milano

Italiana uccisa a Santo Domingo, i legali della famiglia: “Il cadavere di Claudia Lepore è stato imbalsamato, nonostante le diffide”

italiana-uccisa-a-santo-domingo,-i-legali-della-famiglia:-“il-cadavere-di-claudia-lepore-e-stato-imbalsamato,-nonostante-le-diffide”
Spread the love

La donna, originaria di Carpi, è stata trovata il 21 gennaio legata e imbavagliata nel frigorifero della sua casa di Santo Domingo, dove viveva da più di dieci anni. Nonostante gli inquirenti abbiano ancora diversi punti da chiarire “non sarà possibile eseguire un secondo esame autoptico, dal momento che l’impresa che lo aveva in custodia ha proceduto all’imbalsamazione”

| 2 Febbraio 2021

“Il corpo già straziato di Claudia Lepore è stato imbalsamato”. È quanto comunicato dagli avvocati dei parenti della 59enne di Carpi (Modena), violentata e uccisa a Santo Domingo il 21 gennaio. I legali hanno fatto sapere che l’impresa, presso cui il cadavere di Claudia era in custodia, lo ha fatto imbalsamare “subito dopo l’esame autoptico eseguito dalle autorità medico legali dominicane” per “ragioni che sarebbero da ricercare in riferite norme di polizia mortuaria locale”. Una scelta presa “nonostante le diffide e l’impegno di tutti, dalla famiglia della vittima, ai sottoscritti, dall’ambasciata italiana a Santo Domingo, fino all’agenzia Terracielo per preservare il corpo, in attesa del rientro in Italia per poter procedere a nuovo esame autoptico”, scrivono gli avvocati Enrico Aimi e Giulia Giusti. I legali fanno inoltre sapere di aver comunicato “alla procura della Repubblica di Roma come, a questo punto, risulterebbe assolutamente superfluo qualsiasi esame sulla salma. Il pm ha pertanto concesso l’autorizzazione alla cremazione, richiesta, a questo punto, proprio dai familiari. Le ceneri di Claudia Lepore rientreranno al più presto in Italia per celebrare le esequie”.

Sull’omicidio di Claudia, trovata il 21 gennaio legata e imbavagliata dentro al frigorifero della sua casa a Santo Domingo, per gli inquirenti sono ancora diversi i punti da chiarire. In primis: il movente e il mandante, perché il suo esecutore ha già un volto. Antonio Lantigua, 46 anni, conosciuto come El Chino, stando alle notizie che arrivano dai Caraibi, pochi giorni dopo l’omicidio ha infatti confessato: “L’ho uccisa per 200mila pesos (circa 2.800 euro ndr)”, ha dichiarato, oltre ad essersi tradito con dei messaggi in chat. Per il delitto di Claudia, gli investigatori stanno anche cercando di chiarire l’eventuale ruolo di un’amica italiana, Ilaria Benati, con cui la vittima aveva avviato in passato un bed&breakfast, prima che l’amicizia tra le due si incrinasse. Anche se sembra che recentemente si fossero riavvicinate. Benati è stata chiamata in causa direttamente da Lantigua, che ha coinvolto anche un altro italiano. La donna, però, si dichiara innocente e dice di essere stata incastrata.

Il Fatto di Domani – Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro,
svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi
di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi,
interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico.
La pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre dei ricavi limitati.
Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci.
Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana,
fondamentale per il nostro lavoro.


Diventate utenti sostenitori cliccando qui.


Grazie
Peter Gomez

GRAZIE PER AVER GIÀ LETTO XX ARTICOLI QUESTO MESE.

Ora però siamo noi ad aver bisogno di te.
Perché il nostro lavoro ha un costo.
Noi siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti ogni giorno.
Ma la pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre ricavi limitati.
Non in linea con il boom accessi a ilfattoquotidiano.it.
Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana.
Una piccola somma ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!

Diventa utente sostenitore!


Con riconoscenza
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Benno Neumair, i 2 audio WhatsApp ascoltati in Aula: la madre si lamentava del figlio. Lei e il marito risultano ancora scomparsi

next


0 commenti su “Italiana uccisa a Santo Domingo, i legali della famiglia: “Il cadavere di Claudia Lepore è stato imbalsamato, nonostante le diffide”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: