ESTERO

Australia, Facebook ripristina le news. La legge sul pagamento delle notizie agli editori sarà modificata

australia,-facebook-ripristina-le-news.-la-legge-sul-pagamento-delle-notizie-agli-editori-sara-modificata
Spread the love

Facebook revoca il blocco della pubblicazione delle notizie in Australia dopo che il governo del premier Scott Morrison ha approvato alcuni emendamenti al disegno di legge sulla condivisione delle news online. Secondo quanto riporta la stampa locale, gli “emendamenti forniranno ulteriore chiarezza alle piattaforme digitali e alle aziende di informazione sul modo in cui si intende operare e rafforzeranno il quadro legislativo per garantire che le imprese di informazione siano equamente remunerate”, hanno affermato il ministro dell’Economia Josh Frydenberg e il ministro delle comunicazioni Paul Fletcher in una dichiarazione congiunta. Facebook ha confermato che ripristinerà le notizie nei “prossimi giorni” dopo aver negoziato un accordo con il governo Morrison.

Da una settimana l’azienda fondata da Mark Zuckerberg ha chiuso le porte della sua piattaforma ai contenuti media tradizionali. Un atto di sfida di fronte alla bozza di legge che mira a contrastare lo strapotere sia di Facebook che di Google, costringendo i due colossi a pagare gli editori. Il braccio di ferro si è sbloccato dopo una serie di confronti tra il ministro Frydenberg e lo stesso Zuckerberg. Tra le modifiche promesse fatte dall’Australia c’è anche un meccanismo per l’arbitrato dell’offerta finale.  “Questi emendamenti forniranno maggiore chiarezza sulla maniera in cui opererà il codice di condotta, rafforzando la struttura per assicurare che la produzione di news sia remunerata equamente. Il codice di condotta prevede tuttora trattative tra le piattaforme come Facebook e Google, e le compagnie australiane dei media, per concordare il pagamento stesso”, dichiarano in due ministri in un comunicato congiunto.

“Siamo soddisfatti che il governo abbia accettato una serie di modifiche e garanzie che affrontano le nostre preoccupazioni principali sull’autorizzazione di accordi commerciali che riconoscono il valore che la nostra piattaforma fornisce agli editori rispetto al valore che riceviamo da loro”, ha affermato Facebook in una dichiarazione pubblicata online. “Dopo ulteriori discussioni con il governo australiano, abbiamo concordato una soluzione che ci permetterà di sostenere gli editori che noi scegliamo, inclusi quelli minori e locali”, ha spiegaato Campbell Brown, vicepresidente “global news partnership” di Facebook.

La questione australiana è sotto gli occhi di numerosi Paesi, tra cui il Canada e la Gran Bretagna, che stanno considerando di varare una legge simile. La vicenda si sta poi sviluppando in un capitolo europeo: è infatti arrivata al Parlamento europeo una proposta mutuata proprio dall’Australia che mira a emendare le nuove direttive sui servizi digitali per imporre ai colossi del tech di pagare per le news che sfruttano. Al contrario di Facebook, Google ha già risolto la sua posizione davanti alle nuove norme con accordi separati, ciascuno per decine di migliaia di dollari l’anno, con i diversi gruppi editoriali operanti in Australia.

0 commenti su “Australia, Facebook ripristina le news. La legge sul pagamento delle notizie agli editori sarà modificata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: