attualità

Il professor Becchi ad Atlantico: “Salvini ha rotto il giocattolo agli altri. Ora governo istituzionale, né politico né tecnico”

il-professor-becchi-ad-atlantico:-“salvini-ha-rotto-il-giocattolo-agli-altri.-ora-governo-istituzionale,-ne-politico-ne-tecnico”
Spread the love

Atlantico Quotidiano ha conversato con il professor Paolo Becchi, filosofo, accademico, saggista, commentatore, che ha recentemente pubblicato (per le edizioni Lastaria) “L’incubo di Foucault – La costruzione di una emergenza sanitaria”.

DANIELE CAPEZZONE: Professore, come valuta lo spariglio di Salvini con la sua apertura all’Esecutivo Draghi?

PAOLO BECCHI: Prima di questa mossa, la Lega rischiava di restare ai margini, e forse in prima battuta lo stesso Salvini stava correndo il rischio di non cogliere l’occasione. Invece, scegliendo di fare il passo, è entrato in partita. La Meloni ha scelto un’altra strada: e saranno i prossimi mesi a dire chi dei due avrà avuto ragione. Ma io credo che Salvini abbia fatto bene. Ha rovinato il lavoretto che qualcuno stava preparando…

DC: Cioè?

PB: Pd e 5 Stelle erano pronti, una volta caduto Conte, a usare Draghi come mera sostituzione di quel che c’era prima.

DC: Quindi Pd e 5 Stelle erano pronti – per così dire – a proseguire la stagione Conte con altri mezzi e perfino per interposta persona, cioè Draghi?

PB: Per la verità, sarebbe stato difficile riuscire nell’operazione, perché Draghi è Draghi: è diverso da Monti e da altre figure. Ma il tentativo giallorosso era quello. Per questo, Salvini ha fatto bene a giocare la sua partita, e in questo lo sostengo.

DC: I critici dicono però che chi fa questa scelta mette in discussione l’opzione sovranista…

PB: Macché. Tra l’altro scrivo da giorni che realisticamente anche Draghi dovrà impegnarsi per non far tornare il Patto di Stabilità né troppo presto né con le vecchie regole.

DC: Ma ora che tipo di governo occorre mettere in piedi?

PB: L’ipotesi che auspico è ibrida: un governo istituzionale sul modello Ciampi, con un mix di pochi politici e alcuni tecnici d’area.

DC: Quindi evitare un governo politico di coalizione?

PB: Quello che va evitato è l’ingresso simultaneo dei segretari di partito: diventerebbe un governo politico di coalizione, cosa che credo non andrebbe bene né a Draghi né a Mattarella.

DC: E a quel punto?

PB: A quel punto si correrebbe il rischio uguale e contrario a quello di un governo tutto politico: e cioè quello di un governo tutto tecnico, con Draghi più tecnocrati vari. Anche questo va evitato.

0 commenti su “Il professor Becchi ad Atlantico: “Salvini ha rotto il giocattolo agli altri. Ora governo istituzionale, né politico né tecnico”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: