attualità

CENSURA ALL’UNIVERSITÀ. RIFIUTATA UNA TESI SU ALEKSANDR DUGIN

censura-all’universita.-rifiutata-una-tesi-su-aleksandr-dugin
Spread the love

Lorenzo Maria Pacini è uno studente di filosofia dell’Università di Parma. Al termine del suo percorso di studi, propone ai professori una tesi sul pensiero di Aleksandr Dugin, filosofo e politologo russo.

In risposta riceve un no, secondo i professori Dugin “non sarebbe un filosofo”. “Quello che hanno fatto – spiega Pacini – non è stato entrare nel merito della mia tesi di laurea, ma di impedire per partito preso che potessi realizzare un lavoro su Aleksandr Dugin”. Evidentemente il filosofo russo non piace a certi ambienti accademici italiani, cosa comprensibile, ciò che è più difficile da accettare è però il fatto che un’Università possa porre un veto alla realizzazione di una tesi di laurea.

“La Costituzione sancisce la libertà di espressione – attacca Pacini – e non si può impedire ad uno studente di fare una tesi su un argomento che sceglie”. Lorenzo non si da per vinto e, grazie anche al supporto di vari professori di altri atenei italiani che producono una lettera congiunta a suo favore, riesce ad ottenere il via libera per lavorare alla tesi di laurea che ha scelto. Segui l’intervista su Byoblu24.

2021: AIUTACI A PORTARE BYOBLU SULLE TELEVISIONI DI TUTTA ITALIA

€3.830 of €100.000 raised

2021: ECCO LE COSE CHE ABBIAMO FATTO E QUELLE CHE VORREMMO FARE

Hai guardato il video che racconta tutte le cose che abbiamo fatto, insieme, nel 2020? Bene: quest’anno dev’essere l’anno della svolta. Insieme, dobbiamo arrivare nelle case di tutti gli italiani.

Conosci il vecchio detto “l’unione fa la forza“? Oggi è più attuale che mai: è il solo modo che abbiamo di reagire a un mondo che sappiamo istintivamente essere sbagliato e che vogliamo cambiare, prima che lui cambi noi.

Spegniamo la televisione del dolore e della paura. Accendiamone una nuova, che smetta di trattarci come telespettatori o clienti di una televendita. Una televisione dei cittadini, per i cittadini. Nel 2020, con il vostro aiuto, l’abbiamo fatta nascere, e oggi ci sono App su tutti i dispositivi e ben tre regioni sul digitale terrestre, Lazio, Lombardia e Piemonte. Nel 2021 dobbiamo completare l’opera e coprire l’intero territorio nazionale. Dobbiamo! Non c’è alternativa, lo sai anche tu.

Non importa quanto sembri difficile: nessuno credeva che saremmo arrivati fin qui, senza i soldi delle multinazionali, delle banche, dei governi, dei grandi “filantropi”. E invece… Quindi, dimmi: adesso cosa ci impedisce di compiere anche il prossimo passo? L’unico limite è la nostra volontà. L’unico ostacolo è la nostra convinzione. Con li tuo aiuto possiamo farcela, possiamo arrivare ovunque. Perché tutti insieme siamo un’onda gigantesca. Un’onda che travolge tutto.

Coraggio: metti la tua goccia nel vaso, e facciamolo traboccare!


Claudio Messora

0 commenti su “CENSURA ALL’UNIVERSITÀ. RIFIUTATA UNA TESI SU ALEKSANDR DUGIN

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: