ESTERO

Gb, avanti tutta coi vaccini: “Da settembre via alla terza dose”

gb,-avanti-tutta-coi-vaccini:-“da-settembre-via-alla-terza-dose”
Spread the love

LONDRA – Dopo essere arrivata prima nella corsa ad approvare i vaccini contro il Covid-19 e nella campagna per il maggior numero di inoculazioni in Europa, la Gran Bretagna si appresta a battere il resto del continente in un’altra categoria: a settembre comincerà già a somministrare una terza dose alla sua popolazione, a partire dalla categoria più a rischio, le persone al di sopra dei 70 anni. Lo ha annunciato Nadhim Zahawi, sottosegretario alla Sanità, in un’intervista con il Daily Telegraph: “Alcune persone riceveranno tre dosi nel giro di dieci mesi”.

In pratica si tratta di quello che viene comunemente definito un “richiamo”: chi avrà già avuto nel corso di quest’anno le prime due dosi del vaccino Pfizer o del vaccino AstraZeneca, potrà averne una terza dell’uno o dell’altro a partire da settembre. Secondo i primi studi, gli anticorpi prodotti da una vaccinazione completa, suddivisa in due dosi per quanto riguarda Pfizer o AstraZeneca (mentre altri vaccini in arrivo, come quello della Johnson&Johnson, sono in una dose singola), possono durare da sei a otto mesi, in alcuni casi forse anche di più. Per prolungarne l’effetto, e per meglio affrontare le nuove varianti del virus che continueranno a presentarsi con la sua evoluzione, a un certo punto servirà un’altra dose: e il Regno Unito sta evidentemente già organizzandosi per farla.

I virologi predicono da tempo che il vaccino per il Covid-19 dovrà diventare una precauzione annuale, esattamente come il vaccino per l’influenza che viene somministrato ogni anno a milioni di anziani, adulti e categorie a rischio, per rinnovarne l’effetto e adeguarlo alle nuove varianti che si sviluppano anche per questa più comune e meglio conosciuta malattia. Bisognerà dunque fare lo stesso per la pandemia che ha sconvolto il mondo e Londra si prepara ad avere abbastanza fiale per una terza dose autunnale: un obiettivo che sicuramente il governo di Boris Johnson ha messo in conto quando ha ordinato centinaia di milioni di dosi e firmato contratti con le aziende farmaceutiche che le impegnano a fornirglieli in tempi relativamente brevi, diversamente da quanto è accaduto finora nel resto d’Europa.

Intanto, da questo lunedì qui inizia il rilassamento delle restrizioni: con il permesso di incontrarsi in gruppi fino a 6 persone all’aperto, che per combinazione coincide con una mini-ondata di caldo prevista per l’inizio della settimana in tutto il paese in cui il termometro potrebbe arrivare a 24 gradi centigradi. L’inizio di un ritorno alla normalità a tappe, che prevede la riapertura dei negozi dal 12 aprile, con orario prolungato, sino alle 10 di sera, per aiutare a rilanciare i consumi e l’economia, e poi via via anche quella di pub e ristoranti. Un risultato reso possibile da un lockdown nazionale in vigore praticamente da prima di Natale e dalla campagna di vaccinazioni che proprio oggi dovrebbe raggiungere quota 30 milioni di persone a cui è stata somministrata già una prima dose e più di 3 milioni a cui ne sono state inoculate due, facendo scendere il numero dei contagi quotidiani intorno a 5 mila e quello delle vittime a meno di cento al giorno. Ma la guerra al Covid continua e gli inglesi già fanno piani per la campagna d’autunno, appunto con il “richiamo” della terza dose.

0 commenti su “Gb, avanti tutta coi vaccini: “Da settembre via alla terza dose”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: