ESTERO

Coronavirus nel mondo: Usa, in arrivo 240 milioni dosi i vaccino. Il presidente messicano: “Siamo stati più bravi degli americani”

coronavirus-nel-mondo:-usa,-in-arrivo-240-milioni-dosi-i-vaccino.-il-presidente-messicano:-“siamo-stati-piu-bravi-degli-americani”
Spread the love

Made with Flourish

La pandemia ha provocato più di 2,47 milioni di morti nel mondo. Gli Stati Uniti sono il Paese più colpito con 502.482 vittime, davanti al Brasile (248.529), Messico (180.536), India (156.463) e Regno Unito (120.757).

Usa, altri 2.315 morti: ma i casi calano. Le varianti fanno paura

 Ancora un bilancio estremamente pesante sul fronte della pandemia da Covid-19 negli Stati Uniti dove nella giornata di ieri, secondo il database del New York Times, si sono registrati almeno 2.315 nuovi decessi per coronavirus e 71.737 ulteriori contagi. Nell’ultima settimana, si sono verificati in media 68.029 casi al giorno, con una diminuzione del 37% rispetto alla media delle due settimane precedenti. Fino ad oggi, più di 28 milioni e 279mila persone sono state infettate dal Covid negli Usa che l’altro ieri hanno inoltre superato la soglia del mezzo milione di morti e, con gli ultimi dati, salgono a un totale di 502.594 decessi (fonte Jhu). Sempre lunedì, la Florida ha superato i 30mila morti divenendo il quarto stato a raggiungere il tragico traguardo anche se anche qui i casi hanno nelle ultime settimane sono in continua decrescita, sebbene la diffusione dei ceppi mutati stia destando una notevole preoccupazione.

Usa, in arrivo 240 mln vaccini Pfizer, Moderna e J&J

Le case farmaceutiche Pfizer, Moderna e Johnson & Johnson (J&J) si sono impegnate a consegnare negli Usa un totale di 240 milioni di dosi di vaccino anti-Covid entro fine marzo. Secondo quanto riporta la Cnn, la Pfizer e la Moderna – i cui vaccini sono gli unici ad essere stati autorizzati finora nel Paese – ne produrranno 220 milioni, mentre le restanti 20 milioni di dosi arriveranno dalla Johnson & Johnson, che potrebbe ricevere il nullaosta dalla Food and Drug Administration (Fda) questa settimana. Un quarto vaccino potrebbe essere disponibile negli Stati Uniti ad aprile, quando anche la AstraZeneca dovrebbe ricevere l’autorizzazione dalla Fda.

Messico, il presidente è sicuro: “Contro il Covid meglio noi degli Usa”

Il presidente messicano Andres Manuel Lopez Obrador ha detto che il suo paese sta facendo meglio degli Stati Uniti nella lotta al coronavirus, anche se il tasso di mortalità pro capite del Messico è probabilmente più alto e il paese ha vaccinato meno dell’1% della sua popolazione. Lopez Obrador ha spiegato che confrontare i paesi è di “cattivo gusto”, ma “la nazione più potente della terra, il nostro vicino, ha fatto peggio di noi”. Il bilancio delle vittime “stimato” dal governo messicano a causa del Covid-19 è ora di circa 201mila. Il bilancio delle vittime negli Stati Uniti è di circa 500mila, ma la sua popolazione è 2,6 volte più grande. Inoltre, le stime di morti in eccesso in Messico dall’inizio della pandemia suggeriscono che il bilancio del Covid-19 sia ora ben al di sopra di 220mila. Il Messico ha somministrato circa 1,7 milioni di dosi di vaccino, mentre gli Stati Uniti ne hanno somministrate 64 milioni. Lopez Obrador ha accusato i paesi ricchi di “accumulare” vaccini, definendolo “totalmente ingiusto” e ha detto che “le Nazioni Unite devono intervenire”. Lopez Obrador ha chiesto agli Stati Uniti di vaccinare i milioni di messicani che vivono negli Stati Uniti con o senza documenti legali; Il Messico afferma che i suoi consolati negli Stati Uniti sono stati persino registrati come centri di vaccinazione.

Vaccinazioni, Cile leader in America Latina

Ad appena tre settimane dall’inizio della massiccia campagna di vaccinazione contro il Covid-19 in Cile, non possono che sorprendere i risultati a dir poco positivi ottenuti dalla campagna d’immunizzazione della cittadinanza, che ora inducono le autorità del paese andino ad ipotizzare il raggiungimento dei 15 milioni di persone completamente protette dal virus entro giugno. Il Cile è oggi il paese leader in America Latina in termini di velocità nel processo di vaccinazione contro il nuovo coronavirus. Nell’ultimo rapporto nazionale, le autorità hanno annunciato quasi 3 milioni di vaccinazioni con una media di 200mila somministrazioni al giorno. Se la campagna vaccinale manterrà l’attuale ritmo di marcia, in Cile sarà protetto l’80% della popolazione entro l’inizio dell’estate.

0 commenti su “Coronavirus nel mondo: Usa, in arrivo 240 milioni dosi i vaccino. Il presidente messicano: “Siamo stati più bravi degli americani”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: