milano

Due valanghe in Emilia-Romagna sui monti Cusna e Cimone e una in Friuli: tre vittime

due-valanghe-in-emilia-romagna-sui-monti-cusna-e-cimone-e-una-in-friuli:-tre-vittime
Spread the love

In tutti e tre i casi è intervenuto il Soccorso Alpino. Intervento anche a Gemona del Friuli, in provincia di Udine, dove le squadre di terra hanno cercato di soccorrere un escursionista precipitato in un dirupo nei pressi di Forca di Ledis. Il ferito, soccorso in gravi condizioni, è deceduto poco dopo

| 13 Febbraio 2021

Due valanghe hanno colpito l’Emilia Romagna, una sul Monte Cusna, sull’Appennino reggiano, e l’altra sul Monte Cimone, nel modenese. In entrambi i casi ci sono delle persone coinvolte, mentre sul monte Cimone si conta la prima vittima. Un’altra massa di neve si è staccata a Sella Nevea, in provincia di Udine, travolgendo tre sciatori e uccidendone uno. Sui luoghi degli incidenti sta così intervenendo il Soccorso Alpino.

Vicino alla Costa delle Veline, a circa 1.900 metri di altitudine, sul Cusna, sono intervenuti i Carabinieri delle stazioni di Collagna e Villa Minozzo, il soccorso alpino e i Vigili del fuoco. Dalle prime indicazioni la valanga ha travolto almeno tre persone di cui due sono riuscite a venir fuori dalla neve, anche se non si conoscono ancora le loro condizioni di salute. I soccorsi sono arrivati a piedi, vista l’impossibilità di volare con l’elicottero a causa della fitta nebbia che avvolge la zona.

Il secondo intervento, al Cimone, è avvenuto nei pressi di Lago Santo. Di recente sul Monte Cimone si erano svolte delle esercitazioni anti-valanghe dei carabinieri forestali. L’intervento è in corso da parte del Soccorso Alpino e dei Carabinieri, nella zona di Pievepelago, precisamente sul Monte Giovo. Al momento si parla di due escursionisti soccorsi, ma si conta la prima vittima: il cadavere è stato estratto dalle neve, secondo quanto riferisce il Soccorso Alpino intervenuto insieme ai Carabinieri. Altre due persone coinvolte dal distaccamento, forse di un diverso gruppo, sono invece riuscite a liberarsi e si trovano attualmente ricoverate in via precauzionale in discrete condizioni di salute.

Una terza valanga ha colpito l’Italia attorno alle 15. Nella zona di Sella Nevea, in provincia di Udine, tre sciatori sono stati travolti dalla slavina. Uno di loro, uno cittadino sloveno, inizialmente dichiarato disperso, è stato ritrovato morto sotto la neve dai soccorsi. Sopravvissuti i suoi compagni.

Per le sue ricerche e per bonificare la zona erano stati attivati nel primo pomeriggio l’elicottero della Protezione Civile di base a Tolmezzo con operatore cinofilo del Soccorso Alpino e un tecnico, i Vigili del fuoco di Udine e Tolmezzo, la Guardia di Finanza e l’elisoccorso da Udine. Al momento è escluso il coinvolgimento di altre persone.

Intervento del Soccorso Alpino anche a Gemona del Friuli, in provincia di Udine, dove le squadre di terra hanno cercato di soccorrere un escursionista precipitato in un dirupo nei pressi di Forca di Ledis. Il ferito, soccorso in gravi condizioni, è deceduto poco dopo.

Oggi in Edicola – Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro,
svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi
di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi,
interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico.
La pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre dei ricavi limitati.
Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci.
Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana,
fondamentale per il nostro lavoro.


Diventate utenti sostenitori cliccando qui.


Grazie
Peter Gomez

GRAZIE PER AVER GIÀ LETTO XX ARTICOLI QUESTO MESE.

Ora però siamo noi ad aver bisogno di te.
Perché il nostro lavoro ha un costo.
Noi siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti ogni giorno.
Ma la pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre ricavi limitati.
Non in linea con il boom accessi a ilfattoquotidiano.it.
Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana.
Una piccola somma ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!

Diventa utente sostenitore!


Con riconoscenza
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Maxi tamponamento sulla Torino-Bardonecchia, le immagini dall’altro della polizia: due morti e 25 auto coinvolte

next


Articolo Successivo

Morto a Bologna Marco Dimitri: era stato il leader della setta dei Bambini di Satana. Aveva 58 anni

next


0 commenti su “Due valanghe in Emilia-Romagna sui monti Cusna e Cimone e una in Friuli: tre vittime

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: