Senza categoria

Rientro a Scuola, la proposta di un tampone a settimana anche per i più piccoli. Quali rischi psicologici?

rientro-a-scuola,-la-proposta-di-un-tampone-a-settimana-anche-per-i-piu-piccoli.-quali-rischi-psicologici?
Spread the love

Il piano che starebbero elaborando il Ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi e il consigliere Agostino Miozzo in vista della riapertura delle scuole prevede per i bambini di nidi e scuola dell’infanzia un tampone rapido all’ingresso, da ripetere ogni settimana. In caso di positività si procederà con il tampone molecolare a tutta la classe.

Un piano, questo, che era stato preannunciato da degli indizi. Indizi che si trovano all’interno del decreto sostegni e del Question Time del 24 marzo proprio del ministro Bianchi:

“Con il decreto-legge Sostegni, abbiamo stanziato le necessarie risorse, 150 milioni, per l’acquisto di ulteriori dispositivi di protezione e materiali per l’igiene, per la predisposizione di presidi medico sanitari di supporto all’attività di somministrazione di test diagnostici alla popolazione scolastica e all’espletamento del contact tracing per il più efficace raccordo con i Dipartimenti di prevenzione delle aziende sanitarie locali”.

Una tale stretta sulla scuola dei più piccoli non era mai stata fatta in un anno di emergenza. E ora, in vista di un ritorno in classe i bambini dovranno essere sottoposti a questo stress settimanale?

Sono diversi i casi di bambini prescolari giunti all’attenzione di specialisti per lesioni alle mucose causate dall’esecuzione del tampone: rischio di lesioni alla mucosa nasale, orale e faringea.  A sostenerlo è Filippo Festini, professore associato di Scienze Infermieristiche Generali, Cliniche e Pediatriche MED/45 presso il dipartimento di scienze della Salute all’Università di Firenze

Per non parlare del trauma psicologico, tema di cui tratta un’ampia letteratura scientifica; traumi anche a lungo termine provocati da procedure invasive nei bambini. 

Sempre secondo il professor Festini “Il tampone faringeo è una delle poche procedure invasive per le quali non esistono tecniche cognitivo-comportamentali o farmacologiche locali efficaci a ridurre la paura ed il dolore nel bambino”.

Poi c’è la questione che riguarda direttamente lo strumento in sé, il tampone. Il 24 marzo si è svolta l’udienza della causa dinanzi al TAR Lazio riguardante l’attendibilità o meno dei tamponi, intentata da quattro avvocati e sette cittadini italiani, contro il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità.

“Nè il Ministro della Salute, né l’Iss si sono costituiti in giudizio” – racconta l’avvocato Mauro Sandri –  “attendiamo l’esito del provvedimento del Giudice”. 

E prosegue: “Rimane l’incredulità nell’assistere alla contumacia del Ministro rimasto inerte pur notiziato via PEC del radicamento della causa. Può, forse, ancora evitare per qualche tempo il confronto, utilizzando qualche risvolto procedurale, ma non potrà scappare all’infinito! Chiosa Mauro Sandri”. 

AIUTACI A COMPENSARE GLI ABBONAMENTI RUBATI DA YOUTUBE

€92.509 of €100.000 raised

Youtube ha rubato alla TV dei cittadini migliaia di abbonamenti e ci ha tolto la possibilità di fare pubblicità. Vogliono soffocarci perché siamo “dannosi”. Omettono di dire che in realtà siamo “dannosi” solo per loro e per la loro brutale bramosia di controllo. Siamo invece aria fresca e pura per i cittadini.

Stiamo lavorando da mesi alla conversione delle entrate di Byoblu e di DavveroTV a formule che il potere non può controllare, ma abbiamo bisogno di comprare ancora un po’ di tempo. Siamo sul ring e non abbiamo finito di combattere.

Solo tu puoi suonare quel gong e permetterci di fare un altro round, perché il potere, che nulla ammette se non se stesso, non deve averla vinta: la tv dei cittadini deve continuare ad esistere. Devono capire che tutti i loro soldi non sono niente di fronte alla determinazione dei cittadini che si organizzano per fare da soli.

Siamo centinaia di migliaia. Forse milioni… Diamo una risposta secca. In cambio avrete qualcosa che neanche loro possono comprare: la libertà! Vi daremo programmi ancora migliori e ancora più coraggiosi. Noi non abbiamo paura di essere “controversi”.

Comprateci solo un altro po’ di tempo!


Claudio Messora

Una luce nelle tenebre attuali

Grazie per il lavoro che svolgete quotidianamente.

Grazie per l’informazione che ci date.

Siete una delle poche fonti di democrazia televisiva rimaste in Italia


Complimenti.


Mauro Montagnani

Grazie di reali notizie, buon lavoro!

0 commenti su “Rientro a Scuola, la proposta di un tampone a settimana anche per i più piccoli. Quali rischi psicologici?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: