milano

Napoli, al Policlinico si vaccinano i pazienti fragili già in cura all’ospedale: “Bisognava occuparsi prima di loro”

napoli,-al-policlinico-si-vaccinano-i-pazienti-fragili-gia-in-cura-all’ospedale:-“bisognava-occuparsi-prima-di-loro”
Spread the love

“Stiamo seguendo i nostri pazienti fragili, pazienti che seguiamo già normalmente nel nostro centro di immunodeficienze primitive. Li stiamo vaccinando con il Pfizer perché non prevede l’utilizzo di virus che per questi pazienti potrebbe essere problematico. In ogni caso bisognava pensarci prima questi pazienti”. Lo ha spiegato Giuseppe Spadaro, direttore del centro interdipartimentale di ricerca in Scienze immunologiche di base e cliniche della Federico II di Napoli. Alla chiamata ha risposto il 100% dei pazienti convocati che, non senza timori, si sono detti felicissimi e soddisfatti di aver ricevuto la loro prima dose. “Io sono un po’ fifona, avevo paura, ma il fatto che mi abbiano chiamato i miei medici che conosco mi ha aiutato, Ho parlato con loro e fugato i dubbi e oggi mi sono vaccinata”.

“All’inizio – spiega – ero un po’ titubante ma poi ho capito che se non ci vacciniamo tutti non si va avanti, non se ne esce. I medici che conosco mi hanno chiamato e mi hanno incoraggiato molto, ho potuto parlare con loro, trovare le motivazioni e fugare i dubbi”. Braccio scoperto anche per Immacolata, 39nne affetta da diabete: “Sono contentissima – dice – di questa chiamata. Vengo da un anno vissuto in piena paura perché so che la mia patologia mi rende molto a rischio in caso di beccare il covid. So che tutti devono vaccinarsi per uscire da questo tunnel e mi sono sentita sollevata quando mi hanno chiamata, era domenica ed è stata una giornata splendida. Mio marito lo ha fatto ieri, ora siamo più tranquilli”. Flavia, 19 anni, ha un sorriso sincero: “Sono diabetica di tipo 1 – racconta – da quando avevo tre anni e oggi sono molto contenta, ho risposto subito si alla chiamata. È stato un anno pesante, con un freno a tutto dall’università alla palestra, mi sono adattata ma ora mi aspetto una bellissima estate, voglio viaggiare e divertirmi in sicurezza se si potrà”.

Oggi in Edicola – Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro,
svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi
di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi,
interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico.
La pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre dei ricavi limitati.
Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci.
Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana,
fondamentale per il nostro lavoro.


Diventate utenti sostenitori cliccando qui.


Grazie
Peter Gomez

GRAZIE PER AVER GIÀ LETTO XX ARTICOLI QUESTO MESE.

Ora però siamo noi ad aver bisogno di te.
Perché il nostro lavoro ha un costo.
Noi siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti ogni giorno.
Ma la pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre ricavi limitati.
Non in linea con il boom accessi a ilfattoquotidiano.it.
Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana.
Una piccola somma ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!

Diventa utente sostenitore!


Con riconoscenza
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Vaccini Covid, il commissario Figliuolo invia task force in Molise e Basilicata per le inoculazioni a domicilio

next


0 commenti su “Napoli, al Policlinico si vaccinano i pazienti fragili già in cura all’ospedale: “Bisognava occuparsi prima di loro”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: