ESTERO

Colpo di Stato in Myanmar: dopo Facebook, oscurate Twitter e Instagram

colpo-di-stato-in-myanmar:-dopo-facebook,-oscurate-twitter-e-instagram
Spread the love

Si continua a stringere la morsa dei militari in Myanmar: dopo il blocco di Facebook, è stato ordinato anche il fermo di Twitter ed Instagram. Mpt, il più grande provider di telecomunicazioni nel Paese, ha bloccato l’accesso a Twitter a mezzanotte.

Il gruppo norvegese Telenor ha fatto sapere che “tutti gli operatori mobili, i gateway internazionali e i fornitori di servizi Internet in Myanmar hanno ricevuto una direttiva dal Ministero dei trasporti e delle comunicazioni perchè blocchino fino a nuovo avviso le piattaforme di social media Twitter e Instagram”. NetBlocks, un servizio che tiene traccia delle interruzioni e degli arresti di Internet in tutto il mondo, ha segnalato le restrizioni su diverse altre reti.

Twitter ha condannato l’ordine dell’esercito birmano di bloccare l’accesso alla sua piattaforma, pochi giorni dopo il colpo di stato che ha rovesciato il governo civile di Aung San Suu Kyi. “Siamo profondamente preoccupati per l’ordine di bloccare i servizi Internet”, ha detto un portavoce di Twitter. Ciò mina “il diritto delle persone di far sentire la propria voce”.

0 commenti su “Colpo di Stato in Myanmar: dopo Facebook, oscurate Twitter e Instagram

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: