attualità

KAMALA HARRIS, L’AMBIZIOSO (VICE)PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI CHE OSCURA JOE BIDEN

kamala-harris,-l’ambizioso-(vice)presidente-degli-stati-uniti-che-oscura-joe-biden
Spread the love
KAMALA HARRIS, L'AMBIZIOSO (VICE)PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI CHE OSCURA JOE BIDEN

In occasione delle ultime elezioni presidenziali americane, ad un osservatore attento, non poteva non sfuggire il contrasto tra la figura di Donald Trump e Joe Biden.

La differenza tra il candidato repubblicano e democratico non stava solo nella loro diversità ideologica, ma anche nel carisma e nella capacità di aggregare mediaticamente l’elettorato.

Infatti non poche volte gli analisti si sono chiesti se Joe Biden fosse lo sfidante giusto per battere Donald Trump. Biden non è nuovo alla politica, ma ha lavorato principalmente dietro le quinte, essendo stato vicepresidente dal 2009 al 2017. Posizione certo importante, ma oscurata dal carisma di Barak Obama, presidente americano dal 2009 al 2017.

E proprio l’origine etnica potrebbe essere uno degli aspetti che legherebbe la popolarità di Obama e Kamala Harris, dal gennaio 2021 nominata vicepresidente. I due sono infatti non-bianchi, in un paese che è – ancora forse per poco –  a maggioranza bianca. La Harris ha indubbiamente rubato la scena a Joe Biden, essendo anche donna particolarmente impegnata in difesa delle minoranze etniche e di genere.

“Sono qui grazie alle donne che mi hanno preceduto”, ha twittato la Harris poco prima di insediarsi, ricordando la madre arrivata negli Stati Uniti dall’India e tutte quelle generazioni di donne “afroamericane, asiatiche, bianche, native americane che si sono battute per l’uguaglianza e la libertà e che continuano a combattere per i loro diritti”.

Nel febbraio 1998 il procuratore distrettuale di San Francisco, Terence Hallinan, assunse la Harris come assistente procuratrice distrettuale. Nel 2003 diventa la prima procuratrice distrettuale della California con il 56% dei voti.

Si dimostra da subito molto determinata, durante il suo mandato il tasso di condanna per reati gravi è passato dal 50% al 76%, mentre le condanne per spaccio di droga dal 56% del 2003 al 74% del 2006. L’ambizione e la capacità di muoversi agilmente nelle stanze del potere la portano a diventare procuratore generale della California dal 2011 al 2017.

Ma chi c’è dietro Kamala Harris? Sicuramente la Democracy Alliance, un network di donatori di area liberale e progressista che Politico ha definito “il più potente finanziatore liberal degli Stati Uniti”. Per far parte di questa organizzazione viene richiesto ai membri di versare 200mila dollari l’anno per supportare candidati liberal e progressisti. Tra i donatori anche George Soros e tra i movimenti finanziati anche il Black Lives Matter, apertamente supportato dalla Harris.

Non è quindi inopportuno chiedersi se il vero presidente degli Stati Uniti non sia l’ambiziosa Kamala e che non dovremo aspettare il 2024 per vederla ufficialmente sedere sullo scranno più alto dell’amministrazione americana.

Una cosa è certa, Kamala Harris ha già vinto il premio per il personaggio mediaticamente più in vista della nuova amministrazione. Laddove Joe Biden si presenta come moderato, la Harris ha il compito di parlare ai radicali e ai liberal più estremi.

2021: AIUTACI A PORTARE BYOBLU SULLE TELEVISIONI DI TUTTA ITALIA

€1.377 of €100.000 raised

2021: ECCO LE COSE CHE ABBIAMO FATTO E QUELLE CHE VORREMMO FARE

Hai guardato il video che racconta tutte le cose che abbiamo fatto, insieme, nel 2020? Bene: quest’anno dev’essere l’anno della svolta. Insieme, dobbiamo arrivare nelle case di tutti gli italiani.

Conosci il vecchio detto “l’unione fa la forza“? Oggi è più attuale che mai: è il solo modo che abbiamo di reagire a un mondo che sappiamo istintivamente essere sbagliato e che vogliamo cambiare, prima che lui cambi noi.

Spegniamo la televisione del dolore e della paura. Accendiamone una nuova, che smetta di trattarci come telespettatori o clienti di una televendita. Una televisione dei cittadini, per i cittadini. Nel 2020, con il vostro aiuto, l’abbiamo fatta nascere, e oggi ci sono App su tutti i dispositivi e ben tre regioni sul digitale terrestre, Lazio, Lombardia e Piemonte. Nel 2021 dobbiamo completare l’opera e coprire l’intero territorio nazionale. Dobbiamo! Non c’è alternativa, lo sai anche tu.

Non importa quanto sembri difficile: nessuno credeva che saremmo arrivati fin qui, senza i soldi delle multinazionali, delle banche, dei governi, dei grandi “filantropi”. E invece… Quindi, dimmi: adesso cosa ci impedisce di compiere anche il prossimo passo? L’unico limite è la nostra volontà. L’unico ostacolo è la nostra convinzione. Con li tuo aiuto possiamo farcela, possiamo arrivare ovunque. Perché tutti insieme siamo un’onda gigantesca. Un’onda che travolge tutto.

Coraggio: metti la tua goccia nel vaso, e facciamolo traboccare!


Claudio Messora

Anche la Puglia vuole DavveroTV.

Grazie per aiutarci a capite la verità

Forza,siamo in tanti,più di quanto si creda!

0 commenti su “KAMALA HARRIS, L’AMBIZIOSO (VICE)PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI CHE OSCURA JOE BIDEN

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: