CUCINA

Baci di Cracco: il regalo più sexy per San Valentino

baci-di-cracco:-il-regalo-piu-sexy-per-san-valentino
Spread the love

Sullo shop online dello chef si trovano i suoi Baci, anche in edizione speciale a forma di cuore, cioccolatini e un plum cake dal cuore rosso rubino. Si comprano in un click ed ecco perché sono un colpo di genio

Fare un regalo di San Valentino è facile, se sai come farlo. E Carlo lo sa. Da quando ha inaugurato il suo shop online poco prima dello scoppio della pandemia, e del boom del delivery, gli ordini non si sono mai fermati. Confetture, spezie, passata di pomodoro, olio e set di pentole, ma è la pasticceria a farla da padrona. Torte, panettoni, cioccolatini e loro… i Baci di Cracco. Genio della cucina lui, geni del male i suoi collaboratori che hanno creato un prodotto perfetto: buono, bello e dal nome così sexy da diventare campione di incassi. Il merito sarebbe tutto nel marketing se non fosse che i Baci di Cracco non sono solo una bella trovata: sono una piccola delizia studiata dal pastry chef Marco Pedron. Lui, l’uomo della pizza di Cracco, dei suoi croissant da urlo, e ora del nuovo-classico milanese.

«Colorati come dei macaron, italiani come dei baci di dama. Sono dei Ringo gourmet ,non mi sono inventato nulla». Marco ha studiato il prodotto in ogni dettaglio, e non solo del gusto.«Rispetto ai baci di dama abbiamo usato non farina di nocciole, ma di mandorle: sono leggeri e colorati. Ma non ci sono segreti, solo ottime materie prime: farina 00 macinata a pietra Petra 5 di Molino Quaglia, che rende la frolla friabilissima, e cioccolato Valrhona Inspiration, un “cioccolato bianco” con burro di cacao e frutta». Quindi? «Nei Baci di Cracco più della ricetta il colpo di genio sta nella gestione del prodotto, che spesso è più importante del prodotto stesso». Ebbene sì, perché i Baci di Cracco si conservano fuori dal frigorifero e durano abbastanza da non doverli mangiare in un sol boccone (se si riesce a resistere). Lampone, yuzu, passion fruit, fragola, gianduia, mandorla; nella versione a cuore, solo in due gusti.


«Ma per San Valentino facciamo anche i plum cake con il cuore a forma di cuore, una lavorazione lunga che richiede una doppia cottura». Cioccolato, cuore rosso con polvere e polpa di lampone, ganache al cioccolato per renderlo bello e uniforme, glassa al cioccolato e zucchero dorato. «Semplice alla vista, complesso nella lavorazione, ma non così decorato, perché il bello è dentro». Al debutto ha totalizzato più di un migliaio di ordini solo lui. E poi i cioccolatini, a forma di cuore ovviamente, cioccolato al lampone con ripieno di passion fruit e cioccolato fondente con ripieno di lampone.

Marco Pedron non è solo un grande pasticciere, è un calcolatore e uno che ingegnerizza la produzione per farla funzionare anche sui grandi numeri. Dall’apertura di Cracco in Galleria non si sono mai fermati, neppure durante il primo lockdown del 2020. «Abbiamo sempre lavorato, io, i due ragazzi che si occupano degli impasti e dei lievitati, e le tre ragazze che compongono la metà della squadra. Sono loro che si occupano di tutta la produzione di San Valentino». E ci tiene a citarle con tanto di nome e cognome: Ilaria Caneva, sous pastry chef, la cioccolatiera Carlotta Filipazzi e Alessandra Pagan. Mentre scrivo stanno già sfornando le colombe per Pasqua, e promettono sorprese.

Marco, Ilaria e Carlotta

I Baci di Cracco e tutti gli altri prodotti si comprano da Cracco in Galleria o si comprano online.


«Vanno via come il pane», meglio affrettarsi. Sfoglia la gallery per scoprire tutti i regali per San Valentino made in Cracco

Sfoglia la gallery

0 commenti su “Baci di Cracco: il regalo più sexy per San Valentino

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: