protagonisti i colori decisi e gli audaci segni grafici, simboli distintivi del movimento Bauhaus.

L’estetica del Bauhaus è spesso vista come qualcosa di piuttosto austero, ma siamo sempre stati affascinati dal loro uso del colore sia negli interni e che nelle grafiche. Anche nella nostra pratica cerchiamo sempre di inserire il colore e questo progetto è stato l’occasione per raccontare una nuova storia attraverso le tonalità  forti e le geometrie» – affermano Alexy Kos e Che Huang, fondatori di Child Studio.

Ph Felix Speller

La collezione è stata fotografata all’interno dell’iconico Isokon Building di Londra, fulcro del movimento modernista negli anni ’30. Progettato dall’architetto Wells Coates come esperimento sui nuovi modi di vivere in città, Isokon ha accolto negli anni i fondatori e le figure chiave della Scuola Bauhaus.

Le composizioni geometriche minimali, simili a collage, presentano forme curve e sfumature in vivaci tonalità di acquamarina, rubino e viola, incastonate sullo sfondo nero. La collezione è composta da 6 tappeti, ognuno dei quali prende il nome da una delle artiste e designer femminili che sono state al centro dello sviluppo del Bauhaus: Alma, Lucia, Gunta, Otti, Benita e Anni. Queste figure creative furono pioniere di alcune delle attività più innovative del XX secolo, ma i loro nomi furono spesso trascurati a favore delle loro controparti maschili.

Ph Felix Speller

«Mi sono imbattuto per la prima volta in Child Studio quando ho visto l’incredibile ristorante rosa che hanno creato a West London. Sono rimasto così colpito da quanto fossero audaci nell’uso di un solo colore. Non vedevo l’ora di poter collaborare con loro! Il processo di creazione di questi tappeti ha richiesto circa 18 mesi. Le collaborazioni hanno sempre bisogno di tempo e crediamo che “19-19” sia riuscita nell’obbiettivo di incarnare l’era Bauhaus» – conclude Simon Goff, fondatore di Floor_Story.

0 commenti su “Contrasti e geometrie: i tappeti che omaggiano il Bauhaus

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: